Oggi per noi è Martedì Grasso mentre nei paesi anglosassoni è lo Shrove Tuesday (ovvero il “giorno dell’assoluzione dai peccati”): fondamentalmente è il martedì precedente all’inizio della Quaresima, i 40 giorni che precedono la domenica di Pasqua. Ma allora ci si chiede cosa c’entrino i pancake con una festa religiosa.

L’idea che sta alla base della festa è liberarsi da tutti i cibi grassi che si hanno in casa per poter poi affrontare il periodo di penitenza in preparazione della Pasqua. Cucinare dei pancake permetteva così di “smaltire” le varie tentazioni culinarie derivanti da burro, uova, latte e zucchero.  Inoltre gli ingredienti impiegati per i pancake hanno anche una valenza religiosa:

  • Le uova simboleggiano la creazione, la nuova vita;
  • La farina rappresenta l’aspetto personale della vita;
  • Il sale sta per la salute;
  • Il latte rappresenta la purezza

Quindi mentre in gran parte dell’Europa si frigge come se non ci fosse un domani, nei paesi anglosassoni si scaldano le padelle e i vari locali espongono appositi menù che propongono ogni tipo di declinazione di queste gustose “frittelle”.

E’ inoltre tradizione in molti paesi che si organizzino delle gare molto particolari: ovvero i concorrenti si sfidano a correre con una padella contenente un pancake, che dovrà essere rivoltato almeno tre volte durante la corsa senza mai farlo cadere ne rallentare. Si racconta che questa tradizione nasca da una leggenda che risale al XV secolo quando una donna, intenta nella preparazione dei pancake per il martedì grasso, sentì le campane che annunciavano l’imminente cerimonia della confessione e così, per paura di fare tardi, si gettò in strada correndo con ancora indosso il grembiule e portando in mano la padella con dentro i pancake tentando di farli salare per finire di cuocerli.

Abbiamo anche noi deciso oggi di festeggiare il Pancake Day preparando dei pancake un pochino diversi dal solito che accontentano sicuramente ogni palato, anche il più esigente.

 

 

Paneer-stuffed pancakes
di Manuela

Per 2 persone
1 uovo grande leggermente sbattuto
100 ml di latte parzialmente scremato
50 g di farina 0
1 cucchiaino di olio di girasole
100 g di spinaci surgelati
120 g di paneer tagliato a cubetti
1 cucchiaio di pasta calda al curry
400 g di ceci cotti scolati e sciacquati
150 g di passata
75 ml di yogurt di cocco
1 cucchiaio di chutney di mango

Preriscaldate il forno a 110 °C.
Preparate la pastella per pancake in una ciotola mescolate, con una frusta, gradualmente l’uovo e il latte nella farina- Scaldate un po’ di olio in una padella antiaderente a fuoco medio. Versate circa un quarto dell’impasto e fatelo roteare per ricoprire la padella. Cuocete per circa 30 secondi su ciascun lato, quindi trasferite su una teglia e infornate per tenerlo al caldo. Ripetete con il resto della pastella, aggiungendo un po’ di olio alla padella ogni volta. Alternate i pancake cotto con della carta forno per evitare che si attacchino.
Cuocete gli spinaci surgelati nel microonde per 4 minuti o a vapore. Nel frattempo, riscaldate 1 cucchiaino di olio in una padella antiaderente a fuoco medio. Aggiungete il paneer e friggete per 20 secondi su ciascun lato fino a quando diventano croccanti e dorati. Incorporate la pasta di curry, quindi aggiungete i ceci, la passata e gli spinaci e riscaldateli. Se il composto fosse troppo secco, aggiungete una spruzzata di acqua.
Mescolate lo yogurt di cocco con il chutney di mango. Dividete il ripieno caldo tra i pancake, aggiungete un cucchiaio di yogurt, quindi arrotolare e servite.

