Siete stanchi di tutti quei pandori e panettoni che girano per casa fino a Ferragosto,?
O, a furia di seguire Mag About Food, vi siete votati al fatto in casa, ma non vi azzardate con delicatissimi lievitati, rarissime farine e lieviti improbabili?
Siete semplicemente alla ricerca di un dolce diverso per la Vigilia, Natale o Capodanno?

Se avete risposto sì a una o più di queste domande, allora questo post fa sicuramente per voi.

La squadra di Passiamole in Rivista è ancora una volta andata a cercare le idee più nuove, trend e alla moda degli ultimi tempi per proporvi idee di dolci natalizi alternativi che vi permetteranno di cambiare e stupire.

*Le ricette sono tratte da Marmiton, The Australian,  Food to Love, Taste, Donna Hay magazine, Southern Lady, Olive.

 

Spiced caramel buche de noel with toffee nut bark

di Fabiola Palazzolo

Per 10 persone
4 uova
70 g di zucchero di canna
100 g di farina, setacciata
1 cucchiaino di zenzero macinato
1/2 cucchiaino di cannella
250 g di mascarpone
125 ml di panna
2 cucchiai di sciroppo d’acero
70 g di zucchero muscovado

Toffee nut bark :
215 g di zucchero semolato
125 ml di acqua
40 g di noci tritate finemente

Preriscaldate il forno a 180° C, modalità ventilato, lavorate con le fruste elettriche le uova con lo zucchero, appena il composto è spumoso, unite la farina setacciata la cannella e lo zenzero, versate in una teglia ricoperta da carta da forno, 25x30cm.
Cuocete per 10/12 minuti, fate la prova stecchino per vedere se è cotto.
Preparate sul piano di lavoro un canovaccio pulito, sfornate e rovesciate la base sul canovaccio, togliete la carta da forno e arrotolato ancora caldo posizionando la parte finale verso il basso e fate raffreddare.
Nel frattempo montate la panna con lo zucchero e il mascarpone, appena è leggermente soda unite il mascarpone mescolate delicatamente.
Riprendete la base, srotolatela delicatamente, farcite con 3/4 della crema usando una spatola e arrotolatela nuovamente mettendo il dolce su un vassoio con la parte finale rivolta verso il basso.
Ricoprite tutto il rotolo con la farcia restante e riponete in frigo per farlo rassodare.
Preparate il toffee nut bark, in una casseruola unite zucchero e acqua, a fuoco lento fate sciogliere lo zucchero, appena è del tutto sciolto aumentate la fiamma finché raggiunge un colore ambrato, circa 6/8 minuti, unite le noci e mescolate.
Versate il caramello in una teglia ricoperta da carta da forno, inclinandola per distribuire il caramello il più finemente possibile. Mettete da parte e fate raffreddare.
Rompete a pezzi irregolari il toffee e decorate con le scaglie tutta la parte superiore del dolce e servite.

Layer cake al cocco e lamponi

di Valeria Caracciolo

Per 12 persone
150 g di burro sciolto
220 g di zucchero semolato
2 uova leggermente sbattute
1/2 cucchiaino di estratto di vaniglia
40 g di farina di cocco
200 ml di latte di cocco
250 g di farina
10 g di lievito in polvere
un pizzico di sale
3 cucchiai di marmellata di lamponi
lamponi canditi tritati per decorare

Per i biscotti :
60 g di burro ammorbidito
55 g di zucchero semolato
1 tuorlo
1 cucchiaino di estratto di vaniglia
80 g di zucchero a velo
2 cucchiai di acqua bollente
perline bianche per decorare

Per la cream cheese :
375 g di formaggio spalmabile tipo Philadelphia
75 g di burro grattugiato e ammorbidito
240 g di zucchero a velo

Preriscaldate il forno a 160° C modalità ventilato.
Rivestite 2 teglie di 20 cm di diametro con della carta da forno. Nella planetaria, sbattete tutti gli ingredienti meno la marmellata e i lamponi canditi, fino ad ottenere un composto omogeneo.
Dividete il composto equamente nelle due teglie e cuocete per 45 minuti, fate la prova stecchino.
Lasciate raffreddare 5 minuti nelle teglie e poi su una gratella fino a che non saranno completamente raffreddate.

