collage UK aprile

Settimana british per Passiamole in rivista! Olive e BBC Good Food accontentano tutti, con piatti vegani e di carne, ricette lente da weekend e veloci da fare durante la settimana, più qualche consiglio per seguire i food trend del momento. Andiamo a vederle in dettaglio!

Olive-March2018.pdf

Ricco, versatile, accattivante: Olive non si smentisce mai. Neanche quando si butta sul versante vegan, che insospettisce sempre un po’. Molto appetitosi sono la carbonara di cavolfiore (che trovate sotto) e il doner meat free con pita e maionese, ma quello che sbanca è il burger con jackfruit in salsa barbecue, dove il frutto tropicale che sta conquistando le tavole dei vegani splende in tutto il suo fulgore.
Segue una rassegna sul sale, ingrediente spesso ignorato ma capace di dare carattere ad un piatto: a dimostrarlo, una serie di ricette creative e voluttuose, anche dolci (non è un caso se abbiamo scelto la fantastica tart che ha preparato Anna per noi).
E poi piatti con tante verdure, ma che non mancano mai di quel tocco tasty che le salva dalla noia, e una sequela di ricette healthy tra le quali ognuno troverò la sua preferita: low fat, low carb, high protein, gluten free e vegan, in un succedersi di sigle che sono ormai le formule magiche dei nostri tempi.

Cosa ci piace:

  • salsa piccante fermentata, p. 32
  • preztel alla birra e sale di roccia con dip al Camemebert, p. 35
  • shakshuka di lenticchie in agrodolce al tamarindo, p. 66

Carbonara di cavolfiore con foglie arrostite e pinoli (voto 4/5)
di Patrizia Malomo

carbonara

Ingredienti per 6 persone

1 piccolo cavolfiore, le foglie prelevate e tenute da parte
3 cucchiai di olio
750 ml di brodo vegetale
2 spicchi d’aglio pelati
pepe bianco
450 g di spaghetti
4 cucchiai di pinoli tostati

Accendete il forno a 200°C. Condite le foglie di cavolfiore con 1 cucchiaio di olio, sala e distribuitele sopra una teglia antiaderente. Arrostitele per 10/12 minuti fino a che gli steli delle foglie non siano morbidi e le foglie croccanti ai bordi.

Tagliate il cavolfiore in cimette e tagliate il gambo in pezzi piccoli quindi preparate una casseruola con il brodo, l’aglio e due cucchiai di olio e portate ad ebollizione. Versatevi il cavolfiore e fate sobbollire per 15/20 minuti fino a che sia l’aglio che il cavolfiore non siano molto morbidi.

Raccogliete il cavolfiore e l’aglio con una schiumarola e metteteli in un blender, frullando ed aggiungendo sufficiente liquido di cottura per dare alla salsa una texture molto cremosa. Versate il tutto nella pentola (svuotata dell’acqua) e condite bene con sale e pepe bianco.

Cuocete la pasta seguendo le istruzioni indicate sulla confezione. Scolate, quindi condite con la salsa di cavolfiore. Servite cosparsi con le foglie di cavolfiore e pinoli.

Pollo grigliato con insalata di riso rosso e salsa al mango (voto 4/5)
di Elisabetta Stopponi

riso

Ingredienti per 2-3 persone
80 g di riso rosso Camargue
2 petti di pollo (privati della pelle)
2 cucchiai di olio d’oliva
1 cucchiaino di peperoncino in polvere
½ cetriolo, sbucciato e a cubetti
1 mazzetto di ravanelli, tagliati in quarti
½ peperone rosso a cubetti
½ mango maturo a cubetti
1 ciuffo di coriandolo
Semi di sesamo tostati, per servire