 

Scallion pancake (da Crepe is the new black)
di Antonella

 

PER CIRCA 6 PEZZI Dl 12 CM Dl DIAMETRO
180 g di farina
100-120 ml di acqua
la parte verde di 3 cipollotti freschi
3 cucchiai di olio di semi di sesamo o altro olio di semi
1 cucchiaino di sale
olio di semi per friggere

Setacciate la farina con il sale in un’ampia terrina. Scaldate l’acqua fin quasi al bollore e versatela nella terrina un po’ alla volta, incorporandola alla farina con un cucchiaio di legno, per non bruciarvi. Trasferite il composto su un piano di lavoro leggermente infarinato e impastatelo fino a ottenere un impasto liscio e setoso.
Suddividetelo in sei pezzi uguali. Stendetene uno in un cerchio con il matterello, allo spessore di 1-2 millimetri. Con un pennellino, spalmate tutta la superficie con l’olio di sesamo. Arrotolatelo su se stesso, non troppo strettamente, a sigaretta prima e a spirale poi. Spianatelo di nuovo in un cerchio con il matterello. Cospargete tutta la superficie con i cipollotti tritati. Arrotolate a sigaretta, questa volta piuttosto strettamente, e poi di nuovo a spirale. Spianate di nuovo col matterello in un cerchio di 8-10 cm di diametro. Fate lo stesso con i restanti pezzi.
Scaldate 2 cucchiai di olio di semi in una padella e, quando è caldo ma non bollente, friggetevi il pancake, prima da un lato e poi dall’altro: la superficie dovrà essere dorata e croccante.
Fateli asciugare su carta assorbente da cucina e serviteli immediatamente

 

 Eggs Benedict pancake
di Vittoria

Per 4 persone
Per i pancakes
200 g di farina autolievitante
1 cucchiaino di lievito in polvere
2 cucchiai di erba cipollina fresca tritata, più altra da servire
200 ml di latte
3 uova
25 g di burro fuso più altro per friggere
sale
Per completare
4 uova
250 g di salsa olandese (ricetta in fondo)
4 fette di prosciutto cotto un poco più spesse e tagliate a metà
1 manciata di spinaci baby

Mescolate con una frusta tutti gli ingredienti del pancake insieme fino a che il composto sarà liscio.
Mettete un pezzetto di burro in una padella antiaderente a fuoco medio-basso e fatelo sciogliere e schiumare. Mettete 2 cucchiai di impasto nella padella e modellate un disco rotondo di 8-9 cm. A seconda della dimensione della padella, potreste essere in grado di cuocere 2 o 3 pancake allo stesso tempo. Cuocete per 2-3 minuti sul primo lato, quindi capovolgete e cuocete per un altro 1 min. Scaldate il forno al minimo. Impilate le frittelle cotte su una teglia e tenetele al caldo nel forno mentre cuocete il resto.
Portate ad ebollizione una grande pentola d’acqua. Rompete ogni uovo in una ciotolina, quindi versatelo piano nell’acqua. Affogate per 2-3 minuti fino a quando i bianchi non sono cotti e i tuorli sono ancora liquidi. Scolate e ripetete con le altre uova. Preparate la salsa olandese come da ricetta qui sotto.
Per servire, impilate i pancake alternandoli con uno strato di olandese, il prosciutto e le foglie di spinaci tra di loro, quindi aggiungete sopra un uovo in camicia. Completate con altra salsa olandese  e guarnire con erba cipollina e pepe nero.
SALSA OLANDESE BASE Di Gordon Ramsay
Per circa 300 ml (abbastanza per servire 4-6)
50 ml di aceto di vino bianco
3 grani di pepe
1 rametto di dragoncello
3 grandi tuorli d’uovo
200 ml di burro non salato fuso e privato della schiuma superficiale
1 spruzzata di succo di limone
sale

