Lo sventurato rispose: Mr. Michel ROUX Sr. all’MTC!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

English version below

Photo credits: Michel Roux
Se fosse vissuto ai tempi della Roma imperiale, sarebbe stato il cuoco di Trimalcione.

Se fosse vissuto ai tempi di Carlo II, avrebbe avuto una statua equestre, a St James Palace.

Se fosse vissuto in Francia, ai tempi di Talleyrand, avrebbe addolcito la spartizione dell’Europa, a botte di meringhe e crème brulée.

Davanti a lui, Marco Pierre White china la testa e Gordon Ramsay riscopre il piacere delle buone maniere.

Autore di libri imperdibili, molti dei quali già classici intramontabili, con il fratello Albert è stato il primo a conquistare le tre stelle Michelin nella storia della ristorazione britannica, nonchè l’unico a mantenerle, per 30 anni, guadagnandosi sul campo il paragone più ambito in terra britannica (quello con i Beatles) nonché il titolo più divertente, di “padrino” della cucina francese nel Regno.

Ma per tutti noi, che sui suoi libri abbiamo sognato, sospirato e imparato, egli è il solo, l’unico, il più grande: signori e signori, giù il cappello: “sir” Michel Roux, all’MTChallenge!
1.Roux è oggi il
sinonimo della cucina francese d’Oltremanica. Come è nata questa
straordinaria avventura e quali sono state le tappe più importanti?

L’avventura ebbe inizio nel 1967 quando arrivai nel Regno
Unito per raggiungere mio fratello, Albert.  Prima fondammo Le Gavroche all’angolo di Lower
Sloan Street a Londra. 
Aprimmo The Waterside Inn a Bray nel 1972. Nel 1974, il
primo anno in cui vennero assegnate le stelle Michelin nel Regno Unito, Le
Gavroche e The Waterside Inn furono fra quei ristoranti ad ottenere una stella,
e quando un gruppo di ristoranti vinse due stelle Michelin per la prima volta
nel 1977, entrambi i nostri ristoranti erano in quel gruppo. 
Le Gavroche si
trasferì a Mayfair nel 1982, e nello stesso anno divenne il primo ristorante
nel Regno Unito a vincere tre stelle Michelin. 
Lo stesso riconoscimento lo
ottenne The Waterside Inn nel 1985 e quest’anno, The Waterside Inn è diventato
il primo ristorante fuori dalla Francia ad avere tre stelle Michelin per un
periodo di 30 anni.
Il Waterside Inn visto dalla riva
Da sinistra: Michel Roux sr, Albert Roux, Michel Roux jr

2. La
sfida del mese di marzo verte sulla sua ricetta di pasta brisée che si
differenzia da quella italiana, per la presenza delle uova: è una
tradizione francese o si tratta di una sua personale rielaborazione?

La mia
ricetta è fedele alla versione tradizionale francese.
Segue il
metodo che imparai quando ero un giovane apprendista pasticcere.

3. C’è una
quiche o una tarte a cui è particolarmente affezionato?

La Flamiche aux poireaux, una meravigliosa torta di porri.

4. Ha  qualche trucco da confidarci, per
l’ottima riuscita di una brisée?

Il mio consiglio è di assicurarvi che la pâte brisée non venga lavorata troppo, non è come un impasto per il pane
che necessita di elasticità. Non appena è amalgamata bene, smettete di
impastare. Inoltre, è importante lasciarla riposare un po’ in frigo.
Consiglierei un tempo fra mezz’ora e un’ora, in relazione alla quantità di pâte
brisée.



5. Dei
vari impasti base per una torta, quale è quello che preferisce e perché?

Il mio impasto preferito per riempire qualsiasi tarte è
sempre quello di mela. La mia Assistente Personale, che è un entusiasta pasticcera amatoriale, adora la mia ricetta della tarte tatin alle mele, e assicura
 che non delude mai le aspettative.
Questa ricetta si può trovare nel mio libro “Desserts” .  

English version:

If he had lived in the time of Imperial Rome, it would have been Trimalchio’s cook.

