Home editoriale MAG about FOOD BEVI PIANO! UN RISVEGLIO ESPLOSIVO, CON IL BREAKFAST MARTINI

BEVI PIANO! UN RISVEGLIO ESPLOSIVO, CON IL BREAKFAST MARTINI

by Greta

IMG_2248

Basta un poco di zucchero recitava la celebre canzone di Mary Poppins, mentre  a noi basta un po di marmellata per dare nuova vita a cocktail adatti a tutta la giornata, da un semplice bicchiere di prosecco a drink più elaborati per il dopo cena. Le marmellate o le confetture vi permettono di proporre drink sia alcolici che analcolici con ogni tipo di frutto anche se non è in stagione; sono facilmente bilanciabili con del succo di limone e contengono già la parte zuccherina che di solito viene aggiunta con lo sciroppo di zucchero

Le possibilità di abbinamento sono moltissime, provate solo a pensare ad una confettura di fragole con un prosecco ghiacciato, o ad una confettura di peperoncino con della vodka o del gin, o ancora la confettura di pesca in un bourbon sour, inoltre danno al drink uno spessore tutto diverso.

Oggi vedremo insieme una rivisitazione del Breakfast Martini, un cocktail elaborato da un altro dei grandi barman italiani famosi nel mondo, Salvatore Calabrese. Il drink è un’esplosione- con pochi ingredienti riesce davvero a sorprendere- e il segreto sta nello sciogliere bene la marmellata o la confettura nel liquore che avete deciso di utilizzare.  Esiste anche una versione più spmeggiante, con le bollicine: in quel  caso  aggiungete subito   la marmellata nel bicchiere, le bollicine del prosecco faranno il resto, sciogliendola senza sforzo.

Ma eccovi la ricetta che ho pensato per voi: un breakfast Martini al kumquat, a metà fra il comfort dei sapori agrumati e con quel tocco di esotico che non guasta mai. Stavolta ci aiutiamo con un video, per capire meglio i vari passaggi

 

(credits: quelgranfigodisuomarito)

Kumquat Breakfast Martini

  • 1 cucchiaio colmo di marmellata di kumquat e vaniglia ( arancia nella versione originale )
  • 50 ml di gin ( London Dry )
  • 15 ml di Cointreau
  • 15 ml di succo di lime ( limone nella versione originale )

Nella versione che vi propongo ho utilizzato una marmellata homemade di mandarini cinesi, la versione di Calabrese prevede la marmellata di arancia, che contenendo più succo è naturalmente più morbida, quindi più facile da mescolare.  Nel nostro caso invece la marmellata di kumquat ha molte bucce, poco succo, ma un sapore molto più caratterizzante, impreziosito da una vaniglia bourbon. Quello che ho fatto quindi è stato frullare la marmellata con il gin e lasciare il tutto in infusione per circa un’oretta, quindi ho setacciato attraverso un colino fine. Cominciamo la costruzione del drink, raffreddare la coppa Martini con acqua e ghiaccio. Riempire uno shaker di ghiaccio, aggiungere il gin alla marmellata insieme al succo di lime, mescolare velocemente, aggiungere quindi anche il Cointreau, che sottolinea la nota agrumata e bilancia la dolcezza, chiudere lo shaker e agitare velocemente per circa una ventina di secondi. Eliminare acqua e ghiaccio dalla coppa, quindi filtrare il drink nel bicchiere. Enjoy!

Leave a Comment

* Se usi questo form accetti che conserviamo i tuoi dati

Ti potrebbero piacere anche...