per la salsa
½ mango maturo a cubetti
2 cucchiai di aceto di riso

Cuocete il riso in acqua leggermente salata per 30 minuti (o finché non è morbido). Scolatelo e
lasciatelo raffreddare.
Per il dressing, ponete il mango e l’aceto in un frullatore con 2 cucchiai di acqua fredda e frullate
fino ad ottenere un composto omogeneo.
Scaldate bene una piastra. Ponete il pollo tra due fogli di pellicola e battetelo delicatamente fino a
raggiungere lo spessore di 1 cm. Irroratelo con l’olio d’oliva e conditelo generosamente con sale e
peperoncino.
Grigliate il pollo 4-5 minuti per lato, finché non è ben cotto anche all’interno, adagiatelo su un
piatto a riposare per un paio di minuti, quindi tagliatelo a strisce.
Ponete il cetriolo, il peperone, i ravanelli, il mango e ¾ del coriandolo in una ciotola, cospargete
con il riso e la metà del dressing. Suddividete l’insalata di riso nei piatti e completate con il
coriandolo, il pollo e i semi di sesamo, e cospargete con il dressing rimasto.

Tart al cioccolato con noci salate caramellate (voto5/5)
di Anna Calabrese

tart
Ingredienti per 8 -10 persone
per la crostata
180 g di farina 00
2 cucchiai di cacao in polvere
2 cucchiai di zucchero a velo
90 g di burro non salato freddo e tagliato a cubetti
80 g circa di acqua ghiacciata
per le noci croccanti
1 albume d’uovo
125g di noci tagliate a metà
50 g zucchero semolato
1 cucchiaio di fiocchi di sale marino

per la crema
400 ml di panna
400ml di zucchero semolato
50 g di burro non salato
1 cucchiaino di estratto di vaniglia
300 g di cioccolato fondente al 70% finemente tritato

Per la pasta, nella planetaria, frusta K, mescolate rapidamente la farina, il cacao, lo zucchero a velo e 1/2
cucchiaino di sale, aggiungete il burro continuate ad impastare a velocità 1 – 2 pochi minuti fino ad
ottenere un composto sabbioso, unite l’acqua ghiacciata un cucchiaio alla volta continuando ad impastare.
Impastate pochissimo la pasta deve solo compattarsi.
Trasferite l’impasto in frigo a riposare avvolto da pellicola per almeno 30 minuti.
Al termine, preriscaldare il forno a 180°, modalità statica. Stendete la pasta su una spianatoia leggermente infarinata tirandola a 3 – 4 mm di spessore. Lasciate riposare per 10 minuti. Arrotolate la sfoglia attorno al mattarello e sollevatela delicatamente, disponetela su uno stampo da crostata da 25 cm di diametro, già imburrato, srotolate la sfoglia e premete per farla aderire allo stampo. Col mattarello scorrete sulla teglia per eliminare la pasta in eccesso, bucherellate fondo e bordi con i rebbi di una forchetta, coprite con carta da forno e fagioli. Cuocete per 20 minuti in forno già a temperatura a 180 °, rimuovete la carta e continuate la cottura ancora per 10 minuti.
Lasciate raffreddare e sformate la crostata.
Per le noci, montate l’albume a mano con la frusta, unite lo zucchero sempre mescolando, quindi le noci
amalgamandole fino a rivestirle, cospargetele di sale. Cuocete le noci in forno a 180°, modalità statica,
per 10 – 12 minuti . Devono risultare dorate e croccanti. Lasciate raffreddare quindi tritatele
grossolanamente.
Per la crema, mettete la panna, lo zucchero, il burro e vaniglia in una padella a fondo spesso su fuoco
medio-basso, mescolando frequentemente fino a che lo zucchero e il burro saranno fusi. A fuoco spento
unite il cioccolato tritato, mescolando fino a quando non si scioglie e forma una salsa densa e lucida.
Lasciate riposare per 15 minuti.
Versate la crema della crostata dando leggeri colpetti alla base per livellare il composto. Lasciate
raffreddare quindi trasferite in frigo per un paio d’ore. Decorate la crostata con le noci caramellate prima di servire.