If he had lived at the time of Charles II, he would be honored with an equestrian statue, in St. James Palace. 

If he had lived in France, at the time of Tayllerand, he would have softened the partition of Europe, with a battle of meringues and crème brulée. 
Before him, Marco Pierre White bows his head and Gordon Ramsay rediscovers the pleasure of good manners.

Author of books, many of which are already timeless classics, with his brother Albert was the first to win three Michelin stars in the history of British food, and the only one to keep them, for 30 years, earning the most coveted comparison in the British land (with the Beatles) as well as the funniest title of “Godfather” of French cuisine in the Kingdom.

But for all of us, who have dreamed, sighed and learned on his books, he is the one and only, the greatest: Ladies and Gentlemen, hats off: “Sir” Michel Roux at MTChallenge!

1.
Roux is synonym of French cuisine across the Channel. How did this
extraordinary adventure begin and what were the most important milestones?
 

The adventure began in 1967
when I travelled to UK to join my brother, Albert.  First, we founded Le Gavroche on the corner
of Lower Sloane Street in London.  We
opened The Waterside Inn in Bray in 1972. 
In 1974, when Michelin stars were first awarded in the UK,
Le Gavroche and The Waterside Inn were both amongst those restaurants to win a
star, and when a number of restaurants won two Michelin stars for the first
time in 1977, both these restaurants were among them. Le Gavroche would move to
a new location in Mayfair in 1982, and in the same year became
the first restaurant in the UK to be awarded three Michelin stars. The same
rating for the Waterside Inn would follow in 1985 and this year, the Waterside
Inn became the first restaurant outside France to hold three Michelin stars for
a period of 30 years.  These are the
milestones.  For eight years we were the
only restaurants in UK to hold 2 and 3 Michelin stars.
2. This month MTChallenge is all about your recipe of pâte brisée which differs from the Italian, for the presence of eggs: is
it a French tradition or is it your personal version?

My recipe is true to the traditional French
version.  This follows the method I learnt
as a young apprentice pâtissier.

3. Is there a quiche or tarte which you are particularly fond of? 
Flamiche aux poireaux – a beautiful leek tart.
4. 
Do you have a few tricks to share with us, to obtain a great pâte brisée?
 My tip is to ensure the pâte brisée is not
overworked, it is not like a bread dough that needs elasticity.  As soon as it is nicely mixed, stop working
it.  Also, it is important to let it rest
a little in the fridge.  I would
recommend between half to one hour depending on size of the pâte brisée.
5. Among the various mixtures to fill a tarte, which is the one you  prefer and why? 
My favourite mixture to fill any tarte would
always be apple.  My Personal Assistant,
who is a keen amateur pâtissier, adores my apple tarte tatin recipe and says it
never fails to impress.  This recipe is
to be found in my book “Desserts”.
Share Post
Written by

Con fogli, matite colorate, un neurone impazzito e poco altro creo le mie ricette e le mie vignette.

Latest comments
  • AvatarAvatar

    Che bell'articolo. Quanto sapere!
    Ciao e buona giornata
    Tiziana

  • AvatarAvatar

    In casa ho un altarino: sopra ci sono "Frolla e sfoglia", "Uova" e prossimamente "Desserts".
    Un uomo, un mito.
    🙂

  • AvatarAvatar

    Ai am really happy for this interview ..thank you Mr Roux….. E invece cara Carloni grazie grazie grazie…..sai che MICHEL ROUX è il mio guru ….. E credo che con questa sfida lo abbia dimostrato!! W MTC …. Yeaaaaaah!

  • AvatarAvatar

    Vado a comprare " dessert" subito 😁

  • AvatarAvatar

    Alla facciazza!!!!!!!!!!!!
    J'ai pas de mots; I'm speachless…. insomma, belin che colpo!!!!!
    Chapeau all'intervistato e all'intervistatrice!!!

