Ad ognuno il suo fritto. Non esiste casa italiana, e azzarderei anche europea ma anche mondiale, dove non si mangi mai il fritto.
Il fritto è il piacere della tavola per antonomasia, è lo stare insieme in famiglia. Il fritto mi ricorda le domeniche passate in campagna da nonna, che come frigge lei, nessuno mai.
Il fritto è socialità, è street food. E diffido da chi non lo ama. Fritto è buono tutto, anche ‘na ciavatta!
E dopo aver passato gennaio e febbraio a rimediare ai danni delle feste, ecco che iniziamo marzo con un gustosissimo strappo alla regola e vi offriamo delle fantastiche ricette di fritto, vegetariane e non. Tutte stratosfericamente buone!

Ricette tratte da Cooking with Paula Deen, Food Network Magazine, Delicious e Olive Magazine di Marzo 2019.

Chips di asparagi
di Valeria Caracciolo

Per 4 persone

2 albumi
125 g di panko (pangrattato giapponese)
75 g di Parmigiano Reggiano grattugiato
1⁄2 cucchiaino di basilico secco
1⁄4 di cucchiaino di peperoncino in polvere
450 g di punte di asparagi
100 g di farina
olio di semi per friggere

Per la maionese alle erbe e limone

115 g di maionese
il succo di 1 limone
1 1⁄2 cucchiaino di timo fresco tritato
1⁄4 di cucchiaino di rosmarino fresco tritato
1⁄4 di aglio in polvere

Montate gli albumi in un piatto fondo. In un altro piatto fondo mescolate il pangrattato con il parmigiano, il basilico e il peperoncino. Infarinate leggermente gli asparagi, quindi immergeteli prima nell uovo e poi nel mix con il pangrattato.
Immergeteli nell’olio ben caldo e friggete fino a completa doratura.

E’ possibile realizzare questa ricetta anche utilizzando una friggitrice ad aria. In questo caso non serve infarinare gli asparagi. Potete immergerli direttamente nel bianco d’uovo e quindi nel pangrattato. Spruzzateli quindi con dell’olio spray e sistemateli nel cestello della friggitrice senza metterne troppi. Impostate la temperatura a 400° e cuoceteli per 6 minuti.

Per la maionese. Mescolate tutti gli ingredienti in una ciotola e conservate in frigorifero fino all’utilizzo. Si conserva 3 giorni in frigorifero.

 

Cavolo fritto croccante
di Francesca Geloso

Per 2 porzioni

10-12 foglie di cavolo verza
½ cucchiaino di zucchero di canna grezzo
½ cucchiaino di sale in fiocchi
¼ cucchiaino di chinese five-spice
Separate le foglie dal cavolo, tagliate i gambi e tritate finemente le foglie.

Scottate in acqua bollente per 1 minuto poi scolate e asciugate completamente il cavolo tamponandolo con carta assorbente. Mescolate insieme il sale, lo zucchero e le cinque spezie in una piccola ciotola, tenete da parte.
Riempite 1/3 di una padella con olio e portatelo a 160 °C o, se non si possiede un termometro, fino a quando un cubetto di pane diventa marrone in 45 secondi. Friggete il cavolo un po’ alla volta, da 30 secondi a 1 minuto circa, facendo attenzione ad eventuali schizzi, quindi quando sarà bello croccante scolare e poggiare su carta assorbente da cucina.
Passate il cavolo fritto nella ciotola con i condimenti e servite ancora caldo.

 

Cotoletta di maiale e fagiolini con salsa al limone e capperi
di Manuela Valentini

Per 2 persone

50 g di pane grattugiato
25 g di parmigiano finemente grattugiato
1 uovo leggermente sbattuto
1 cucchiaio di farina
300-350 g di scaloppine di maiale
2 cucchiai di olio
300 g di fagiolini fini
burro per friggere
1 scalogno tritato finemente
2 cucchiaini di mostarda di Digione
2 cucchiaini di capperi
½ limone spremuto

