A volte facciamo scelte radicali, “Cambio casa, cambio lavoro, cambio vita”.
Ma le scelte sono fatte anche di piccoli gesti quotidiani. E spesso sono proprio i piccoli dettagli a cambiare il mondo, un pezzettino per volta.
Tutti noi, almeno una volta nella vita, abbiamo provato a diventare vegetariani, una scelta per molti etica e consapevole, ma se la carne piace tale scelta risulta troppo estremista.
Ed ecco che arriva il Meat Free Monday: smettere di mangiare la carne un solo giorno a settimana, il lunedì, appunto.
Magiare vegetariano non è assolutamente triste, al contrario! E farlo “part-time” ci aiuta a scoprire nuovi ingredienti, nuovi sapori, i prodotti di stagione e tutta la ricchezza delle proteine vegetali e dei latticini, troppo spesso sottovalutate.
Un solo giorno alla settimana per il benessere degli animali, dell’ambiente, di noi stessi.
Oggi vi offriamo il modo migliore per mostrare la bontà gastronomica di questa scelta. Sana, giusta e buona. Perché GREEN IS THE NEW BLACK!

Ricette tratte da Healthy Diet, Vegan Food & Styling, Food to Love e Olive di gennaio/febbraio 2019

 

Crema di piselli, menta e panna acida
di Lara Bianchini

GREEN IS THE NEW BLACK

Per 4 Persone:
4 cipollotti freschi medi tritati
1 spicchio d’aglio tritato
650 g di piselli freschi o scongelati
650 ml di brodo vegetale
100 g di spinaci
10 g di menta + extra per decorare
100 g di panna acida + 4 cucchiai
la scorza grattugiata di 1 limone
10 ml di succo di limone fresco
olio extravergine d’olive

Versate un giro d’olio in una pentola capiente e mettete su fuoco medio. Aggiungete la cipolla e l’aglio e cuocete per 2/3 minuti, fino a che non inizieranno ad ammorbidirsi.
Aggiungete i piselli e il brodo vegetale, cuocete per 10 minuti fino a che i piselli non saranno teneri. Togliete dal fuoco e mettete da parte una cucchiaiata di piselli per la decorazione finale.
Aggiungete gli spinaci, la menta, 100 g di panna acida, metà della buccia di limone e tutto il succo di limone. Frullate con un frullatore a immersione e aggiustate di sale e pepe.
Mescolate la rimanente panna acida con 3 cucchiaini d’acqua.
Servite la zuppa e decorate con la panna acida morbida, i piselli rimasti, le foglioline di menta e la scorza di limone rimasta.

Vellutata di finocchi, rape e chips di pere
di Giuliana Fabris

Per 4 persone:
1,5 kg di finocchi
1 porro medio
2 coste di sedano
250 g di rape
2 spicchi d’aglio
300 g di patate
750 ml di brodo vegetale
2 tazze di acqua calda
250 ml di panna liquida fresca
2 o 3 cucchiai di olio d’oliva
Per le chips di pera:
1 pera kaiser non troppo grande
2 cucchiai abbondanti di olio d’oliva
1 cucchiaino di zucchero semolato
1 pizzico di cannella in polvere

Mondate le verdure, lavatele e asciugatele.
Tritate grossolanamente i finocchi. Affettate il porro, il sedano e le rape, tagliate a pezzetti le patate.
In una casseruola scaldate l’olio poi unite i finocchi tritati e lasciateli insaporire per un paio di minuti,
mescolando. Aggiungete il porro, il sedano e le rape e continuate la cottura per circa 15 minuti sempre
mescolando fino a quando le verdure inizieranno a caramellarsi. Schiacchiate l’aglio e aggiungetelo, quindi
versate il brodo e l’acqua e riportate a bollore. Abbassate il fuoco e continuate la cottura a pentola coperta
finchè le verdure saranno molto tenere.
Nel frattempo preparate le chips di pera. Mescolate la cannella con lo zucchero in una tazzina poi, usando
un coltello dalla lama molto affilata, o una mandolina, affettate le pere lasciando la buccia, eliminate i
semini interni. Scaldate l’olio e friggetele finchè sono ben dorate e croccanti, scolatele su della carta da
cucina e spolveratele ancora calde con il mix di zucchero e cannella. Tenetele da parte.
Quando le verdure saranno cotte, aggiungete metà della panna liquida, poi frullate tutto col minipimer fino
ad avere una crema densa e vellutata. Mettetela nei piatti ben calda e completate ogni piatto con un filo d’
olio e un cucchiaio di panna liquida, una generosa macinata di pepe e una chips di pera.

