Bevi Piano è la rubrica di MAG about FOOD dedicata al bere. 
Un “bere” che va inteso nel senso più ampio del termine, che include non solo le preparazioni alcooliche, ma anche quelle analcoliche, quelle detox, i centrifugati, i frullati, le acque profumate, le migliaia di possibili combinzioni, insomma, che offre questo secondo (e non certo meno importante) momento della convivialità. Nel migliore dei casi, lo facciamo coincidere con il vino, nei peggiori (più numerosi di quanto si creda), lo si salta a piè pari, cancellando nello stesso tempo il piacere di sorseggiare un cocktail o di assaporare una bibita che non sia ilsolito concentrato di zuccheri e di bollicine a cui siamo abituati da troppi anni. 
Noi vogliamo una svolta, nel nome di un bere di qualità che, in quanto tale, educhi anche alla moderazione e alla misura, da cui il Bevi Piano del titolo. Lo facciamo, al solito, con Greta De Meo che oggi ci introduce al fantastico mondo del Gin e delle sue combinazioni con la melagrana

PicMonkey Image

Dopo le strenne natalizie continuiamo con le preparazioni home made!
A Dicembre, abbiamo visto insieme come la vodka sia la base più facile per sperimentare infusioni alcoliche.  Ha un gusto neutro e una gradazione alcolica che ci facilita l’estrazione dei profumi e degli oli essenziali, per ottenere un risultato finale raffinato ed intrigante.
Ma non vorrete mica fermarvi qui,  vero?
(Coro di nooooooo in sottofondo… 🙂
Questo mese azzardiamo con il GIN, il primo protagonista di Bevi Piano. 
Il Gin è un ridistillato di cereali (di solito grano e segale) a cui vengono aggiunti i cosiddetti botanicals, una miscela variabile di erbe, frutta, spezie, fra cui l’immancabile ginepro. Anche se è, per definizione, il liquore degli Inglesi, è stato inventato in Olanda, nel XVII secolo. 
Per queste preparazioni, scegliete se possibile un London Dry Gin.  In commercio se ne trovano moltissimi, anzi a dirla tutta la maggior parte dei gin che trovate sugli scaffali del supermercato o dal vostro negoziante di fiducia lo è. 
E siccome non c’è protagonista maschile senza protagonista femminile, ecco a voi l’altro ingrediente che ci permetterà di realizzare le infusioni di Gennaio: la melagrana.

Ho scelto di lavorare con la melagrana fresca e di fare un infusione in purezza, il che ci permetterà di intervenire nella miscelazione successiva con erbe e spezie. Già che siamo in tema miscelazione vi propongo anche la preparazione della granatina, sciroppo a base melagrana, uno degli essenziali per avere un home bar ben fornito, oltre ad essere una buonissima base per una serie di sparkling e analcolici da aperitivo.

Tenetevi forte, che cominciamo!

greta

Infuso di gin e melagrana
500 ml di gin
1 melagrana grande
150 gr di zucchero

sgranate la melagrana avendo cura di eliminare tutte le membrane interne. In un barattolo a chiusura ermetica aggiungete i chicchi di melagrana, lo zucchero e il gin, quindi chiudete bene,  agitate e riponete  in un luogo fresco e buio. Lasciate in infusione da cinque giorni a una settimana avendo cura di agitare il gin una volta al giorno. Il colore del gin cambierà molto velocemente diventando di un bellissimo rosa intenso. Filtrate e imbottigliate

Un consiglio: Avete ancora della vodka avanzata dall’Infusione precedente?Usatela pure in sostituzione del gin.

Pomegranate rosemary gin fizz
Serves 1
Glass: tumbler alto
Attrezzatura: Boston shaker

1 1/4 oz ( 4.5 cl ) di gin alla melagrana
1/2 lime spremuto
1 cucchiaio di zucchero semolato
Top soda ( o acqua tonica )
1 rametto di rosmarino

Sciogliete lo zucchero nel succo di lime all’interno dello shaker, aggiungete un bicchiere di ghiaccio e il gin, quindi chiudete e shakerate energicamente. Filtrate nel bicchiere colmo di ghiaccio nuovo e finite con la soda. Guarnite il drink con il rametto di rosmarino che avrete precedentemente battuto tra le mani.

Per una finitura d’effetto, bruciacchiate la cima del rametto (e se volete fare i fighi, chiamatela affumicatura 🙂
Non avete uno shaker? Lo facciamo mescolato! Sciogliere nel bicchiere lo zucchero nel succo di lime, aggiungere il gin e il ghiaccio, quindi con uno spoon mescolare bene. Finire il drink con la soda.
g2
Granatina
250 ml di succo di melagrana fresco
250 gr di zucchero
2 cucchiai di succo di limone ( facoltativo )Ricavate il succo dalla melagrana, frullandola e filtrandola (in commercio esistono anche gli spremitori ma se non li avete, potete supplire egregiamente con un frullatore). trasferitelo in un pentolino con lo zucchero e portate a bollore mescolando. Lasciate restringere fino a che lo sciroppo non vela il dorso di un cucchiaio. Trasferite lo sciroppo in una bottiglia o un barattolo e chiudete ermeticamente.
Nel caso non trovaste la melagrana fresca potete usare un succo pronto: fate attenzione però che sia senza zuccheri aggiunti.Shirley Temple
Cocktail analcolico
Serves 1
Bicchiere juice ( o calice da vino )18 cl di ginger ale ( una bottiglietta )
2 cl di granatina

In un bicchiere colmo di ghiaccio versare il ginger ale quindi la granatina, mescolare velocemente e servire.
Un consiglio: negli sparkling o in presenza di soda versare nel bicchiere prima il sodato facilita la miscelazione, le bollicine fanno per noi la metà de lavoro 😜

Dirty Shirley 
Cocktail alcolico
Aggiungete alle dosi del cocktail precedente 4.5 cl di vodka e procedete come descritto sopra.
Share Post
Written by

La signora dei pipponi.

Latest comments
  • post meraviglioso! viene voglia di bere di prima mattina 🙂 quell’infuso gin e melagrana lo devo provare! grazieeeee!!

  • Grazie per questo bellissimo articolo molto chiaro anche per una come me che sta ai liquori/cocktail come il polo nord e polo sud

  • Meraviglia delle meraviglie. Io vi amo

  • A volte vorrei non essere cos astemia 😂😂😂

  • Mapi

    Greta, io ti adoro: sappilo!!!

  • Sono favolosi alcolico o non, managgia ma non posso nessuno dei due. Alcoolico proibito e zuccheri idem infatti sono diventata del tutto astemia 🙁 ma… io prendo nota lo stesso con la scusa di fare per amici un aperitivo un goccetto anche alla sottoscritta. Grazie e buona serata.

  • Domani compro il Gin.

  • già il fatto che sia un infuso… posso sostituirlo con la tisana serale second voi? Meraviglia pura….

LEAVE A COMMENT