Home anche no MTC n. 36: LO STRUCOLO AL VOLO DI ROSSELLA

MTC n. 36: LO STRUCOLO AL VOLO DI ROSSELLA

by MTChallenge

Come da titolo…
e godetevelo tutto!

P { margin-bottom: 0.21cm; direction: ltr; color: rgb(0, 0, 0); widows: 2; orphans: 2; }

STRUCOLO AL VOLO CON COSTE E GORGONZOLA
 di Rossella
Anche questa volta ho
fatto di necessità virtù. Mi spiego, ci sono giorni così intensi
ed incasinati che non mi consentono di fare anche un piano per la
cena, senza considerare oramai da tempo che non si sa chi c’è a
mangiare, si varia da 0 a 5 persone. Questa cosa è un filino
destabilizzante… si aggiunga poi che la sottoscritta non è tutta
sta cuocaggine (termine che ritengo idoneo al mio personaggio) e mi
avvalgo della facoltà di aprire il frigo, qualche anta della cucina
e piazzare sul piano da lavoro quello che mi ispira. Dopo un tot di
‘mumble-mumble’ passo all’azione. Questa volta c’è andato
di mezzo lo strucolo.
Per la pasta ho preso pari pari la
ricetta di Mari:
150 g di farina 0
50 ml di acqua
1 cucchiaio di olio extravergine
d’oliva
1 pizzico di sale
Scaldate l’acqua,
deve essere abbastanza calda ma non bollente. Setacciate la farina in
un recipiente, aggiungete il sale e l’olio e versate a mano a mano
l’acqua calda mescolando. Quando la farina avrà assorbito tutta
l’acqua, togliete l’impasto dal recipiente e cominciate a
lavorarlo con le mani su una spianatoia per un paio di minuti.
Mettete l’impasto a riposare, coperto da un panno umido o da una
pellicola, per circa mezz’ora.
Per il ripieno:
150 gr di coste cotte
al vapore e frullate
70 gr gorgonzola
1 uovo
Sale
Burro fuso
Ho
tagliato a tocchetti il gorgonzola e l’ho amalgamato alle coste
frullate insieme ad un pizzico di sale e un uovo.
Ho
quindi trasferito il composto sulla pasta, che ho tirato su un
canovaccio infarinato ottenendo un quadrato si circa 25 cm per lato,
lasciando un bordo di 2 cm libero. Ho rimboccato i quattro lembi
dell’impasto ed arrotolato lo strucolo su se stesso aiutandomi col
canovaccio; infine l’ho avvolto in un telo che ho chiuso alle
estremità e in mezzo con spago da cucina.

Nel frattempo ho messo a bollire dell’acqua in una pentola capace e
vi ho adagiato il salamotto ottenuto abbassando la fiamma al fine di
farlo sobbollire. Trascorsa mezz’ora l’ho liberato dal telo,
tagliato ed irrorato con burro fuso.
Ross

4 comments

Avatar
MTChallenge 24 Febbraio 2014 - 17:26

Eccoci alla tua versione salata Rossella, con le coste, che nessuno finora ha utilizzato e che invece ben si prestano per diventare un ripieno. Io le avrei abbinate a una ricotta, un po' banalmente, invece tu hai osato con il gorgonzola e hai fatto non bene ma benissimo, fantastico ripieno, originale e saporito. Bravissima e grazie mille!
Mari

Avatar
Rossella Campa 24 Febbraio 2014 - 21:16

😀

Avatar
Rossella Campa 23 Febbraio 2014 - 21:54

Ahahah, bella la storia delle ali, non ci avevo pensato. O forse é meglio dire che avevo studiato tutto… naaa é vera la prima. Comunque grazie e buon riposo!

Avatar
Saparunda 23 Febbraio 2014 - 21:11

Già che c'è il gorgonzola…ummarò io lo mangio anche con le dita, altro che nutella!!! 😛 😛
Bravissima Rossella!

P.S. Sono cotta! All'inizio pensavo che quelle mezze lunette sul piatto fossero dei raviolini messi come complemento e decorazione del piatto, proprio come delle "ali" dato che era al volo.
Vabbè, mi taccio e vado a nanna! 😛

Comments are closed.

Ti potrebbero piacere anche...