Noi ci abbiamo provato fino all’ultimo a non cedere. Volevamo un mese detox fatto di insalate, sandwiches salutari, colazioni energizzanti ma all’insegna del dietetico, ma poi sfogliando le riviste di gennaio non abbiamo resistito alla vastissima proposta di dolci golosissimi.
Abbiamo cercato di selezionare quelli con la frutta, ma poi perché non pensare anche a chi la frutta non la può proprio mangiare? Esisterà pur qualcuno per cui una cascata di cioccolato è più salutare di una macedonia.
Siccome qui a Passiamole in rivista si pensa proprio a tutti, ecco qui una carrellata di dolci tentazioni per tutti i gusti e tutti i palati.

Pere sciroppate al cardamomo
di Alice del Re

Per 6 persone:
6 pere
200 g di zucchero di canna
1 baccello di vaniglia
1 cucchiaio di baccelli di cardamomo
Succo di 1 limone

Lavate le pere, sbucciatele e conservate il picciolo. Tagliatele a metà nel senso della lunghezza ed eliminate il torsolo.
Versate 75 ml di acqua in una casseruola, unite lo zucchero, il baccello di vaniglia diviso a metà, il succo di limone e i semi di cardamomo. Portate ad ebollizione e poi unite le pere.
Fate cuocere coperte a fuoco basse per 15-20 minuti circa.
Fate raffreddare le pere nello sciroppo.

Cappuccino Choco-Cafè
di Camilla Assandri

Per 4 persone:
200 g di cioccolato fondente
4 tuorli d’uovo
200 ml di panna liquida
200 ml di latte
125 g di zucchero semolato
250 ml di caffè caldo
1 cucchiaio di caffè solubile
4 Alchechengi per la decorazione (opzionale)

Mescolate il caffè caldo con 50 g di zucchero semolato e lasciate raffreddare completamente. Versatelo in un contenitore poco profondo e ponetelo in freezer per almeno 3 ore.
Tritate il cioccolato fondente. Riscaldate il latte in una casseruola.
Montate i tuorli con lo zucchero semolato rimasto fino a renderli chiari e spumosi. Aggiungete il caffè solubile e poi versate il latte caldo, mescolando con cura.
Trasferite nuovamente nella casseruola e fate addensare la crema a fuoco basso.
Versate la crema bollente, poca alla volta, sul cioccolato, mescolando continuamente. Lasciate raffreddare.
Montate con le fruste elettriche la panna liquida, lasciatene da parte alcuni cucchiai per la decorazione e la restante incorporatela alla crema di cioccolato.
Dividete il composto in 4 bicchieri e ponete in frigorifero per 2 ore.
Estraete il caffè dal freezer qualche minuto prima e con l’aiuto di un cucchiaio raschiate la superficie per formare tanti cristalli di ghiaccio.
Tirate fuori dal frigorifero i bicchieri e guarnite il cappuccino di cioccolato e caffè con la panna montata, il caffè in cristalli e l’alchechengi (o altro a vostra scelta).

Panna cotta al limone con salsa di lamponi
di Katia Zanghì

10 g di acqua fredda
½ cucchiaino di gelatina in polvere
10 g di acqua bollente
180 ml di panna fresca
30 g di succo di limone
50 g di zucchero
50 g di lemon curd
un pizzico di sale
Per la salsa
80 g di lamponi freschi o congelati
50 g di zucchero
50 g di marmellata di lamponi senza semi
5 g di succo di limone fresco
un pizzico di sale
lamponi freschi

Mescolate insieme l’acqua fredda e la gelatina, lasciate riposare 1 minuto, quindi portate a ebollizione, continuando a mescolare, fino a che la gelatina non sarà completamente sciolta.
Per la crema, in una casseruola, unite alla panna il succo di limone, lo zucchero, il lemon curd e il sale e portate velocemente a ebollizione. Mescolate bene, finché il lemon curd non si sarà sciolto perfettamente, amalgamandosi al resto. Fuori dal fuoco, unite con attenzione la gelatina.
Distribuite il composto tra due formine leggermente unte e mettete in frigorifero a raffreddare, coperto con pellicola trasparente, per almeno 4 ore.
Per la salsa, scaldate i lamponi, lo zucchero e la marmellata in una casseruola, portando ad ebollizione a fiamma medio-alta. Riducete la fiamma e cuocete a fuoco lento fino a quando non si sarà addensato, per circa 3/4 minuti. Aggiungete mescolando il succo di limone e il sale e mettete da parte, al fresco, per almeno due ore.
Servite il biancomangiare, sformato, con la salsa di lamponi.