Per fare i biscotti, montate il burro con lo zucchero, con le fruste elettriche o in planetaria, per circa 6-8 minuti. Aggiungete l’uovo e la vaniglia e mescolate per 1 minuti per amalgamare.
Aggiungete la farina e lavorate fino a che non si é assorbita.
Rovesciate su una spianatoia infarinata e formate una palla.
Stendete l’impasto tra due foglia di carta da forno e fate riposare in frigo per mezz’ora.
Tagliate i biscotti con un cutter a forma di alberello, meglio se di diverse dimensioni.
Cuocete i biscotti per 10-12 minuti, rimuovete dalla teglia e fate raffreddare completamente.
Per la cream cheese, lavorate gli ingredienti in planetaria con la frusta per 6-8 minuti fino ad ottenere un composto bianco e cremoso.
Fate raffreddare in frigorifero.
Decorate i biscotti con la glassa, mettendo lo zucchero a velo in una ciotola e mescolandolo con l’acqua bollente fino ad ottenere un composto bianco e compatto.
Decorate i bordi dei biscotti con una tasca da pasticcere con beccuccio sottile e con le perline.
Per assemblare la torta tagliate la parte superiore delle torte per pareggiare, poi tagliatele a metá orizzontalmente.
Farcite ogni strato con la cream cheese ed un cucchiaio di marmellata di lamponi.
Ricoprite con la crema rimanente sia la superficie che i bordi.
Decorate con i biscotti e i lamponi canditi tritati.

Eggnog and fruit cheesecake

di Leila Capuzzo

Per 10 persone
Stampo da 22 cm di diametro
350 di torta per la base (pandispagna, fruit cake o plum cake alla frutta) tagliata a fette di 1 cm di spessore
750 g di formaggio spalmabile ammorbidito
300 g di panna acida
1 cucchiaino da tè di estratto di vaniglia
60 ml di brandy
1/2 cucchiaino da tè di noce moscata in polvere
440 g di zucchero semolato
3 uova
175 g di miele
60 ml di acqua
1 bastoncino di cannella
300 g di ribes
200 g di chicchi d’uva senza semi
10 alchechengi
1 melograno di media grandezza (i semi)

Rivestite la base di uno stampo a cerniera da 22 cm con carta da forno.
Coprite la base dello stampo con le fette di torta.
Cuocete per 10 minuti o fino a che non sono leggermente dorate.
Sfornate e abbassate la temperatura del forno a 150° C.
Nel frattempo mescolate bene con una frusta elettrica il formaggio, la panna acida, la vaniglia, il brandy, la noce moscata e lo zucchero in una ciotola media fino a che non si ottiene un composto liscio.
Aggiungete le uova, una alla volta, fino a quando non saranno ben amalgamate.
Versate la miscela nello stampo ed infornate.
Cuocete la cheesecake per 45 minuti o fino a che la parte centrale al tatto non sarà consistente. Lasciate raffreddare la cheesecake in forno con la porta socchiusa poi copritela e conservatela in frigo per una notte.
Il giorno dopo in un pentolino mescolate il miele con l’acqua, aggiungete il bastoncino di cannella e portate ad ebollizione a fuoco vivo.
Riducete poi il calore e cuocete a fuoco lento finché il composto non si addensa ad una consistenza sciropposa.
Rimuovete la stecca di cannella.
Rimuovete la cheesecake dallo stampo, posizionatela su un piatto da portata e decoratela con la frutta e i semi di melograno. Irrorare con la salsa tiepida al miele.

