MAG about FOOD – GENNAIO

MAG about FOOD è la nuova avventura dell’MTChallenge.

Una rivista nel senso più inconsueto del termine, che delle riviste classiche ha copertine e rubriche, ma che si svilupperà attraverso aggiornamenti quotidiani sul web, senza nessun supporto cartaceo e neppure nessuna “forma” che imprigioni la nostra libertà di scrivere e la vostra di selezionare, di leggere, di raccogliere. Il nostro invito è quello di seguirci tutti i giorni, perchè l’appuntamento con l’MTC diventi un piacevole buongiorno, in un percorso che vorremmo tornare a fare assieme, fra progetti da condividere con tutti i nostri lettori e chiacchierate da scambiarci, a tu per tu.

MAG about FOOD è l’ennesimo gioco di parole, fra il Mad about food (pazzi per il cibo) e il Magazine about food (rivista sul cibo): l’obiettivo è la solita via di mezzo, ossia di parlare di cibo e dintorni in modo lieve, divertente e magari un po’ dissacrante, esattamente come abbiamo fatto in questi anni, accogliendo però le nuove istanze di un mondo che è cambiato e che sta cambiando sotto i nostri occhi. Un cambiamento che vivo in modo molto più consapevole da quando ho il privilegio di abitare nella capitale mondiale del cibo, con tutto il carnet di esperienze culturali, gastronimiche e sensoriali che Singapore offre ogni giorno, in una varietà di combinazioni di sapori, di consistenze, di profumi e di calori che sfinisce la mente e i sensi.

cover1

(…non è che era meglio questa?)

Ho impiegato due anni per capire da che parte fossi girata, culinariamente parlando. Due anni in cui ho prima rifiutato con orrore, poi cautamente assaggiato, due anni in cui sono entrata nelle case di tutti,  nelle cucine di tutti, due anni in cui ho mangiato in ogni  Food Market (Hawker market inclusi, anzi, quelli sono in cima della lista), ho imparato a fare la spesa, a contrattare sui prezzi, ad assemblare ingredienti di cui mai avrei sospettato l’esistenza e ad abituare il mio palato e il mio naso a gusti e profumi del tutto diversi.  Ho imparato che “spicy” non significa “piccante”, anche se la bocca ti si incendia tanto quanto, a fare la pasta di mandorle con gli anacardi, a piegare involtini (chi ha detto “arrotolare”?), ad abbinare le posate giuste ad ogni piatto (e chissà che prima o poi non riesca anche ad usare le bacchette come gli dei comandano).

Oggi, al compimento del terzo anno della nostra vita dall’altra parte del mondo,  la nostra  casa profuma di pandan, la tisana allo zenzero mi dà il buongiorno ogni mattina e un latte caldo con le spezie del masala chai mi accompagna nei miei sonni. Ma oggi, soprattutto, sono una persona completamente diversa da quella che ero tre anni fa, prima di imbarcarmi in questa avventura. Ne parlavo ieri sera con mio marito, di fronte ad un piatto di pollo preparato alla maniera di Sitchuan, che un anno prima non ero riuscita a mangiare e che ieri mi son goduta con tutti i miei sensi. “Tornare indietro sarà impossibile”, gli ho detto.

Ed è la stessa cosa che dico qui, a voi, a tutti i lettori che in questi anni si sono abituati all’MTC strutturato come una gara di una community di amici. Ci ho messo un anno a capirlo, giusto quello appena finito, e anche se approdare a questa scelta è stato tutto fuorchè indolore, restare fedeli ad un format che ormai non mi rappresentava più non aveva nessun senso. Delegare non è servito, di farlo andare avanti da solo non se ne parla: e quindi, si cambia.

 

cover3

(…o questa con la picaggetta che si capisce di più che è la Grecia?)

Si cambia alla luce di una sfida tremendamente impegnativa, perchè l’obiettivo è portare in Italia un po’ di quello che c’è nel mondo, non solo e non tanto a livello di contenuti, quanto nel modo della comunicazione, della percezione di un concetto pensato in maniera ariosa, basata sulla curiosità, sul confronto, sullo scambio: ad ogni pasto, nel food court sotto casa, ho l’imbarazzo di una scelta che spazia sia in profondità che in estensione geografica, in una comunità che dialoga e si arricchisce ogni volta, pur avendo fatto di alcuni piatti e di alcuni ingredienti la cifra più importante della propria identità. E superare il concetto angusto di “ricetta”, che è poi quello che intrappola il web in Italia, da troppi anni, è in buona sostanza l’obiettivo che ci prefiggiamo.

