MTC N. 69 – IL FILO DIRETTO

Dubbi, domande, chiarimenti, assilli, incubi notturni sulla sfida n. 69…

Tutti qui!

Post Tags
Share Post
Written by

La signora dei pipponi.

Latest comments
  • Apro le danze…. un INGREDIENTE del cocktail, ad esempio succo di limone, Nella ricetta posso usare il limone sotto un’altra forma? A fette ad esempio per marinare qualcosa?
    Grazie

    • Direi proprio di sì.. basta solo che si rispetti il senso. Ovvero, se il cocktail ha mezzo litro di limone (esagero apposta), nella ricetta non può essercene una fetta, messa magari a crudo dopo la cottura (esagero anche qui)

      • Grazie… esagerando mi hai fatto capire che ero sulla strada sbagliata…

  • Ciao Giulia, mi chiedevo se il discorso del succo di limone vale pure per il latte…cioè un drink che ha dentro del latte può esser trasformato in un piatto con della mozzarella o del formaggio, che sono prodotti a partire dal latte?

    • Ciao Sonia, ti ho risposto nel gruppo, ma lo metto anche qui, perché può essere utile a tutti.
      direi di no, perché forza un po’ la mano. Ovvero, se il latte si trasforma in altro, unendosi a qualche altro ingrediente (crema di latte, crema, budino..) va bene, ma il formaggio no, perché ha sì la base latte, ma poi ha bisogno del caglio per trasformarsi (che poi sia caglio animale, vegetale o solo acido citrico non importa) in formaggio.

  • Mi unisco a Sonia, ma facendo riferimento al cacao. Posso usare in un piatto salato del cioccolato (75% cacao + zucchero di cocco e pepe nero) al posto del cacao in polvere?

    • Allora, se è destrutturazione eretica direi di sì, perché si può considerare il cioccolato come cacao sotto altra forma, perché lavorato.
      Unica cosa, attenta alle proporzioni: se nel cocktail il cacao è una spolverata (invento), la ricetta finale non può essere una mousse al cioccolato (so che hai detto che è una ricetta salata, ma lascio il commento anche a beneficio dei posteri)

      • Spolverata di qua e di là, tranquilla ☺️ Grazie!

  • Eccomi.
    Vado diretta.
    posso Usare il COLORANTe? Nel caso della Destruttuzione rigorosa intendo 😘

    • sui coloranti no, a meno che non siano previsti nel cocktail originale, trattandosi di destrutturazione pure

      • PerÓ posso usare la gelatina anche se è prevista nel cocktail, facendo l’esempio dell’americano soLido.
        Scusa sto cercando di agirare il problema perchè non è di facile soluzione.
        Mi è venuta un’idea e mi farebbe comodo un aiutino con i colori.

        • Lo so che faccio la guastafeste, e mi spiace, ma aprirebbe a destrutturazioni pure ma non pure.
          L’uso di gelificanti ha senso nella destrutturazione pura perché servono per far cambiare status alla materia, ma il colorante non ha giustificazioni strutturali, perciò e un no.
          [mi sento molto giudice bastardo di x factor, in questo momento]

  • Sei cattivissima 😊.
    Alla fine ho solo un’idEa ma posso cercarmi un altro cocktail che abbia già elementi abbastanza colorati. Non Dovrebbe essere DIFFICILE 😜

    • Il film Cattivissimo Me ha finalmente un volto reale 😀
      Dai, ci sono un sacco di cocktail con elementi colorati!!

  • avrei scelto un cocktail che non è nell’elenco dei classici, diciamo che è di nuova generazione e comunque è stato pubblicato su riviste… può essere accettato?

    • Certo che sì! L’unica richiesta è che non ve lo inventiate di sana pianta (tipo “ho in casa gin, svelto piatti e tappi di sughero” e uso quello), ma se sono cocktail di nuova generazione e pubblicati sono perfetti.. anzi, non vedo l’ora di scoprirlo, mi hai messo una gran curiosità!

      • bene allora opero… noon so se riuscirò nel w-e …ma arrivo presto! 😉
        Grazie!

  • Ciao Giulia avevo due cocktail che mi stuzzicavano…il primo ho visto che è già stato proposto, quindi mi dedico al secondo che è il bloody mary.
    sto pensando se fare una mousse di pomodoro aromatizzata con la vodka, il sale di sedano…praticamente il coctail vero e proprio e poi servirlo con costini abbinati ad un formaggio oppure un aspic bloody mary, il pomodoro ciliegino condito (sempre come il cocktail) e gelatina alla vodka (vodka mista a succo di pomodoro) servito in monoporzione….
    che dici?

    • Ciao Monica!
      Ovviamente non giudico prima ancora dell’esecuzione, ma forse fra le due proposte mi convince più la seconda per fedeltà al cocktail.
      nel senso che nella prima, se di mousse di parla (e quindi con una componente “lattosa”) non so se potresti usare la componente acida del succo di limone.
      Devo dire che l’aspic mi intriga e non poco, anche perché potresti giocare con le consistenze e con le decorazioni tipiche del cocktail (il gambo di sedano e, opzionale, la fetta di limone) nelle geometrie del risultato.
      Spero di esserti stata utile!

  • Grazie giulia, era per capire se ero sulla strada giusta…ok grazie, mi metto all’opera

LEAVE A COMMENT