Tronchetto alla vaniglia con speculoos

di Andrea Candioli

Per 8 persone
Ganache al cioccolato bianco :
4 g di gelatina in fogli (2 fogli)
200 g cioccolato bianco
800 g panna da montare
2 baccelli di vaniglia

Da preparare il giorno precedente.
Ammorbidite i fogli di gelatina in acqua fredda e tagliate la cioccolata bianca a pezzi. In una casseruola, fate bollire la panna con i baccelli di vaniglia. Quando bolle toglietela dal fuoco e aggiungete la gelatina ben strizzata dall’acqua di ammollo. In una ciotola, versate sopra il cioccolato bianco la panna ancora calda. Mescolate per 2 minuti e lasciate riposare in frigorifero per 12 ore.

Cremoso al caramello :
75 g di tuorli (4 tuorli)
30 g di zucchero semolato
15 g amido di riso

Da preparare il giorno precedente.
Unite ai tuorli lo zucchero semolato e mescolate bene con una frusta. Unite poi l’amido di riso setacciato e mescolate bene fino a rendere il composto bello liscio.

18 g gelatina in fogli (9 fogli)
75 g zucchero semolato
100 g latte
2 baccelli di vaniglia
225 g burro

Ammorbidite la gelatina in acqua fredda. In un piccolo pentolino scaldate lo zucchero semolato e fate un caramello non troppo scuro. In un’altra casseruola, fate bollire il latte con il contenuto dei 2 baccelli di vaniglia. Quando lo zucchero caramello è pronto, il latte deve essere già a bollore, quindi versate il caramello nel latte e mescolate velocemente con una frusta. Continuate a mescolare fino a quando il caramello non è completamente sciolto nel latte. Aggiungete la gelatina in fogli ben strizzata, abbassando la fiamma, continuando a mescolare fino a quando la gelatina non è completamente sciolta.
Versate ora il latte con il caramello sui tuorli e cuocete con fiamma al minimo per almeno 4-5 minuti, continuando a mescolare con una frusta, fino a completa cottura della crema.
Togliete la crema dal fuoco e versala in un recipiente freddo. Aggiungete ora il burro a pezzetti continuando a mescolare. Vi accorgerete che man mano che aggiungerete il burro, la crema tenderà stracciare, mescolatela velocemente con la frusta fino a quando la crema risulterà bella liscia.
Versate il cremoso al caramello in piccoli stampi di silicone a forma di mezza sfera.
Lasciate riposare in frigorifero per 12 ore.

Bisquit :
Quando la ganache al cioccolato e il cremoso al caramello hanno riposato 12 ore in frigorifero preparate il bisquit.
Lo stesso giorno che fate il biscuit mettete la ganache nel congelatore almeno per 10 minuti.
Preriscaldate il forno a 180° C ventilato.
110 g di uova intere (2 uova)
180 g di pasta di mandorle
40 g di zucchero semolato
30 g farina 00
sale

In una planetaria o con le fruste elettriche montate le uova con lo zucchero semolato e un pizzico di sale. Riscaldate la pasta di mandorle in microonde per 30 secondi a 1000 Watt, fino a quando è bella calda. Aggiungete la pasta di mandorle a pezzetti ai tuorli continuando a montare, in modo che la pasta di mandorle si amalgami bene al composto. Con una spatola mescolando, dall’alto verso il basso, aggiungete la farina setacciata. Versate il composto in una placca, ricoperta da carta da forno, per uno spessore di circa 3 mm. Infornate e cuocete per 15 minuti.

Fondo di biscotti speculoos :
200 g di speculoos
100 g burro fuso

Sminuzzate i biscotti speculoos. Sciogliete il burro e aggiungete i biscotti spezzettati. Amalgamate bene il tutto.
Togliete la ganache al cioccolato bianco dal congelatore e montatela con uno sbattitore, non alla massima velocità.
Versate una parte della ganache al cioccolato bianco in uno stampo da semifreddo. Togliete le semisfere di cremoso al caramello dal frigorifero e inseritele all’interno della ganache al cioccolato bianco, una accanto all’altra con la parte rotonda verso il basso. Ricoprite il tutto con altra ganache al cioccolato bianco fino a 5 mm sotto il bordo. Aggiungete gli speculoos sminuzzati, coprite con un leggero strato di ganache al cioccolato bianco e completate con il bisquit.
Mettete  il tutto in congelatore per 2 ore.