BBC Good Food

Una copertina da svenimento per BBC Good Food, con un uova di cioccolato ammiccanti e un titolo che la dice lunga: Easter Bakes. All’interno, infatti, si trovano torte per tutti i gusti, da quella ricca e fondente che si è meritata la copertina, fino alla classica Carrot Cake con frosting al formaggio passando per gli Hot Cross Buns al cioccolato e la Simnel Cake al limone, classici della Pasqua anglosassone.
In generale, si respira ancora un’aria un po’ invernale: si parla di temperaggio del cioccolato, di cottage pie, di ricette a lunga cottura e di piatti robusti, anche quando sono super-veloci. Del resto, in Inghilterra, ad aprile, la primavera è ancora un miraggio (ma anche in Italia, oserei dire).
Un tocco di colore lo danno gli overnight oat, da tenere presenti per le colazioni estive, e le ricette di Sophie Godwin, piatti semplici che garantiscono una pelle perfetta.
Da non perdere il servizio sul baccalà, dove fa bella mostra di sé anche una soffice tortilla di patate, giusto per restare in tema con la sfida del mese.

Cosa ci piace:

  • tacos di verdure grigliate con salsa speziata, p. 83
  • sogliola alla mugnaia con arance rosse e capperi croccanti, p. 90
  • bread&butter pudding al whiskey e caramello salato, p. 115

Baccalà con verdure, panna e pancetta (4/5)
di Leila Capuzzo

baccalà

Ingredienti per 4 persone
700-800 g di lombo di merluzzo
sale marino in scaglie
300 g di carote tagliate a bastoncino
200 g di rape bianche a tocchetti
200 ml di brodo (vegetale o di pollo)
350 ml di panna
1 + ½ cucchiaio di prezzemolo tritato finemente
2 cucchiai di senape di Digione
2 cucchiai di succo di limone
25 g di burro (non salato)
100 g  di pancetta a cubetti

Scegliete un piatto che possa contenere il merluzzo e cospargetelo di sale formando uno strato di circa 1.5 cm. Togliete le spine al pesce. Mettete il merluzzo sopra il sale con la pelle verso il basso. Cospargetelo con uno strato di sale di 1.5 cm, copritelo e raffreddatelo per 24 ore. Trascorso questo tempo rimuovete il sale, sciacquate il pesce e metterlo a mollo in acqua per 12-24 ore cambiando l’acqua.
Tagliate il pesce in quattro filetti.
Scaldate il forno a 180°C. Mettete metà del pesce in una teglia con le carote e l’altra metà in un’altra teglia con le rape. Aggiungete abbastanza acqua da coprire le verdure. Cuocete ognuna delle due teglie fino a che le verdure non sono tenere e il liquido è stato assorbito. Questo può richiedere circa 15 minuti.
Trasferite le verdure in una teglia, regolare di sale se necessario. Scaldate la panna fino al bollore, aggiungete il prezzemolo, la senape e il succo di limone, versate la mistura sulle verdure e cuocetele in forno per circa 20 minuti, fino a che non sono un poco dorate.
Nel frattempo mettete i filetti di pesce in una padella, copriteli con acqua e portare a bollore. Abbassate il fuoco al minimo e cuocete fino a che il merluzzo non è tenero.
Scaldate il burro in una padellina e saltate la pancetta fino a che non è croccante facendo attenzione a che il burro non bruci.
Suddividete le verdure in quattro piatti, disponete sopra i filetti di pesce e terminate con la pancetta croccante.

Note: un procedimento un po’ più complicato del dovuto per un piatto in realtà molto semplice da realizzare e gradevole. Si può snellire la procedura utilizzando direttamente il baccalà.

