Oggi tutta Bologna è raccolta e stretta intorno a Valeria Simili per dare l’ultimo saluto alla gemella Margherita, scomparsa improvvisamente domenica notte.
Ci stringiamo ai suoi familiari con affetto ed incommensurabile gratitudine per tutto quanto Mita, come veniva da loro chiamata, ha saputo donarci in questi lunghi anni di attività, sempre sorridente e generosa.
E così vogliamo ricordarla attraverso le sue parole, costantemente unita alla sorella, nella nostra intervista realizzata nell’ottobre 2014; o ammirare la sua verve bonaria nel raccontarsi a voce, ricordando aneddoti e immagini della loro lunga storia di pane e roba dolce, come l’invenzione delle Streghe, quelle croccanti e fragranti sfoglie diventate ben presto un best seller (copiatissimo) tra i prodotti da forno.
Sempre umili e quasi schive di tanta celebrità (sono diventate un mito in tutta Italia, avendola percorsa da Nord a Sud coi loro innumerevoli affollatissimi corsi; ma hanno anche poi superato gli oceani, arrivando prima in America e poi in Giappone), si sono giustificate davanti al Sindaco di Bologna, che le aveva insignite della Turrita d’Argento, affermando che avevano fatto solo del pane e della pasta.
Vogliamo ricordarla come l’abbiamo conosciuta e seguita, col grembiule e le mani sempre sporche di farina, con quel matterello alzato che riusciva, con malcelata severità, tenere a bada anche un gruppo di ben 40 allieve ciarliere!
E ogni qualvolta ripeteremo una sua ricetta o anche solo quando ci prenderà la voglia di giocare con acqua e farina, sarà come averla di fianco, discreta e riservata, pronta a correggere un gesto sbagliato con garbata determinazione o a guidare abilmente le nostre mani nei giusti movimenti, sorprendendoci talvolta della semplicità di esecuzione.

Ciao Margherita, tanto hai elargito con sorprendente magnanimità: i tuoi insegnamenti, la tua grande umanità, quanto le tue mani laboriose e sapienti sapevano trasmettere con amore e semplicità, rimarranno, per quanti ti hanno incontrata e seguita, una fonte inesauribile di ispirazione.
Sarai indelebile nei nostri cuori e continuamente presente nelle nostre cucine, un matterello è lì appeso, sempre a tua disposizione.

articolo di Cinzia

Share Post
Latest comment

LEAVE A COMMENT