Nocciole caramellate :
30 g di zucchero
8 nocciole

In una padella, fate un caramello con lo zucchero. Quando è pronto e liquido, toglietelo dal fuoco, attendete circa 30 secondi e aggiungete le nocciole intere. Avvolgetele con il caramello e adagiatele su un vassoio foderato di carta da forno.
Togliete il tronchetto almeno 20 minuti prima di servirlo e decoratelo con le nocciole caramellate.

Choc Cherry Bombe Alaska

di Sara Fumagalli

Per 6 persone
Sponge cake al cioccolato
80 ml di cherry brandy o altro liquore
350 g di gelato al cioccolato
350 g di gelato alla vaniglia
350 g di gelato alla fragola

Meringa all’italiana :
3 albumi di uova grandi
235 g di zucchero semolato
45 ml di acqua
colorante alimentare in gel rosso

Sponge cake :
3 uova
175 g di burro a temperatura ambiente
175 g di zucchero
160 g di farina 00 setacciata
15 g cacao amaro in polvere
1 cucchiaino colmo di lievito per dolci

Lavorate il burro e lo zucchero con una frusta fino a ottenere un composto morbido e omogeneo.
Aggiungetevi quindi le uova sbattute precedentemente, inserendole poco alla volta e continuando sempre a lavorare con le fruste il tutto.
Con l’aiuto di una spatola unite la farina setacciata con il lievito, avendo cura di mescolare dal basso verso l’alto per non smontare la massa; amalgamate tutti gli ingredienti fino a ottenere un impasto liscio e omogeneo.
Versate il tutto su uno stampo imburrato e infarinato e cucinate a 180° C ventilato, per circa 20-25 minuti.
Prendete uno stampo per zuccotto e rivestitelo internamente con della pellicola alimentare. Mettetelo in freezer per 1 ora.
Tagliate in senso orizzontale la torta per ottenere dei dischi dello spessore di 5 mm e tenete la base da parte (otterrete 3 sezioni). Con gli altri dischi, opportunamente tagliati, rivestite il vostro stampo facendo attenzione a ricoprire bene tutta la superficie. Bagnate le fette di torta con una spennellata di cherry brandy. Mettete in freezer.
Prendete il gelato alla vaniglia e lasciatelo raffreddare il tempo che serve affinché si ammorbidisca un pochino ma non troppo da colare. Inseritelo all’interno del dolce, pressatelo bene in modo che si distribuisca in modo uniforme e riponete il dolce in freezer un paio di ore.
Proseguite quindi inserendo il gelato alla fragola e per finire quello al cioccolato. Chiudete il tutto con il disco tenuto precedentemente da parte. Non pressatelo eccessivamente. Riponete in freezer per 6 ore chiudendo il tutto con la pellicola. Togliete il dolce dal frigo, estraetelo dallo stampo e togliete la pellicola alimentare, quindi rimettetelo in freezer con la base rivolta verso il basso.
Preparate la meringa all’italiana.
In un pentolino mettete lo zucchero e l’acqua. Dovete portarlo a ebollizione fino a quando diventa uno sciroppo. Quando avrà raggiunto la temperatura di 115° versatelo a filo negli albumi che avrete iniziato a montare a neve ferma.
Ricoprite il dolce con uno strato sottile di meringa, questo passaggio servirà come base per la decorazione.
All’interno della tasta da pasticcere fornita di punta a stella, fate una striscia di colore aiutandovi o con un pennellino o con uno stuzzicadenti, poi riempite con la meringa.
Decorate il dolce creando dei ciuffetti di meringa e alla fine fiammeggiate con il cannello.
Rimettete in freezer fino al momento di servire.

