Bere Acqua…

…sacrosanta azione che dovremmo imparare a fare con una certa regolarità, perciò se sei di quelli che l’acqua è per i pesci e le rane fai attenzione a cosa ti proponiamo come nuovo trend: perchè una volta entrerete in questo giro di acque fresche e aromatizzate, bere diventerà una necessità, oltre che un piacere!

acque aromatizzate-1

Che cosa sono le Acque Aromatizzate 

In America centrale e America del sud, la “agua fresca de fruta” sono bevande molto comuni, una alternativa più divertente e gustosa della semplice acqua e più sana delle altre bevande confezionate. A questa categoria appartengono le acque che disintossicano l’organismo, quelle che lo depurano, quelle drenanti, quelle energizzanti e, ovviamente, anche quelle dimagranti: non fanno miracoli ma danno benefici se diventano una buona abitudine. E visto che l’estate è alle porte e bere fa bene, perchè non iniziare a farlo subito?

NADINA

 

Quando è meglio bere?

  • Appena svegli perché cominci ad attivare il metabolismo, e poi a stomaco vuoto l’assorbimento dell’acqua è maggiore.
  • Prima, durante e dopo lo sport in modo di mantenere idratato l’organismo per contrastare la perdita di acqua e sali minerali dovuto al sudore.
  • Mezz’ora prima dei pasti, prepara la digestione e aiuta a non abbuffarsi .

ghiacciolifiori

10 errori da evitare 

1. Evitate come la peste recipienti di plastica o di metalli. Il vetro è il miglior amico di queste preparazioni, perchè ne lascia inalterate le proprietà. Barattoli o bottiglie ben lavati (meglio ancora sanificati) sono l’ideale per l’infusione: chiudeteli ermeticamente, con tappi nuovi o sterilizzati o, al limite, sigillandoli con pellicola da cucina. Traferiteli poi in una brocca, al momento di servire.

2. Le acque aromatizzate vanno consumate fredde a temperatura ambiente. Attenzione a non consumarle appena fuori dal frigo, perchè il troppo freddo può essere causa di congestioni. Tassativamente vietato riscaldarle. Tiratele fuori dal frigo mezz’ora prima di servirle, la temperatura esterna farà tutto il resto

3. Se dovete lasciare la vostra acqua fuori dal frigo per più di 3 ore, d’estate, o 4 d’inverno, è meglio buttarla via, a causa della prolificazione batterica. Questa è una regola che vale per tutti gli alimenti e che faremo bene a ricordare sempre.

4. La scelta dell’acqua è fondamentale: quella sorgiva sarebbe la più indicata, ma siccome non tutti viviamo accanto a una montagna basta procurarci un’ acqua che sia il più possibile pura. In questo caso, l’acqua del rubinetto potrebbe non rivelarsi una buona idea, a causa delle quantità di cloro che contiene.

5. Riordate di eliminare tutti gli ingredienti dopo il tempo d’infusione perché potrebbero marcire, e soprattutto non fatte l’errore di riutilizzare gli ingredienti riempiendo di nuove con l’acqua… non sarà mai la stessa cosa, anzi rischiate che il sapore sia cattivo! Se volete richiamare con un colpo d’occhio gli ingredienti delle vostre acque, sostituite quelli dell’infusione con altri freschi.

6. E importante consumare l’acqua aromatizzata entro due, massimo tre giorni, non di più. Più è fresca meglio è!

7.Usate  ingredienti freschissimi, meglio se sono biologici:  in questo modo potete usarli con la buccia dopo averli lavati bene. Controllate che la frutta non abbia ammaccature ed eliminate tutte le parti della verdura che iniziano a dare segno di avvizzimento. Ricordatevi di lavare perfettamente tutti gli ingredienti (anche le erbe aromatiche) prima dell’uso.

8- La buccia degli agrumi va sempre asportata con un pelapatate o un coltellino affilato, in modo da non intaccare l’albedo, ossia la parte bianca responsabile di un retrogusto amaro, fastidiosissimo. Se usate fette o spicchi di arancia, limone e lime, fate attenzione ai tempi di infusione, perchè la buccia può compromettere l’esito finale: il nostro suggerimento è di aggiungerli nell’ultima metà del tempo dell’infusione e poi di fare qualche prova. E’ sempre meglio sbucciare agrumi dalla buccia amara, come i pompelmi (tutti i tipi) e il pomelo.

9. La frutta fresca è sempre preferibile a quella secca o disidratata: se volete usare mandorle o noci, utilizzatele in aggiunta agli altri ingredienti e mai come ingrediente principale. Meglio evitare i prodotti surgelati

10. E’ sempre meglio tostare le spezie prima di utilizzarle, se sono secche, per ottenere il massimo delle loro proprietà.