Bollite l’aceto con pepe e dragoncello fino a ridurlo della metà. filtrate e conservate da parte, ve ne serviranno 2 cucchiaini. Portate a ebollizione una grande pentola d’acqua, quindi riducete a bollore leggero per il bagno maria.
In una pentolina adatta alla cottura a bagno maria battete i tuorli e 2 cucchiaini di riduzione di aceto. Aggiungete un cucchiaio di burro fuso e cominciate a battere a bagno maria. Aggiungete un cucchiaio di acqua calda, battete bene incorporandola, poi un altro cucchiaio di burro e continuate battendo con la frusta togliendo un momento dal fuoco se si scalda troppo. Se addensasse troppo aggiungete un cucchiaio di acqua calda. Ripetete fino a quando tutto il burro è incorporato e avrete un composto dalla consistenza densa e spessa come la maionese. Finalmente aggiungete un poco di succo di limone, sale e pepe a piacere più un po’ di acqua tiepida dalla pentola se il composto fosse troppo denso.
SE LA SALSA IMPAZZISCE
se il composto della salsa iniziasse a “dividere” o cagliare, immediatamente trasferite il composto in una ciotola pulita e frullate aggiungendo 1 cucchiaio di acqua ghiacciata, quindi continuate ad aggiungere battendo con la frusta il burro rimanente solo un mestolo alla volta.
QUANDO SALARE
il sale rompe i tuorli se lo aggiungi troppo presto, quindi salate la salsa alla fine.
SCIOGLIERE IL BURRO
scaldate un pacchetto di burro da 250 g in una padella poco profonda. mentre spumeggia, raccogliete la schiuma con un mestolo o un cucchiaio di metallo. non usare un mestolo forato o la feccia scivolerà di nuovo nel burro. (non buttatela via, può essere usata nelle patate bollite). dovreste ottenere circa 200 ml di burro chiarificato. Potete sciogliere il burro nel microonde, ma tenetelo coperto mentre si scioglie o schizzerà. Lasciate raffreddare un po’ prima di aggiungerlo alle uova.
CONSERVARE L’ACETO DI VINO RIDOTTO
l’aceto ridotto, si raffredda e si conserva in bottiglia come al solito.

Japanese pancake
di Lara

 

150 g di farina autolievitante
½ cucchiaino di lievito per dolci
2 cucchiai di zucchero semolato dorato
2 uova
1 cucchiaio di olio di semi di girasole
180 ml di latte
un pizzico di estratto di vaniglia
olio spray per cucinare o un olio da cucina dal sapore delicato
sciroppo d’acero, gelato, pancetta croccante, frutti di bosco o qualsiasi cosa ti piaccia per servire.

 

Setacciate la farina e il lievito in una ciotola e aggiungete lo zucchero. Fate un buco al centro e aggiungete le uova e l’olio. Mescolate e quindi aggiungete gradualmente il latte e la vaniglia, utilizzate una frusta. Potete anche mettere il tutto in un frullatore e frullare per pochi secondi.
Mettete una padella antiaderente su fuoco basso e adagiate uno o due anelli da crumpet antiaderenti o ben oliati da circa 3,5 cm di altezza nella padella. Spruzzate la padella leggermente con l’olio e anche l’interno degli anelli. Riempite gli anelli di composto per non più di ¾, quindi coprite la padella con un coperchio e fate cuocere i pancake per circa 10 minuti a fuoco molto basso. A questo punto la parte superiore della frittella dovrebbe essere coperta da piccole bolle e apparire asciutta attorno ai bordi.
Con molta attenzione capovolgete i pancake. È possibile farlo sollevando ogni pancake sul suo anello con l’aiuto del coperchio e poi girandolo farlo scivolare nuovamente in padella. Fate cuocere per altri 1-2 minuti sul secondo lato. Tenete al caldo mentre preparate il resto dei pancake. Impilate e servite con ciò che preferite. Nelle foto sciroppo d’acero e panna alla cannella.

Chocolate-filled pancakes with caramelised banana
di Silvia

Per 4 persone
200 g di farina autolievitante
1 ½ cucchiaino di lievito per dolci
4 cucchiai di zucchero semolato dorato
3 uova grandi
25 g di burro fuso più extra per cucinare
200 ml di latte
olio vegetale
200 g crema di cioccolato spalmabile fondente
3 banane grandi sbucciate e tagliate a fettine
sciroppo d’acero
4 cucchiai di nocciole tostate e tritate