Tarte au Chocolat
di Camilla Assandri

Per la base:
170 g di farina (più quella necessaria per la stesura dell’impasto)
2 cucchiai di zucchero semolato
100 g di burro freddo non salato a cubetti
1 tuorlo d’uovo medio
Sale q.b.
Per il ripieno:
200 g di cioccolato fondente tritato grossolanamente
100 g di burro non salato freddo a cubetti
½ cucchiaino di estratto di vaniglia o semi di bacca di vaniglia
3 uova medie più 2 tuorli
80 g di zucchero semolato
Un pizzico di sale

Preparate la base mescolando insieme la farina setacciata con lo zucchero semolato e un pizzico di sale.
Aggiungete il burro freddo tagliato a cubetti e lavorate l’impasto fino a quando avrete ottenuto un composto sabbioso. Unite il tuorlo d’uovo con un paio di cucchiai di acqua fredda. Amalgamate tutti gli ingredienti e formate una palla omogenea.
Avvolgete l’impasto nella pellicola trasparente per alimenti e ponetelo in frigorifero per almeno 20 minuti.
Preriscaldate il forno a 190°C (170°C se ventilato).
Stendete la pasta con il mattarello su una superficie leggermente infarinata.
Adagiate l’impasto nella teglia e dopo averlo pressato sulla base e sui bordi eliminate la pasta in eccesso.
Mettete la teglia in frigorifero per 20 minuti.
Coprite la base con un foglio di carta da forno e riempite con fagioli o ceci secchi oppure riso crudo.
Cuocete a 190°C per 12-15 minuti, estraete dal forno e togliete la carta utilizzata.
Abbassate il forno a 180°C (160°C se ventilato).
Nel mentre preparate il ripieno facendo sciogliere a bagnomaria il cioccolato fondente con il burro. Incorporate la vaniglia e un pizzico di sale. Mescolate e lasciate raffreddare per 15 minuti.
Sbattete con il frullatore elettrico le uova intere, i tuorli e lo zucchero semolato in una ciotola fino a quando il composto sarà chiaro e spumoso.
Versate la crema di cioccolato ottenuta all’interno della base della torta.
Cuocete a 180°C per 15-20 minuti poi estraete la torta dal forno e lasciatela raffreddare.
Servite la torta al cioccolato con panna montata, meringhe e frutta fresca.

Torta con crumble di mela e cannella
di Manuela Valentini

Per 8 persone e tortiera da 23 cm:
400 g di mele brame sbucciate e tagliate a pezzi di 1 cm
1 limone succo e buccia grattugiata
225 g di burro a temperatura ambiente
225 g di zucchero semolato
3 uova grandi
225 g di farina auto-lievitante
1 cucchiaino di cannella in polvere
1 cucchiaino di lievito per dolci
50 g di mandorle tritate
Per crumble
1 noce di burro
2 mele rosse tagliate a fettine
30 g di burro freddo a cubetti
50 g di farina 0
30 g di zucchero di canna
1 pizzico di cannella macinata

Preriscaldate il forno a 180 °C statico o a 160 °C ventilato.
Mettete le mele tagliate a cubetti in una ciotola e irroratele con il succo di limone. In una grande ciotola con le fruste elettriche montate il burro con lo zucchero e la scorza del limone fino a quando sarà chiaro e spumoso. Continuando a montare aggiungete un uovo alla volta alternandolo con un po’ di farina.
Poi mescolando delicatamente aggiungete la farina rimanente, la cannella e le mandorle tritate. Scolate bene i pezzi di mela dal limone, asciugateli se serve con carta da cucina, quindi mescolateli nella pastella della torta. Versate tutto l’impasto nella tortiera livellando delicatamente e infornate per 45 minuti.
Appena avete infornato la torta preparate il crumble. Sciogliete la noce di burro in una padella, quindi aggiungete le mele a fette e cuocetele per 2-3 minuti, girandole per caramellarle poi lasciatele raffreddare.
In una terrina con la punta delle dita strofinate il burro e la farina fino a creare uno sfarinato. Aggiungete lo zucchero, la cannella e un pizzico di sale, quindi mescolate lo sfarinato con le mele raffreddate.
Dopo i 45 minuti di cottura, aprite il forno e cospargete la superficie della torta con il crumble e cuocete per 15-20 minuti. La torta è pronta quando il crumble è uniformemente dorato.
Lasciate raffreddare nella tortiera per 10 minuti prima di togliere lo stampo. Potete servirla tiepida o farla raffreddare.