  • AvatarAvatar

    Grazie Francesca l'intervista giusta al momento giusto, che uomo, che chef affascinante, abbiamo gli stessi gusti, porri e mele, neppure con mio marito ce li ho… e adesso compro il suo "Desserts", grazie ancora un grande regalo…

  • AvatarAvatar

    Che bello questo articolo! E pensare che ha iniziato la sua avventura quando sono nata io, e chi l'avrebbe mai pensato, che avrei utilizzato le sue ricette perchè adoro cucinare…c'est la vie!

  • AvatarAvatar

    It's such a great honor and privilege to have Mr Roux sr here today. A day we won't forget: his availability, generousity and kindness confirm the great man and chef he is.
    Thank you Mr Roux and thank you Mrs Whitlock for your kind assistance.
    Francesca Carloni

    • AvatarAvatar

      Grande grande grande Francyyyyyy

  • AvatarAvatar

    Bellissima intervista e Lui un vero grande
    la sua brisee è fenomenale e l'adoro anche con le mele …………. non mi resta che procurarmi "Desserts"
    Grazie per il privilegio di poter leggere una sua intervista!!!
    Manu

  • AvatarAvatar

    Confermo la flamiche è fantastica, magari fatta da lui molto di più. Grande Carloni.

  • AvatarAvatar

    la flamiche… cioè questa? http://www.mtchallenge.it/2015/03/mtc-n-46-miss-mtc-pie-la-tarte-flamiche.html Manco a farlo apposta…

  • AvatarAvatar

    Lo sapevo! La Carloni non delude mai con i suoi scoop. Thank you mr Roux for this interview.

    • AvatarAvatar

      It has been a delight to help with your beautiful and fascinating Blog. Good luck to all of the cooks with the pate brisee. Happy cooking!!

    • AvatarAvatar

      Thank you Mrs Whitlock form all the MTChallnege community!

  • AvatarAvatar

    Grandissima Francy, ma grandissimissimo Roux: un monumento vivente da cui non si può che imparare, tutto.
    Anche questo è l'MTC.

  • AvatarAvatar

    Ma questo è uno scoop fantastico! Bravissimi tutti all'MTC 🙂

  • AvatarAvatar

    Thank you so much Mr Roux, what an honour! Your books and recipes are absolutely perfect.
    You have many admirers in Italy and the MTC community is a big part of it.
    And many thanks to Mrs Whitlock!

  • AvatarAvatar

    Oh mamma santissima!!!
    Mi inchino al Maestro

  • AvatarAvatar

    Franci sei fantastica.

    Thank you Mr. Roux and Mrs. Whitlock!

    belin che emossioneeee!

  • AvatarAvatar

    Senza parole!

  • AvatarAvatar

    Molto interessante: bravissimi!

  • AvatarAvatar

    I want Dessert as soon as possible. Mr M. Roux taught me a lot of things

  • AvatarAvatar

    Wow che onore!!!!!
    Thank you very much!!!!

  • AvatarAvatar

    ormai sei l'intervistatrice nr 1!! brava Francesca e grazie!

    • AvatarAvatar

      Dimenticavo: merci M. Roux

  • AvatarAvatar

    Wow Francy, well done!!! And thank you so much Mr Roux: it's such an honour to have you here!
    A great many thanks to Ms Whitlock for her kind assistance!

  • AvatarAvatar

    I have a dream: an other challenge, on one of those incredibile recipes, collected in the other Michel Roux masterpiece, Sauces.
    it will remain only a dream, or…???
    thank, Mr Roux: you gave us a great emotion.
    and thank to Ms Withlock, for her kindness, your competence and your patience
    E grande Franci!!!

  • AvatarAvatar

    Grazie Francesca per questa bellissima intervista (sei grande!) e grazie a Mr Roux e Ms Withlock per la loro disponibilità!

  • AvatarAvatar

    Non è facile intervistare un Grande (grazie Michel Roux), e non è facile fare le domande "giuste"! Doppiamente brava!

  • AvatarAvatar

    E ora il commento lo lascio e domani condivido nuovamente e darei oro, dico oro, per essere la sua pasticciera amatoriale…

LEAVE A COMMENT