Spaghettoni con mandorle e friggitelli
di Leila Capuzzo

Per 4 persone:
200 g di friggitelli
1⁄4 di spicchio di aglio
35 g di mandorle lasciate a bagno per una notte e poi sbucciate
1 mazzetto di prezzemolo
50 g di ricotta salata o pecorino romano finemente grattugiato più un extra per servire
olio extravergine d’oliva
400 g di spaghettoni anche quadrati

Fiammeggiate accuratamente i peperoni o, in alternativa scottateli su una padella o sotto una griglia.
Metteteli in una ciotola e fateli raffreddare coperti. Spelateli, rimuovete il gambo e i semi e metteteli in un frullatore con l’aglio, le mandorle e il prezzemolo.
Aggiungete un cucchiaio di acqua e iniziate a frullare. Unite l’olio di oliva e il formaggio e frullate ancora fino ad ottenere la consistenza di un pesto quindi regolate di sale.
Cuocete gli spaghettoni, scolateli al dente e conditeli con la salsa utilizzando se necessario un poco di acqua di cottura della pasta.
Spolverizzate, se desiderate, con un po’ di formaggio e mandorle a scaglie.

Insalata di riso con verdure e dressing di miso
di Valeria Caracciolo

Per 4 persone:
300 g di riso venere
2 cucchiai di olio extravergine di oliva
200 g di broccoletti
150 g di taccole
200 g di cavolo rosso affettato finemente
150 g di ravanelli affettati finemente
150 g di fagioli di soia
1 avocado
Per il dressing:
60 g di anacardi non salati
1 cm di radice di zenzero pelata e tritata
3 1⁄2 cucchiai di miso in pasta
2 cucchiai di olio extravergine di oliva
3 1⁄2 cucchiai di succo di limone
1 cucchiaio di sciroppo di riso o di acero
sale q.b.

Cuocete il riso in acqua bollente salata per circa 18 minuti. Scolate con un un colino e coprite con carta da cucina e tenete da parte.
Nel frattempo scaldate metà olio in una padella a fuoco vivace. Aggiungete I broccoletti e cuocete per 2 minuti. Aggiungete 3 cucchiai d’acqua, mescolate e lasciate cuocere per 5 minuti, o finché non saranno morbidi, con il coperchio.
Trasferiteli in un piatto eliminando l’acqua di cottura e, nella stessa padella, scaldate il rimanente olio, quindi aggiungete le taccole. Lasciate cuocere un paio di minuti, quindi trasferitele nel piatto con i broccoletti.
Per il dressing, mettete tutti gli ingredienti in un frullatore con 100 ml di acqua e frullate fino ad ottenere un composto liscio ed omogeneo. Assaggiate ed aggiungete sale o succo di limone a seconda del vostro gusto.
Impiattate l’insalata mettendo il riso sul fondo del piatto, quindi il cavolo rosso, le verdure cotte, i ravanelli, i fagioli di soia e l’avocado. Condite con il dressing e servite.

 

Riso pilaf al cardamomo con carote, patate e spinaci
di Vittoria Traversa

Per 4 persone:
400 g di carote baby con il ciuffo non sbucciate, il verde ridotto a 1 cm
400 g di patate novelle tagliate in quarti
2 cucchiai di sciroppo d’acero
60 ml di olio extravergine d’oliva
300 g di cipolle ramate affettate sottilmente
2 spicchi d’aglio schiacciati
½ cucchiaino di semi di cumino
6 bacche di cardamomo verde schiacciati
300 g di riso basmati
750 ml di brodo vegetale
100 g di foglie di spinaci baby
Per guarnire:
rametti di coriandolo (o prezzemolo) e anacardi
YOGURT AL CORIANDOLO E ANACARDI
140 g di yogurt greco
2 cucchiai di coriandolo fresco tritato grossolanamente (o prezzemolo)
2 cucchiai di anacardi tostati, tritati finemente

Preriscaldate il forno a 220° C / 200° C ventilato.
Mettete carote e patate in una teglia foderata di carta da forno, irrorate con sciroppo d’acero, 2 cucchiai di olio e salate. Arrostite per 25 minuti o fino a quando la verdura sarà tenera. Tenete in caldo.
Scaldate l’olio rimanente in una grande casseruola a fuoco medio, aggiungete cipolla, aglio, cumino, cardamomo e cuocete mescolando per 3 minuti o fino a quando la cipolla sarà morbida.
Aggiungete il riso e mescolate per amalgamare tutto. Salate leggermente, poi aggiungete il brodo e portate ad ebollizione. Riducete il calore, coprite e cuocete a fuoco lento per 15 minuti o fino a quando il riso non sarà tenero. Aggiungete gli spinaci alla padella negli ultimi 5 minuti di cottura. Regolate il sale.
Preparate la salsa mescolando lo yogurt con gli anacardi e il coriandolo in una ciotola.
Servite il riso pilaf accompagnato dalle carote e patate, decorato con i rametti di coriandolo e gli anacardi e accompagnate con la salsa preparata.