Trifle profiteroles allo sciroppo d’acero e whiskey

di Francesca Geloso

Per 10 persone
Per il profiterol :
125 ml d’acqua
60 ml di latte
3 g di sale
5 g di zucchero semolato fine
80 g di burro non salato tagliato a pezzetti
110 g di farina 00
3 uova leggermente sbattute
750 g di crema pasticcera già pronta di ottima qualità oppure di crema pasticcera fatta in casa per la farcia

Per lo sciroppo d’acero e whiskey :
375 ml di sciroppo d’acero
60 ml whiskey

Per la finitura :
500 ml di panna liquida
40 g di zucchero a velo
110 g di zucchero semolato fine
30 ml d’acqua

Per preparare i bignè preriscaldate il forno a 180 ° C.
Mettete l’acqua, il latte, il sale, lo zucchero e il burro in una casseruola dal fondo spesso e fate cuocere a fuoco medio, mescolando, fino a quando il burro sarà sciolto e la miscela bollente.
Riducete il fuoco al minimo, aggiungete la farina e mescolate con un cucchiaio di legno per 2 minuti circa, fino a quando il composto sarà liscio e si staccherà dalle pareti della pentola.
Con l’aiuto di una planetaria o di un mixer elettrico lavorate l’impasto per un minuto circa poi aggiungete metà dell’uovo sbattuto e continuate a mischiare finché l’uovo non sarà completamente amalgamato all’impasto.
Aggiungete l’uovo sbattuto rimanente e mischiate fino a quando il composto risulterà ben amalgamato.
Inserite l’impasto in una tasca da pasticcere e formate su di una teglia rivestita con carta forno dei piccoli bignè di 2 cm.
Fate cuocere per 15-18 minuti, o comunque fino a quando i bignè saranno gonfi e dorati.
Una volta pronti lasciate raffreddare completamente.
Nel frattempo, preparate lo sciroppo d’acero al whiskey: mettete lo sciroppo d’acero in una casseruola media a fuoco medio, portate ad ebollizione e fate cuocere per 5/6 minuti, fino quando sarà addensato. Aggiungete il whiskey, mescolate e togliete dal fuoco.
Lasciate raffreddare completamente.
Usando un piccolo coltello, praticate un piccolo foro alla base di ogni profiterole raffreddato. Disponete la crema pasticcera in una tasca da pasticcere con bocchetta 0,5 e farcite tutti i profiterole e tenete da parte.
Preparate la panna montata per gli strati del trifle facendo montare la panna liquida con lo zucchero a velo.
Assemblate il trifle, posizionando uno strato di panna montata alla base del vostro contenitore in vetro. Coprite con uno strato di profiteroles e irrorate con 2 cucchiai di sciroppo d’acero al whiskey.
Ripetete la stratificazione con gli ingredienti rimanenti, finendo con uno stato di panna irrorata di sciroppo e qualche bignè.
Fate un caramello con l’acqua e lo zucchero rimanenti, e lavoratelo facendolo ricadere rapidamente in fili su un supporto rivestito di carta forno poi con le mani leggermente umide date la forma di nidi o altro a vostro piacere.

Naked cake al cacao e cannella con crema burro alla meringa
profumata al mandarino

di Silvia Zanetti 

Per 10 persone
Per il dolce :
540 g di zucchero semolato
385 g farina 00
100 g cacao amaro setacciato
1½ cucchiaino di sale
1½ cucchiaino di lievito per dolci
1½ cucchiaino di bicarbonato di sodio
1½ cucchiaino di cannella in polvere
360 ml di latticello
180 ml di olio vegetale
3 uova grandi
1 cucchiaino di estratto di vaniglia
350 ml di acqua bollente

