Home anche no MTC SEMIFINALI: LA MISTERY CLOCHE DI GIUSEPPINA

MTC SEMIFINALI: LA MISTERY CLOCHE DI GIUSEPPINA

by Alessandra

Riso pilaf con triglie, pistacchi e lemon curd salato di Giuseppina

Foto 1foto_1 (1)

La mystery cloche. Sette ingredienti sono tanti: ma per uno di loro provo orrore misto a disgusto e poi in generale non mi piace il sapore di caffè nei cibi, con poche concessioni nei dolci. Inizio prosaico, ma tant’è, ad ognuno gusti e fobie!

Con i cinque ingredienti rimanenti, la prima idea, rimasta pure l’unica, vuoi per testardaggine, vuoi per lo scarso tempo da destinare ai tentativi, girava intorno al riso. Salato, perché dolce mi pareva quasi banale.

Ingredienti (per 4 persone)

250 g di riso a chicco lungo, tipo Basmati

1/2 kg (circa) di triglie

1/2 l di fumetto di triglia

40 g di pistacchi non salati

Semola fine tipo granito, per friggere

Per il lemon curd salato

1 limone

1 uovo intero e 1 tuorlo

50 g di burro

Innanzitutto ho sfilettato le triglie. Con le teste e le lische ho preparato un fumetto utilizzando alcuni ingredienti della “dispensa”: una cipolla, una carota, un gambo di sedano, mezzo bicchiere di vino bianco, dei grani di pepe e alcune bacche di ginepro.

foto_3 (1)mentre il fumetto cuoceva ho preparato il lemon curd salato. Ho sbattuto le uova con un pizzico di sale, la scorza grattugiata e il succo del limone e ho versato il composto in un pentolino che ho fatto andare a fuoco basso continuando a girare fino a che non si è addensato. Ho spento il fuoco, aggiunto il burro a cubetti, un pizzico di paprika piccante e una macinata di pepe e ho passato il tutto attraverso un colino in modo da eliminare la scorza di limone e ottenere una crema densa e liscia, quasi una pasta.

Ho tagliato i filetti di triglia a striscioline (volevo che fossero ben croccanti), li ho passati nel granito e fritti in olio evo bollente.

Ho preparato il riso: in una pentola a fondo spesso ho scaldato dell’olio evo con uno spicchio di aglio fresco ed un peperoncino (che poi ho tolto) e vi ho fatto tostare il riso. Ho poi aggiunto, tutto in una volta, il brodo bollente, ho portato ad ebollizione, coperto la pentola e portato il gas al minimo. Quando il riso ha assorbito tutto il brodo, dopo circa 10 minuti, era cotto.

Mentre il riso cuoceva ho tostato i pistacchi in un padellino appena inumidito d’olio.

Ho versato il riso in un piatto da portata, ho aggiustato di sale e olio e condito con le triglie fritte, i pistacchi e il lemon curd.

foto_4 (1)

Devo confessare una cosa, peraltro evidente. Nelle foto non c’è il riso Basmati ma un Ribe parboiled, che uso solo per il pilaf. Il Basmati è più adatto e infatti l’ho preparato, condito e ho fatto delle foto. Assolutamente impresentabili (peggio del solito), come il riso, d’altro canto. Oltre il condimento che ho descritto, nel presuntuoso tentativo di utilizzare cinque ingredienti, avevo aggiunto delle fragole, tagliate sottili e scottate. Purtroppo le fragole tendono a rilasciare un fragoloso sciroppo e hanno dato un sapore prevalente che toglieva equilibrio al piatto, cui peraltro il limone donava già la giusta dose di acidità.

 

Giuseppina

2 comments

Mapi
Mapi 23 Giugno 2018 - 19:45

L’idea non era niente male, ma l’insieme mi sembra un po’ troppo asciutto, e il lemon curd salato non mi sembra sufficiente a riequilibrare l’idratazione del piatto.
Forse avrei optato per un risotto all’onda, oppure avrei usato triglia e curd come elementi predominanti e il riso come mero contorno.
Sono comunque curiosa di assaggiare l’insieme, visto che tra l’altro adoro le triglie. 🙂

acquaviva
acquaviva 12 Giugno 2018 - 11:44

hai fatto bene a specificare che hai cambiato riso, perchè dalla foto infatti non mi tornava. Il lemon curd a ciuffetti ed i goujon di triglia levano al piatto qualsiasi sospetto di “solito riso”!

Comments are closed.

Ti potrebbero piacere anche...