Pizza con insalata di zucca persiana
di Bianca Berti

Per 4 persone:
Farina di riso bianco, per stendere
1 base per pizza senza glutine
1200 g di zucca giapponese
80 ml di olio extravergine di oliva
2 cucchiaini di zeste di limone finemente grattugiate
scorza di limone
2 cucchiai di succo di limone
4 ravanelli tagliati a fettine sottili
2 cipollotti tagliati a fettine sottili
5 g di basilico fresco
5 g di coriandolo fresco
5 g di menta fresca
5 g di aneto fresco
280 g di Labne o prescinseua o yogurt greco
250 g di pomodori misti affettati
45 g di pistacchi tritati grossolanamente
Advieh spice mix:
2 cucchiaini di petali di rosa essiccati
1 cucchiaino di semi di cumino
1 cucchiaino di cannella in polvere
1 cucchiaino di noce moscata
1 cucchiaino di cardamomo macinato
½ cucchiaino di cumino macinato
½ cucchiaino di chiodi di garofano macinati

Preriscaldate il forno a 220 ° C.
Imburrate due teglie da forno, quindi spolverate con la farina di riso.
Dividete l’impasto in quattro porzioni. Stendete ogni porzione su una superficie spolverata di farina di riso a forma di cerchio da 15 cm di diametro.
Stendete sulle teglie. Coprite e lasciare lievitare fino a quando necessario.
Coprite due teglie con la carta da forno.
Preparate il mix di spezie per advieh.
Lavate, tagliate e rimuovete i semi dalla zucca, tagliatela in 12 spicchi e dividete le fette tra le teglie.
Ungete con 2 cucchiai d’olio; condite entrambi i lati con 2 cucchiaini di mix di spezie per advieh, salate e pepate.
Cuocete per 40 minuti la zucca fino a quando non sarà dorata e la pelle non si staccherà dai bordi.
Emulsionate l’olio rimanente con le zeste e succo di limone in una piccola ciotola. Salate a piacere.
Immergete il ravanello e il cipollotto in acqua ghiacciata per 5 minuti. Scolate e asciugateli lasciandoli su un tovagliolo di carta.
Mettete il ravanello e cipollotto in una ciotola media con le erbe aromatiche; mescolate delicatamente per insaporire il tutto.
Cuocete le basi per pizza per 20 minuti o fino a doratura.
Posizionate basi su dei taglieri e spalmatele con il labne. Distribuite la zucca, il pomodoro e il mix di verdure. Cospargete di pistacchi.
ADVIEH SPICE MIX
Macinate i petali di rosa e semi di cumino in un mortaio con un pestello fino a te creare una polvere ruvida. Mescolare le spezie rimanenti.

Insalata di crescione, patate dolci e feta con mirtilli rossi secchi
di Manuela Valentini

Per 2 persone:
2 patate dolci
sale e pepe
1 cucchiaio di olio d’oliva
40 g di noci
85 g di crescione (o valeriana)
50 g di mirtilli secchi
60 g di Formaggio feta sbriciolato
1 cucchiaio di succo di limone
1 cucchiaino di miele di acacia
2 cucchiai di olio extravergine di oliva

Preriscaldate il forno a 180° C.
Lavate bene le patate e tagliatele a fettine. Disponete le fette di patata in una teglia da forno, irroratele con l’olio d’oliva, mescolatele per ricoprirle d’olio uniformemente e conditele con sale e pepe. Infornatele e cuocetele per circa 30 minuti o fino quando saranno cotte.
Tostate in forno per 5 minuti le noci sgusciate.
Preparate il condimento sbattendo insieme il succo di limone e il miele con un pizzico di sale e pepe, poi aggiungete l’olio d’oliva, una goccia alla volta, sbattete continuamente.
Quando le fettine di patata dolce sono cotte assemblate l’insalata.
Mettete il crescione, le patate dolci, le noci, i mirtilli e la feta in una ciotola e condite. Servite immediatamente.

Vortice di ratatouille
di Camilla Assandri

Per 4 persone:
500 ml di salsa di pomodoro e basilico
2 spicchi d’aglio
2 melanzane medie
1 zucchina grande
4 pomodori maturi
Sale
Olio extra vergine d’oliva

Preriscaldate il forno a 200° C.
Versate la salsa di pomodoro in una padella, quindi tritate finemente l’aglio e mescolatelo nella salsa.
Tagliate le melanzane, le zucchine e i pomodori a rondelle.
Disponete ogni verdura attorno al bordo della padella sopra la salsa di pomodoro, per creare una spirale.
Ripetete l’operazione finché non creerete un vortice, coprendo tutta la padella.
Spennellate le verdure con un po’ di olio extra vergine d’oliva e salate a piacere.
Coprite la ratatouille con un foglio di alluminio e cuocete in forno per 30 minuti.
Togliete il foglio di alluminio e continuate la cottura per altri 30 minuti.
Sfornate e lasciate riposare la ratatouille per 10 minuti prima di servire.

Written by
Latest comment
  • AvatarAvatar

    Purtroppo non ho mai tollerato le verdure da sempre sia cotte che crude e miste assieme. Alla grande riesco una alla volta e non tutte e qui purtroppo mi attirano ma non fanno per me. Bei piatti bravi grazie mi sono riempita la pancia con lo sguardo. Buona settimana.

LEAVE A COMMENT