Mescolate con una frusta la farina, il lievito, 1 cucchiaio di zucchero e un pizzico di sale in una ciotola capiente. Fate un pozzo al centro, aggiungete le uova, il burro fuso e il latte. Mescolando gli ingredienti umidi al centro, incorporate gradualmente gli ingredienti secchi fino ad ottenere una pastella densa e liscia. Riscaldate il forno al minimo e mettete un paio di teglie per mantenere caldi i pancakes mentre li cuocete. Sciogliete una noce di burro e un filo d’olio a fuoco medio, in una padella antiaderente di 18 cm di diametro. Quando il burro sta schiumando, versate 70 g di pastella.
Farcite con 2 cucchiaini di crema di cioccolato il centro di ogni pancake e coprite solo la crema di cioccolato con un po’ di pastella. Continuate la cottura per 1-2 minuti fino a quando la parte inferiore è dorata, quindi capovolgete delicatamente il pancake e cuocete per 1 minuto in più sull’altro lato. Quando è dorato, trasferitelo in una delle teglia riscaldate e tenetelo al caldo nel forno mentre cuocete gli altri. A cottura ultimata dei pancakes, caramellate le banane. Prendete una padella larga e versate lo zucchero rimanente. Riscaldare lo zucchero fino a quando non si scioglie e inizia a bollire ed è diventato di un colore ambrato, quindi aggiungete le banane e ricopritele di caramello. Se lo zucchero si indurisce, aggiungete un po’ di sciroppo d’acero o acqua.
Servite le frittelle impilate con i pezzi di banana caramellati tra gli strati e in cima.
Irrorate con lo sciroppo d’acero e spargete sopra le nocciole.

Rainbow pancake
di Therese

Ingredienti per 4 persone
200 g di farina
1 cucchiaino di lievito in polvere
1 cucchiaio di zucchero semolato
½ cucchiaino di estratto di vaniglia
200 ml di latte
3 uova
25 g di burro
colorante alimentare rosso, giallo, verde e blu
per servire
frutta fresca a scelta
panna montata
sciroppo d’acero

Versate tutti gli ingredienti in una ciotola tranne i coloranti. Lavorate con la frusta fino ad avere una pastella liscia e priva di grumi. Dividete la pastella in 5 ciotoline. Lasciate una ciotolina di pastella al naturale, e coloratele altre 4 aggiungendo qualche goccia di colorante alimentare. Fate sciogliere il burro. Mettete sul fuoco una padella antiaderente, spennellate con un po’ del burro fuso ed iniziate a cuocere i pancake. Versate un cucchiaio di pastella alla volta formando dei cerchi di 4-5 cm. Da ogni impasto colorato, dovreste ottenere 4 pancake. Cuocete per 2 minuti, non appena vedete i pancake piene di bolle girate e cuocete per un altro minuto dall’altro lato. Impilate i pancake, mettendo una di ogni colore, in modo che ognuno possa ottenere una torre di pancake arcobaleno nel proprio piatto. Servite con frutta fresca, panna e un filo di sciroppo d’acero.

Espresso Martini pancake
di Chiara

Ingredienti per 10 pancake:
200g farina 00
1 cucchiaio di caffè istantaneo mescolato con un cucchiaio di acqua calda
1 cucchiaino di lievito per dolci
1 cucchiaino di zucchero di canna semolato
1/ cucchiaio di estratto di vaniglia
200 ml di latte
3 uova
25g di burro fuso, più una noce per cuocere i pancakes
Per completare
100 ml di caffè espresso
4 cucchiai di zucchero semolato
25 ml liquore al caffè
130g di mascarpone
70g di yogurt greco
1 cucchiaio di vodka
4 cucchiai di zucchero a velo
40 g di scaglie di cioccolato

In un pentolino portate ad ebollizione il caffè con lo zucchero semolato e il liquore al caffè. Cuocete per 5-10 minuti fino ad ottenere uno sciroppo. In una ciotola mescolate assieme il mascarpone, lo yogurt greco, lo zucchero a velo e la vodka. A parte sbattete le uova, con il latte ed il burro fuso. Unite il caffè istantaneo sciolto nell’acqua calda e l’estratto di vaniglia. Incorporate la farina mescolata allo zucchero, fino ad ottenere una pastella liscia. Infine inserite il lievito. Scaldate una padella antiaderente con un velo di butto. Versatevi una cucchiaiata di impasto, quando i bordi inizieranno ad essere dorati e sulla superficie si saranno formati dei buchini, capovolgete il pancake e cuocete l’altro lato. Depositate la frittella su un piatto e continuate con questo processo fino alla fine del composto. Impilando i pancake uno sopra l’altro.
Una volta pronti i pancake, impilateli uno sopra l’altro distribuendo il composto con il mascarpone tra strato e strato. Versatevi lo sciroppo al caffè, decorate con le scaglie di cioccolato e servite.