Riscaldate il forno a 175° C modalità ventilata.
Imburrate ed infarinate i bordi di tre tortiere da 20 cm di diametro e rivestite il fondo con carta forno.
Versate in una ciotola capiente tutti gli ingredienti secchi e mescolateli. In un’altra ciotola versate il latticello, l’olio, le uova e la vaniglia ed amalgamate bene. Versate il composto liquido al centro degli ingredienti secchi e mescolate per incorporare. Infine aggiungete l’acqua bollente e mescolate accuratamente tutto il composto.
Distribuite il composto equamente nelle tre teglie ed infornate per 20-25 minuti, fate la prova stecchino.
Sfornate e fate raffreddare per 10 minuti, poi estraete dalle teglie i tre strati di torta e fate raffreddare completamente su una gratella.

Per le fette di mandarini caramellati :
3 mandarini ( 15 fettine)
200 ml di acqua
150 ml di zucchero

Lavate accuratamente i mandarini, asciugateli ed affettateli, scartando le stremità, in 15 fettine  dello spessore di circa 4 mm. Versate lo zucchero e l’acqua in una pentola capiente e cuocete per 10-15 minuti fino a sciogliere completamente lo zucchero. Sistemate le fette dei mandarini nello sciroppo e cuocete, a fuoco dolce, per 20-30 minuti. Scolate le fette dallo sciroppo e sistematele su un foglio di carta forno per farle raffreddare completamente prima di utilizzarle.

Per la crema burro alla meringa :
100 ml di acqua
350 g di zucchero
300 g di albumi a temperatura ambiente
330 g di burro tipo pomata
2 cucchiaini colmi di buccia di mandarino grattugiata
termometro da cucina

Versate nella planetaria gli albumi e inserite la frusta.
Mettete lo zucchero e l’acqua in un pentolino e fate bollire fino a raggiungere 121° C, ma quando il termometro segnerà i 118° C azionate la planetaria alla massima velocità.
A 121° C spegnete il fuoco, abbassate la velocità della planetaria e versate lo sciroppo a filo direttamente sugli albumi. Appena avrete terminato, aumentate nuovamente la velocità della planetaria e continuate a montare gli albumi finché non saranno diventati bianchi e lucidi. Quando gli albumi avranno raggiunto i 30/35° C abbassate leggermente la velocità ed aggiungete poco per volta il burro a pomata. Infine versate la buccia dei mandarini grattugiata nella meringa e mescolate con una spatola per amalgamare.

Per la decorazione :
100 g di cioccolato fondente
tasca da pasticcere usa e getta
carta forno
4 rametti di ribes fresco

Sciogliete a bagnomaria o nel microonde il cioccolato fondente, versatelo nella tasca da pasticcere. Tagliate la punta della tasca per creare un foro molto piccolo e disegnate sulla carta forno 7-8 linee diritte, lunghe 10 cm, che terminano con un fiocchetto a forma di cuoricino.  Mettete le decorazioni in frigorifero per 20 minuti. Saranno i “fili” da accostare alle fette di mandarino, posizionate sul bordo della torta.

Livellate i tre strati di torta, se necessario, e posizionatene uno su un piatto da portata. Farcite con un 1/3, circa, della crema meringata il primo strato, sistemate e farcite anche il secondo strato quindi anche l’ultimo strato.
Con la crema meringata rimanente, rivestite il bordo del dolce.
Distribuite attorno al dolce, premendole leggermente sulla crema meringata, 7 fette di mandarino caramellate ad altezze differenti ma equidistanti l’una dall’altra. Sopra ogni fetta applicate un “filo” di cioccolata, tagliando la parte in eccesso. Infine decorate con altrettante fette la parta superiore del dolce e il centro con i rametti i ribes. Conservate in frigorifero e prima di servire lasciate il dolce per venti minuti a temperatura ambiente.