Torta muffin ai mirtilli
di Leila Capuzzo

per uno stampo da 26 cm:
per il crumble
225 g di farina 00
120 g di zucchero semolato
100 g di zucchero di canna
150 g di burro pomata
3 g di zenzero grattugiato
150 g di noci tritate grossolanamente
per la torta
300 g di mirtilli congelati
150 g di farina 00
30 g di farina 00
180 g di panna acida
150 g di burro fuso
2 uova grandi leggermente sbattute
1 bacca di vaniglia (i semi)
120 g di zucchero semolato
5 g di lievito per dolci

Preriscaldate il forno a 175°C. Imburrate uno stampo da 26 centimetri. Per il crumble in una ciotola media mescolate farina, zucchero, burro e zenzero fino ad ottenere un
composto friabile, aggiungete le noci e impastate ancora un poco creando delle briciole.
Per la torta, in una ciotola media disponete i mirtilli e con i 30 gr di farina e scuotete leggermente per farli infarinare. In un’altra ciotola mescolate con una frusta la panna acida, il burro fuso, le uova e la vaniglia. In una ciotola più grande mescolate lo zucchero con la farina e il lievito setacciati assieme, aggiungete il composto di uova e panna acida e fate amalgamare bene l’impasto che risulterà piuttosto consistente. Aggiungere molto delicatamente i mirtilli congelati. Disponete l’impasto nello stampo preparato, cospargete con il crumble e infornate.
Dopo i primi 15 minuti coprite lo stampo con carta forno e continuate per circa 45 minuti o fino a che non avrete verificato con uno stuzzicadenti l’avvenuta cottura.
Servite tiepido.

Orange cream bars
di Antonella Eberlin

dav

200 g di briciole di cracker di Graham (Digestive)
125 g di burro non salato
50 g di zucchero semolato
1 cucchiaino di sale grosso
400 g di crema di formaggio spalmabile
1 1/8 tazze di zucchero a velo
250 g di yogurt
3 grandi uova
1 cucchiaio di scorza d’arancia
75 ml di succo d’arancia fresco
30 g di farina 00
Per guarnire: spicchi d’rancia

Preriscaldate il forno a 200° C.
Foderate una teglia con carta forno, ricoprendo anche i bordi.
In una ciotola, frullate i crackers, il burro fuso, lo zucchero semolato e il sale fino a quando non si è amalgamato il tutto.
Premete la miscela sul fondo della teglia.
Infornate per 10 minuti e poi lasciate raffreddare completamente.
In una ciotola, sbattete il formaggio spalmabile con il mixer a velocità media fino a ottenere una crema morbida. Aggiungete lo zucchero e lo yogurt e lo zucchero
a velo, mescolando fino a quando l’impasto non sarà liscio.
Aggiungete le uova, una alla volta, mescolando bene dopo ogni aggiunta. Aggiungete la scorza e il succo d’arancia e la farina e amalgamate.
Versate il tutto nella teglia con la base di biscotti.
Cuocete fino a quando i bordi non saranno sodi e il centro leggermente umido, da 30 a 35 minuti.
Lasciate raffreddare completamente su una gratella. Conservate in frigorifero durante la notte
Trasferite, aiutandovi con la carta forno, dalla teglia ad un tagliere e tagliare in quadrati.
Guarnite con l’arancia, se lo si desidera.

Post Tags
Share Post
Written by
Latest comments
  • AvatarAvatar

    siete proprio delle tentatrici…
    hahahahaha

  • AvatarAvatar

    Comunque il cioccolato è un medicinale, persino il mio medico dice che lo mangia SOLO perchè fa bene! Ehmmm

LEAVE A COMMENT