Fluffy pancake with cherry-berry syrup
di Francesca

 

 

350 g di farina autolievitante ( o 350 g di farina +
2 cucchiaini colmi di lievito in polvere)
¼ cucchiaino di cannella in polvere
2 cucchiaini di zucchero semolato+30 g
2 uova grandi
150 g di latticello(o semplice yogurt)
325 ml di latte
200 g di mirtilli freschi o congelati
150 g di ciliegie denocciolate congelate o in scatola
1 cucchiaino amido di mais
1 baccello di vaniglia (o 1 cucchiaino di pasta di fagioli o estratto)
200 gr di fettine di pancetta affumicata
burro per la cottura
200 g di mascarpone
sciroppo d’acero per accompagnare

Preparate l’impasto per i pancake un giorno prima di cuocerli e tenetelo al fresco, oppure preparatelo almeno una ventina di minuti prima di cuocere I vostri pancake.

In una ciotola unite la farina, il lievito, la cannella e 2 cucchiaini di zucchero, aggiungete un buon pizzico di sale e mischiate il tutto con una frusta. In un altra ciotola unite le uova, il latticello, o lo yogurt, e il latte; quindi uniteli alla ciotola degli ingredienti secchi e mescolate velocemente fino ad avere una pastella abbasanza liscia.
Coprite e fate raffreddare fino a quando non si è pronti a cuocere i pancake.
Mettete i mirtilli, le ciliegie, l’amido di mais, 2 cucchiai di zucchero e la vaniglia in una padella e mescolate fino a quando le bacche non sono ricoperte dallo zucchero e dall’amido poi aggiungete 1 cucchiaio di acqua, quindi mettete su fuoco vivace e fate sobbollire per un minuto o 2, o comunque fino a quando le bacche inizieranno a sciroppare senza perdere la loro consistenza.

Tenete da parte a raffreddare, dopo aver rimosso il  baccello di vaniglia, se si è utilizzato.
Riscaldate il forno a 200°C, possibilmente in modalità ventilata, e disponete la pancetta su una teglia rivestita di carta stagnola, fate cuocere qualche minuto finchè inizierà a dorare. Mettete da parte.
Scaldate una noce di burro in una padella dal fondo pesante, e cuocetevi uno alla volta I vostri pancake, versando all’incirca un mestolo di pastella per volta nella padella e facendo attenzione da un lato a tenere via via il fondo della padella unto con il burro, dall’alto di tamponarne via via il grasso in eccesso.

I pancake andranno cotti più o meno un paio di minuti per lato, su fuoco medio alto; I pancake devono sfrigolare leggermente ma non friggere e la padella non deve raggiungere il punto di fumo. Se si dispone di una padella molto ampia si possono cuocere più pancake insieme basta ricordare di distanziarli molto l’un latro.

Cuocete ogni pancake fino a quando la parte inferiore appare dorata; a questo punto piccole bolle dovrebbero comparire sulla superficie e ciò vi indicherà che è il momento giusto per girarli. Trasferire i pancake sulla teglia calda per evitare che si raffreddino troppo.
Servite i pancake accompagnandoli con un cucchiaio di mascarpone, le fettine di pancetta e la salsa di mirtilli e ciliegie bella calda. Accompagnate con sciroppo d’acero da vesare sul momento.

 

 

Share Post
Written by
Latest comments
  • Avatar

    Che goduria! Grazie Ila non conoscevo le origini dei pancakes

  • Avatar

    E pensare che per me il pancake è sempre stato dolce, come mi sbaglio, quante ricette da provare anche salate!!!

  • Avatar

    che cose stupende e tentatrici!!!!
    grazie !!!

LEAVE A COMMENT