Ed ora, sbizzarritevi con le nostre ricette!

ACQUA DETOX AL FINOCCHIO, MENTA E LIMONE

di Mai Esteve

ACQUA_finocchio

Tempo di infusione: da  1 ora a tutta la notte

1 finocchio e mezzo

11 foglie di menta

2 limoni bio (non trattati)

700 ml di acqua

cubetti di ghiaccio

Lavate bene la menta e il finocchio e conservatene le foglie che vi possono servire per decorazione della bevanda.

Tagliate grossolanamente il finocchio e frullatelo assieme alla menta e l’acqua ottenendo così un liquido omogeneo.

Filtrate bene con un colino,  meglio ancora se attraverso un filtro (potete anche rivestire il colino con un pezzo di mussola o di lino bianco, perfettamente pulito e non lavato con detersivi profumati). Versate il liquido nella caraffa, aggiungete il succo di un limone e mescolate.

Conservate in fresco per almeno un’ ora.

Servire molto freddo con dei cubetti di ghiaccio, accompagnato di qualche fetta di limone, foglie di menta e i ciuffi dei finocchi.

ACQUA DETOX alle SPEZIE e DATTERI

di Mai Esteve

ACQUA_spezie

Tempo di infusione da 2 a 8 ore

Ingredienti

1 litro e mezzo d’acqua minerale o di sorgente

1 manciata di bacche di cardamomo

2 stecche di canella

90 g di mandorle

75 g di datteri

la scorza di 1 arancia bio (non trattata)

Snocciolate i datteri e tagliateli a metà. Pestate grossolanamente le bacche cardamomo, tostatele per un minuto in padella e fatele raffreddare.

Rompete leggermente le mandorle e sbucciate con cura la buccia dell’arancia, l’ideale sarebbe con un “pelapatate” facendo attenzione a non intaccare la parte bianche, altrimenti l’acqua potrebbe risultare un tantino  amara.

Disponete questi ingredienti dentro la caraffa o recipiente scelto (meglio sempre di vetro) aggiungete la cannella e coprire d’acqua.

Mettere in frigo e lasciare in infusione minimo 2 ore, o ancora meglio fino al giorno dopo.

ACQUA DETOX ENERGIA VIVACE

di Alice Del Re

acque aromatizzate-5

 

Tempo di infusione: da 2 ore a tutta la notte

Ingredienti
2 l di acqua
1/2 ananas maturo
2 lime non trattati
1 peperoncino verde o rosso

Lavate tutti gli ingredienti.
Sbucciate l’ananas e tagliatelo a fette alte circa 2 cm.
Affettate anche i lime e il peperoncino.
Mettete tutti gli ingredienti in una caraffa e coprite d’acqua. Mettete in fresco e lasciate in infusione per almeno 2 ore oppure tutta la notte.

 

ACQUA DETOX ENERGIA DOLCE

di Silvia Zanetti

acquadetox (1)

Tempo di infusione: da 2 ore a tutta la notte
Ingredienti
2 l acqua
2 pere
200 g polpa noce di cocco
200 g lamponi
125 g mandorle
Lavate bene lamponi e pere.
Tagliate a pezzi la noce di cocco, affettate le pere senza sbucciarle e tagliate a metà le mandorle.
Mettere in una caraffa capiente le mandorle, la noce di cocco, le pere ed i lamponi.
Coprite di acqua, lasciate in infusione nel frigorifero almeno due ore oppure tutta la notte.

 

CUBETTI DI FRUTTA GHIACCIATA AI SEMI DI CHIA

di Alice Del Re

acque aromatizzate-3

 

Ingredienti
500 ml di purea di frutta (mango, kiwi, melone, fragole…)
2 cucchiai di semi di chia
Un po’ di acqua all’occorrenza
Mescolate la purea di frutta con i semi di chia in un ampio contenitore, maniera tale che il composto sia omogeneo. Versatelo in stampi da ghiaccio e riponete in freezer per almeno 2 ore.
Utilizzate i ghiaccioli per decorare e profumare le vostre acque aromatizzate.

Se la purea di frutta risultasse troppo densa, potete aggiungere un goccio d’acqua per diluirla

 

 

CUBETTI DI GHIACCIO  AI FIORI EDULI

di Silvia Zanetti

ghiacciolifiori

Ingredienti

fiori eduli freschi: glicine, rose, viole del pensiero,lavanda, margherite, basilico, rucola, santolina lemon fizz, rucola e gelsomino.
acqua naturale
contenitori per cubetti di ghiaccio

Sciacquate i fiori, sistemateli nelle cavità dei contenitori e ricopriteli di acqua.
Mettete in freezer per una notte.
Utilizzate i cubetti di ghiaccio per decorare e/o aromatizzare i vostri cocktail o semplicemente l’acqua.