Funghi farciti al triplo formaggio e dragoncello (voto 5/5)
di Lisa Fregosi

funghi-farciti-triplo-formaggio-e-dragoncello (2)

Ingredienti per 2 persone
4 grandi funghi Portobello (o 8 di media grandezza)
50 g di ricotta
30 g di parmigiano
30 g di mozzarella grattugiata o cheddar grattugiato
15 g di  foglie di dragoncello (opzionale) in alternativa prezzemolo o timo
Olio e sale q.b

Riscaldate il forno a 180°C nella funzione grill della griglia in alto.
Rimuovete i gambi centrali dei funghi, conditeli con olio e sale e metterli in una teglia.
Mescolate i formaggi e il dragoncello insieme in una ciotola e condite con un filo d’olio e una spolverata di sale.
Farcite con il composto di formaggio l’interno delle teste dei funghi, adagiate nella teglia con i gambi e grigliate per 8-10 minuti, o fino a quando il formaggio non sarà sciolto e dorato.
Togliete dal forno la teglia e con una spatola prelevate le teste di fungo farcite. Servite calde, accompagnate eventualmente da un’insalata di rucola.

Note: il dragoncello conferisce una nota fragrante tra il pepato, l’anice e il sedano davvero perfetta con i funghi. Essendo di non facile reperibilità, tuttavia, può essere sostituito con prezzemolo, timo o semi di coriandolo tritati.

Curry di pesce al cocco (3/5)
di Giuliana Fabris

curry di pesce e cocco 2

1 cucchiaio abbondante di olio d’oliva
1 cipolla tritata
1 spicchio D’aglio grande, schiacciato
1 cucchiaino di curcuma,
1 cucchiaino garam marsala
1 peperoncino fresco a pezzetti
400 ml di latte di cocco
400 g filetti di merluzzo carbonaro o altro pesce bianco
200 g di piselli surgelati
sale
1 lime
riso Basmati per accompagnare

In una casseruola scaldate l’olio a fuoco medio, aggiungete la cipolla tritata col pizzico di sale, fatela
appassire dolcemente per circa 10 minuti, poi aggiungete l’aglio schiacciato e privato dell’anima, il
peperoncino e le spezie.
Fate insaporire il soffritto mescolando e aggiungendo un goccio d’acqua per impedire che attacchino,
quindi unite il latte di cocco, lasciate cuocere a fuoco dolce per circa 5 o 6 minuti. Nel frattempo lavate e
asciugate i filetti di pesce e tagliateli a tocchi di misura media.
Unite i piselli ancora surgelati nel latte di cocco, fate cuocere una decina di minuti poi aggiungete i tocchi
di pesce e portate a cottura completa, ci vorranno altri 5 o 6 minuti circa.
Mentre cuoce il tutto, in un altro tegame cuocete anche del riso Basmati.
Togliete dal fuoco il curry di pesce e aggiungete il succo del lime, servite accompagnandolo col riso.

Written by
Latest comments
  • mi viene fame di prima mattina!

  • E’ da parecchi vostre mail che non commento perchè pur essendo interessanti non erano nelle mie corde poi diciamo che non è importante il mio commmento. Questa volta però voglio dire che queste ..passiamole in rivista …. molto interessanti quello che mi faq nervoso e che riviste estere di questo tipo e quelle passate salvo la tedesca che acquisto in Austria non avrò mai il piacere di leggerle grrrrr.
    Buona settimana.

    • Alessandra

      Eh… Con me sfondi una porta aperta, PERCHÉ. Hi sempre pensato che le riviste ANGLOSASSONI siano un passo.avanti a tutte le altre. Diciamo.PERÒ che seguendo LE tutte ogni mese, ci possiamo.accorgere che anche all’estero.capita quello che succede da noi. Ci sono numeri da collezione, da tanto sono nelle nostre CORDe ed altri invece che potremmo anche LASCIARE dove stanno. Nello stesso tempo, questo.È un effetto collaterale inevitabile, PERCHÉ la rivista si rivolge ad un pubblico più ampio e deve quindi coprire tanti gusti diversi..È anche per questo che esiste passiamole in rivista. PERCHÉ in questo modo si da’ a tutti l opportunità di trovare qualche ricetta interessante, anche al di LÀ dei nostri confini. Continua a scriverci, Edvige, PERCHÉ i tuoi commenti sono preziosi. E buona notte a te…. E buon CAFFÈ a me 🙂

  • informazione molto utile, graziebuy viagra

LEAVE A COMMENT