Cuocete i fagioli in acqua bollente salata per 2-3 minuti o fino a quando sono teneri, ma ancora di un verde brillante, quindi scolate.
Scaldate una grande noce di burro in una padella e cuocere gli scalogni per 5 minuti o fino a quando non sono morbidi. Aggiungete mescolando la mostarda, i capperi e il succo di limone, condite e spegnete. Per una crema più vellutata passatela da un colino. Mescolate il pangrattato e il parmigiano, e condite bene con sale e pepe. Mettete la farina in un piatto e in una ciotola larga l’uovo leggermente sbattuto. Mettete le scaloppine di maiale tra due fogli di carta da forno e con un mattarello battetele per assottigliarle fino a circa 1/2 cm di spessore. Condite, quindi spolverate con la farina, immergete nell’uovo sbattuto e ricoprite con il pangrattato e parmigiano.
Riscaldate l’olio in una padella antiaderente di grandi dimensioni. Aggiungete le scaloppine e un’altra noce di burro e friggete per 3 minuti su ciascun lato fino a ottenere una cotoletta croccante, dorata e cotta.
Servite le cotolette con i fagiolini e la salsa preparata.

 

Pollo croccante al cocco
di Chiara Picoco

Per 4 persone

120 g di cocco in scaglie
100 g di panko o pangrattato
1 cucchiaino di sale
½ cucchiaino di pepe nero macinato
2 uova grandi
50 m di latte intero
½ cucchiaino di salsa piccante
700 g di petto di pollo tagliato in strisce da 1,5 cm
Olio per friggere
50 g di gelatina di peperone rosso
1 cucchiaio di aceto di mele

In una ciotola unite il cocco, le briciole di pane, il sale e il pepe. In un’altra ciotola mescolate uova, latte e salsa piccante.
Immergete le strisce di pollo nel composto di uova scolandole bene. Adagiatele poi nel mix di pane e cocco ed eliminate la panatura in eccesso. Saldate l’olio e una volta ben caldo immergetevi il pollo e cuocete fino a doratura, per circa 6 minuti. Scolate bene su carta assorbente da cucina.
In una piccola ciotola unite la gelatina di peperoni rossi e l’aceto e servitela con il pollo.

 

Insalata di tofu fritto condita con latticello
di Mai Esteve

Per 4 persone

400g di latticello
1 confezione da 400 g di tofu extra solido, sgocciolato (tagliare a cubetti da 2 cm)
125 g di maionese
2 cucchiai di erba cipollina fresca trittatta finemente
1 cucchiaio di aceto di mele
sale kosher e pepe macinato fresco
200 g di piselli secchi o di fagiolini verdi lessati (tagliati e dimezzati)
200 g di farina per tutti gli usi
1 cucchiaio e mezzo di erbe della Provenza
olio vegetale per friggere
1 lattuga iceberg, (togliere il gambo e tagliare in 8 fette)
16 pomodorini (tagliati a metà)

Versare 300g di latticello in una ciotola e immergerci il tofu girandolo per farlo amalgamare bene e lasciare a marinare per almeno 10 minuti. Nel frattempo, in un’altra ciotola mescolare il latticello rimasto con la maionese, l’erba cipollina, l’aceto, un pizzico di sale e una manciata di pepe. Conservare in frigo.
Cuocere i piselli nel microonde con 1 cucchiaio d’acqua, coprire strettamente con della pellicola trasparente apposta per microonde, e quando saranno teneri e di un verde luminoso levare la pellicola e tenere da parte a raffreddare.
Mescolare in una ciotola capiente la farina, le erbe di Provenza, mezzo cucchiaino di sale e del pepe. Mescolarci anche due cucchiai della marinatura per creare più consistenza.
Trasferire il tofu nella miscela di farina, girandoli con cura in modo di farli infarinare bene da tutti i latti, poi immergerli di nuovo nella marinata di latticello e quindi di nuovo nella farina per ricoprirli per bene e disporli in un piatto.
Scaldare l’olio in una padella e friggerci il tofu da 3 a 4 minuti, girandolo finche diventa dorato da tutti i lati. Lasciare raffreddare su una griglia e condire con del sale.
Dividere le fette di insalata tra i piatti; salare e pepare, aggiungere i pomodorini e i piselli o i fagiolini e disporre infine i pezzi di tofu fritto, quindi condire a piacere con il dressing al latticello.