ACQUA DETOX PESCA E ROSMARINO E ACQUA DETOX CETRIOLO MENTA E ANANAS

di Greta De Meo

IMG_5623

Acqua detox pesca e rosmarino
Tempo di infusione: da 2 ore a tutta la notte

Ingredienti

1 litro di acqua minerale naturale
2 pesche noci mature ma sode
2 rametti di rosmarino

Lavate accuratamente le pesche e il rosmarino.
Tagliate le pesche a fettine e sistematele in una caraffa insieme ai rametti di rosmarino, copritee con l’acqua e lasciatee in infusione in frigorifero per almeno due ore prima di consumarla.

Acqua detox cetriolo menta e ananas
Tempi di infusione: minimo 2 ore

Ingredienti

1 litro di acqua minerale naturale
1/2 cetriolo
2 tranci di ananas ( o due fette private della buccia tagliate in quarti )
2 rametti di menta

Lavate accuratamente il cetriolo e la menta. Affettate sottilmente il cetriolo.Sistemate in una caraffa le fettine di cetriolo, i tranci o i quarti di ananas e la menta, coprite fino al bordo con l’acqua e lasciate in infusione in frigorifero per almeno 2 ore prima di consumarla

 

ACQUA AROMATIZZATA ALL’ANGURIA e LIMONE

di Nicol Pini

acqua aromatizzata_anguria

Tempo di Infusione dalle 2 alle 8 ore
Ingredienti
2l di acqua
1 fetta di anguria
2 lime non trattati
10 foglie di menta

Preparazione:
Tagliate a cubetti l’anguria, lavate bene i lime e la menta.
Affettate i lime.
Mettete tutti gli ingredienti in una caraffa di vetro e copriteli con l’acqua.
Trasferite la caraffa al fresco e lasciate in infusione per 2 ore o tutta notte.

 

 

ACQUA AROMATIZZATA ALLE FRAGOLE , MENTA E CETRIOLO

di Nicol Pini

acqua aromatizzata_fragole

Tempo di Infusione dalle 2 alle 8 ore
Ingredienti
2l di acqua
250g di fragole
2 limoni non trattati
1 piccolo cetriolo
8 foglie di basilico

Preparazione:
Lavate e tagliate le fragole a metà, lavate bene il cetriolo, i limoni ed il basilico.
Affettate i limoni e dividete ogni fetta e metà.
Affettate anche il cetriolo.
Mettete tutti gli ingredienti in una caraffa di vetro e copriteli con l’acqua.
Trasferite la caraffa al fresco e lasciate in infusione per 2 ore o tutta notte.

 

ACQUA AROMATIZZATA ALL’ANGURIA E ALLA CILIEGIA

di Nadina Serravezza 

NADINA1

 

Tempo di infusione: 30 minuti
Ingredienti
600 gr di polpa di anguria
200 gr di ciliegie
400 ml di acqua
1 lime il succo
2- 3 cucchiai di zucchero di canna (dipende dalla dolcezza della frutta)
poche gocce di acqua di fiori d’arancio ( facoltativo )
Tagliate l’anguria a pezzi.
Lavate, asciugate e snocciolate le ciliegie.
Frullate la frutta con l’acqua, fino ad ottenere un liquido omogeneo.
Filtrate l’acqua di ciliegia e anguria con un colino ed eliminate lo scarto. Versate il liquido in una caraffa o in un barattolo di vetro, aggiungete il succo di lime filtrato, lo zucchero di canna e l’acqua di fiori d’arancio.
Mescolate, coprite con   l’acqua  e mettete in fresco per almeno 30 minuti prima di servire, con cubetti di ghiaccio.
Written by

La signora dei pipponi.

Latest comments
  • Come tutte le mattine , dedico mezz’ora alla lettura. Questo articolo, come tutti gli altri è semplicemente fantastico e pieno d’idee.
    Fra le pagine di MTCHallenge trovo sempre idee originali per il mio lavoro. Grazie di cuore !!! Ps: posso inviarvi i prossimi argomenti che m’interessano 🙂 ! ( Schervazo ca va sans dire !

  • Pane per i miei denti, davvero! Mille volte grazie. Lo condivido subito con tutte le mie clienti dell’erboristeria!!!!

  • Grazie Max, ti abbraccio! custom writing

LEAVE A COMMENT