Black forest meringue tower

di Ilaria Talimani

Ingredienti per 12-14 persone

MERINGA

8 albumi da uova grandi

500g di zucchero semolato

3 cucchiai di cacao + extra per decorazione

FARCITURA ALLE CILIEGE

500g di ciliegie fresche o congelate o sotto spirito

100g zucchero semolato

succo di mezza arancia

75ml di Kirsch

GANACHE

150g di cioccolate fondente in gocce o a pezzetti

200ml di panna ad alto contenuto di grassi

FARCITURA

400ml di panna ad alto contenuto di grassi

200g di mascarpone

 

Disegnate sul retro di due fogli di carta da forno rispettivamente: sul primo un cerchio da 23cm e uno da 10cm, sull’altro un disco da 18cm e uno da 15cm. Girateli e posizionateli sulle teglie. Riscaldate il forno a 180° modalità ventilato.

Cominciate  a preparare la meringa, versate gli albumi nella ciotola della planetaria e cominciate a montare prima a velocità bassa poi quando si formerà la schiuma a velocità media. Solo quando saranno montati a neve e avranno più che raddoppiato il loro volume, iniziate ad aggiungere lo zucchero un cucchiaio per volta, potrebbero volerci anche dieci minuti e montate ad alta velocità fino a  quando la meringa sarà perfettamente ferma, se rovesciate la ciotola non scende. A questo punto aggiungete il cacao, un cucchiaio alla volta, mescolandolo con una spatola dal basso verso l’alto. Il cacao non deve amalgamarsi perfettamente, ma lasciare delle striature. Versate la meringa in un sac a poche e dressate sui quattro dischi in modo da avere la stessa altezza. Inserite le teglie nel forno e immediatamente abbassate la temperatura a 140°. Cuocete per circa 1,5 h o fino a quando non sarà ferma al tatto. Spegnete il forno e lasciate le meringhe  a raffreddare all’interno per circa 2hs.

Verstate le ciliegie in un pentolino con il succo d’arancia e lo zucchero e cuocete  a fiamma media fino a quando le ciliegie cominciano ad ammorbidirsi ma non si devono sfaldare. Scolatele con un mestolo forato in una ciotola ampia. Rimettete il liquido sul fuoco e lasciate sobbollire fino a  quando non raggiungerà la consistenza di uno sciroppo, togliete dal fuoco e aggiungete il Kirsch. Poi versate nuovamente sulle ciliegie e lasciate raffreddare in frigorifero.

Preparate adesso la ganache portando quasi ad ebollizione la panna e versandola sul cioccolato. Lasciate riposare un paio di minuti in modo che il cioccolato si sciolga completamente e amalgamate con una spatola. Coprite e lasciate raffreddare a temperatura ambiente. La ganache acquisterà così una consistenza spalmabile.

Quando sarete pronti ad assemblare montate la panna con il mascarpone fino a che non sarà ben ferma ma ancora morbida, fate attenzione perché il mascarpone se montato troppo impazzisce e si divide.

A questo punto posizionate il disco più grande come base e spalmatelo con metà della ganache al cioccolato, poi ricoprite con metà della crema al mascarpone, allargandola fino ai bordi. Versate 3-4 cucchiai di ciliegie e un po’ dello sciroppo. Ripetete così con gli altri tre dischi e finite con le ciliegie, una spolverata di cacao a pioggia o dei riccioli di cioccolato, secondo vostro gusto.

Nota:

la torre di meringa è meglio che sia servita e consumata lo stesso giorno della preparazione.

 

Share Post
Latest comments
  • Questi sono veramente dolci delle feste… grazie mille, un dolce più bello dell’altro <3

  • Che spettacolo!

  • Eleonora

    li voglio tutti 🙂
    che spettacolo, ragazzi. Grazie!

  • Ragazzi, avete superato voi stessi!

  • All’improvviso il panettone mi fa tristezza…

  • Addio pandoro, non c’è storia……brave brave!!!!!!!!!!

  • che robaaaaa!

  • ALICE

    Sono una più bella dell’altra! Sono Sbalordita…da restare a bocca aperta! 😍

  • SONO RIMASTA SENZA PAROLE :)))

LEAVE A COMMENT