 

Cotoletta al curry
di Anna Calabrese

Per 4 persone

100 g di farina
1 cucchiaio e mezzo di polvere di curry
1 cucchiaio di curcuma
1 cucchiaino colmo di sale
3 uova
250 g di pangrattato fresco
4 filetti di petto di pollo
olio di girasole per friggere
280 g di yogurt greco
1 cucchiaio di cumino in polvere
il succo di mezzo limone

per servire:
fette di limone
rucola fritta

Sistemate la farina in un piatto, unite il curry, la curcuma e il sale, mescolate bene. Disponete il pangrattato su un capiente vassoio, sbattete le uova in una ciotola.
Lavorando con un filetto alla volta posizionate il pollo tra due fogli di carta da forno, con l’aiuto di un mattarello stendetelo a 1 cm di spessore, quindi passatelo nella farina speziata e poi nelle uova sbattute.
Lasciate sgocciolare l’eccesso e cospargete la cotoletta di pangrattato. Lasciate riposare per 15 minuti.
Continuate fino ad esaurimento dei filetti di pollo. Riscaldate l’olio in una capiente padella a fuoco medio alto, friggete le cotolette, massimo 2 alla volta, per 5-6 minuti per lato o fino a che non risulteranno croccanti e dorate.
Nel frattempo mescolate lo yogurt, il succo di limone e il cumino, salate, completate con un macinata di pepe fresco.
Servire le cotolette con lo yogurt aromatizzato, spicchi di limone e rucola fritta.
Per enfatizzare il gusto del piatto potete sostituire la rucola con rametti di curry.

 

Pakoras con pastella alla birra
di Vittoria Traversa

Per 6 persone

200 g di farina di ceci
25 g di farina 00
1 cucchiaino di sale fino
1 cucchiaino di cumino macinato
1 cucchiaino di coriandolo macinato
¼ di cucchiaino di peperoncino in polvere
½ cucchiaio di garam masala
200 ml di birra IPA*
1 spicchio di aglio schiacciato
1 cucchiaio di zenzero finemente grattugiato
2 patate farinose (circa 250 g) sbucciate e tagliate in dadi da ½ cm
1 cipolla grande affettata
¼ di cucchiaino di lievito per dolci
½ limone spremuto
olio vegetale per friggere

Per la salsa verde al prezzemolo

1 mazzo grande di prezzemolo tritato grossolanamente
1 scalogno tritato finemente
1 peperoncino verde tritato
1 limone spremuto

Mettete tutti gli ingredienti per la salsa, ad eccezione di una piccola manciata di prezzemolo tritato, in un piccolo food processor con 5 cucchiai di acqua e frullate fino ad avere una salsa spalmabile. Condite con pizzico di sale e zucchero.
Mescolate le farine, il sale e le spezie in un grande ciotola. Aggiungete lentamente la birra frullando fino a quando non otterrete una pastella liscia e densa. Aggiungete un po’ di succo d’aglio, zenzero, patate e cipolle e amalgamate bene tutto insieme. La pastella dovrebbe ricoprire la verdura ma cadere facilmente dal cucchiaio. Aggiungete il prezzemolo tenuto da parte, il lievito, il succo di limone e un po’ di pepe nero.
Mettete l’olio in padella riempiendola solo per un terzo e riscaldare fino al 180 °C o fino a quando un cubetto di pane diventerà marrone in 30 secondi. Mettete il composto nell’olio caldo dosandolo con un cucchiaio da dessert. Friggetene non più di 3-4 alla volta per 5-6 minuti, girandole a metà cottura, fino a quando saranno dorate.
Scolate su una carta da cucina e conservatele nel forno riscaldato a 120 °C, mentre friggete il resto.

*Le IPA sono birre luppolate con note fruttate e floreali. Funzionano bene con sapori forti come il peperoncino e il loro alto grado di anidride carbonica conferisce leggerezza a questa pastella.

Written by

Una Nutrizionista fuori dalle righe

Latest comment
  • Avatar

    Voi rendete il lunedì un giorno molto migliore!!!
    Mazzetta sei la mia nutrizionista preferita <3

LEAVE A COMMENT