Il test è stato il Calendario dell’Avvento appena concluso che, stando ai risultati di pubblico e di critica 😉 dovrebbe aver funzionato (e con questo, paghiamo un tributo all’educazione cattolica alla modestia 🙂 Il resto, lo potete immaginare dalla prima copertina, lavoro a 4 mani e a 4 bilioni di neuroni impazziti di Annarita Rossi e Mai Esteve e seguire ogni giorno con noi a partire da domani, in un appuntamento quotidiano sul sito e sulla pagina Facebook che ci auguriamo possa farvi compagnia per i 362  giorni a venire, di un anno che vi auguro sempre pieno di entusiasmo e di curiosità come le ultime settimane che abbiamo vissuto con la Redazione e con la Community tutta.

Alessandra

Post Tags
Share Post
Written by

La signora dei pipponi.

Latest comments
  • Mi piace … e tanto !!

  • ‘mmazza che sorpresona! Mi piace, e tanto 😀

  • Lo sapevo che prima o Poi AVRESTI sfornato UN magazine, lo si leggeva tra Le Righe tra le idee che Ci Hai/Avete proposto in questi ultimi mesi, ne avevo parlato ANCHE con mio marito ma non mi aspettavo una cosa del genere. Sei/Siete un pozzo di idee, creatività pura nuova che va oltre ciò che già C’è in giro ed è fighissssssimo! Complimenti e STICAZZI!

  • Era quello che SPERAVO DI vedere nel futuro di mtc, questa è una rivista online, è bellissima, complimenti

  • Applausi a scena aperta. Mi Piace!!!

  • Mi strapiace!!!!
    Nuovo anno, nuova vita… in tutti i sensi!
    E aggiungo anche nuove consapevolezze, ad maiora! 🙂

  • Grazie per spingermi a conoscere “altro”!

  • yuuuuhhhhuuuuuhh

  • Non vorrei essere accusata di essere di parte …ma siete meravigliose…

  • nOVITA’ SEMPRE INTERESSANTI E COINVOLGENTI, BRAVE!!! sEGUIRO’ CON INTERESSE, ENTUSIASMO ED ANSIA OGNI VOSTRA PUBBLICAZIONE!!! #avantituttamtchallenge !!!

  • Wowww!!! Che sorpresona!! Sono curiosa come una scimmia … certo che vi seguirò. Complimenti a te Ale ed a tutta la redazione. 😘😘

  • Era ora!

  • Che sorpresa! Siete piene di iniziative bellissime. E’ sempre più PIACEVOLE seguirvi.
    Ammesso di avere abbastanza fiato!!!😀

  • Congratulation for your outstanding performance….e …tutte le cose più belle!

  • Splendido ed entusiasmante sarà bellissimo e molto intrigante
    Hai ragione è una rivoluzione, ma magari fossero tutte così costruttive

    Bravissima e bravissime

  • Mi sono riempita …. cosa non so di quello che hai espresso di te ma cosa vuoi le vintage 74enni vanno un po a rilento lol…
    Mi sono iscritta alla vostra news perchè tra una cosa e l’altra qualcosa mi perdo anche se alcune di voi le seguo da vicino..
    Mi perdo su face…la scusa è buona dicendo vintage…..
    devo ripassarmi un pò la vostra lista, ma intanto
    buona anno a tutte e auguri per la prosecuzione del vostro lavoro e dell’anno appena arrivato.
    Un abbraccio a tutte e buona serata. edvige

  • Mi ci tuffo con tutte le scarpe, senza se e senza ma!

  • Alessandra la tua presentazione è bellissima, leggerti è un piacere e un grande arricchimento. Questo posto ormai è casa mia e sono felicissima di tutte le novità!

  • Troppo bello! Non vedo l’ora di cominciare… E buon Anno a tutti!!!

  • Parte la Ola e il coro. Lo sentite???? Mi fai venire voglia di trasferirmi non so dove. Applaudo e condivido

  • Che bella notizia! già non mi perdo una riga delle newsletters, Non potrò non seguirvi ! Complimenti ancora per quest’inizitiava!

  • Mapi

    Stare in Redazione ed essere shakerata ogni giorno dal turbinio di idee della Van Pelt è un privilegio e un’esperienza elettrizzante, di cui non posso che essere grata. 🙂
    La vita è dinamismo, il cambiamento ne è l’essenza. Mi scolpisco nella mente a lettere di fuoco il focus che hai così ben espresso: “Si cambia alla luce di una sfida tremendamente impegnativa, perchè l’obiettivo è portare in Italia un po’ di quello che c’è nel mondo, non solo e non tanto a livello di contenuti, quanto nel modo della comunicazione, della percezione di un concetto pensato in maniera ariosa, basata sulla curiosità, sul confronto, sullo scambio. […]E superare il concetto angusto di “ricetta”, che è poi quello che intrappola il web in Italia, da troppi anni, è in buona sostanza l’obiettivo che ci prefiggiamo.”

    GRAZIE DI CUORE ALESSANDRA e Buon 2018 a tutti! <3

LEAVE A COMMENT