Home tema del mese IL CALENDARIO DELL’AVVENTO MTC: LA CASETTA DI PAN DI ZENZERO

IL CALENDARIO DELL’AVVENTO MTC: LA CASETTA DI PAN DI ZENZERO

by Ilaria

9_oktT

Non è Natale senza Last Christmas sparata a palla, i biscotti profumati e l’ immancambile casetta di pan di zenzero.

Tutti siamo stati rapiti dalla favola di Hansel e Gretel e dall’immagine di quella casetta tutta colorata che profumava  incredibilmente di biscotti e dolciumi.

Ebbene prima di noi erano rimasti assai colpiti i fornai tedeschi, pare infatti che la tradizione di produrre casette decorate  di pan di zenzero sia nata in Germania agli inizi del 1800. Dopo la pubblicazione del libro dei Grimm, i fornai tedeschi iniziarono a vendere la casetta di pan di zenzero come quella del racconto, che divennero popolari nel periodo natalizio, una tradizione giunta fino negli Stati Uniti grazie agli emigrati tedeschi in Pennsylvania.

Insomma in pochi hanno resistito a provare almeno una volta a realizzarla a casa propria. Magari scegliendo di decorarla insieme ai propri bambini. Il web è ricco di ricette, modelli, un’infinita varietà di idee per la decorazione.

Così anche MTC, come regalo del ventunesimo giorno di Avvento, vi propone un’idea per la realizzazione di una raffinatissima casetta natalizia. Avendo il “tetto apribile”, si trasforma in una sciccosissima scatoletta che potrà contenere dolcetti, caramelle o cioccolatini. E quindi essere un delizioso regalo da fare alle amiche o alle persone care, quelle che se ne intendono però, e che apprezzeranno certamente il tempo che vi avrete dedicato.

LA CASETTA DI PAN DI ZENZERO

Questa casetta è stata realizzata durante un corso sulla ghiaccia con l’ insegnate di cui vi parlavo la volta scorsa, che devo dire possiede davvero un gusto delicato e poetico nell’interpretazione e nell’uso della ghiaccia.

Partiamo dal biscotto, vi consiglio di utilizzare la stessa ricetta di frolla del biscotto decorato a cui, per creare e accrescere ancor di più l’atmosfera delle feste, potete aggiungere un cucchiaio di un mix di spezie di Natale: cannella (un po’ più abbondante), zenzero, chiodi di garofano, noce moscata e cardamomo secondo il vostro gusto. Oppure anche del cacao, se la volete un pochino più scura, diminuendo chiaramente la quantità di farina (non più di due cucchiai ogni 400g di farina). Ricordatevi che mai come in questo caso, il biscotto deve tenere, visto che dovremo montare una intera casetta di pan di zenzero

Con la collaborazione della mitica Dani Pensacuoca potete scaricare il PDF casetta, con il template da stampare, ritagliare e utilizzare per le pareti, il tetto e i laterali della casetta. Mi raccomando, i buchi devono essere ovviamente cavi, in quanto vi faremo passare i nastrini e saranno anche la leva per alzare il tetto/coperchio della nostra casetta. Se volete aggiungere finestre e porta sulla facciata frontale, basta che creaiate all’interno del disegno le vostre aperture e poi le ritagliate sul biscotto. Nel caso della porta, ritagliatela e cuocetela separatamente.

Se non volete utilizzare il template, sempre sul web ce ne sono moltissimi, oppure in vendita dalla Pavoni alla Lidl passando per Ikea, potrete acquistare gli stampi già pronti.

Passiamo alla decorazione e qui dovete dare spazio alla vostra fantasia, potrà essere semplice, complessa, bianca come la neve o colorata, potrete aggiungervi elementi come caramelle o candycane oppure perline, strass (edibili), codette, monpariglia, fiocchetti, e tutto ciò che vi verrà in mente, sempre considerando che se vorrete mantenere l’idea del tetto che si solleva, non dovrete caricarlo eccessivamente.

Come base possiamo utilizzare direttamente un fondo torta oppure fare un biscottone più grande su cui spatolare della ghiaccia a mo’ di neve, come nell’esempio. Le piantine di contorno sono degli zuccherini tondi, in vendita prevalentemente in Francia, se avete occasione fatene scorta, su cui realizzerete delle stelle di Natale, delle coroncine o anche dei piccoli alberelli con cui contornerete la casetta.

1_ok

Cominciate ora a preparare le pareti della casa, i due laterali e il fronte/retro. Con una ghiaccia run out beccuccio 3, delimitate prima i bordi e poi riempite l’interno come in questo video realizzato dalla mia insegnate.

Mettete ad asciugare nell’essicatore, oppure se non lo avete, programmate bene il tempi di realizzazione perché occorrerà un bel po’ prima che le pareti siano asciutte.

Nel frattempo passate al tetto. Contornate i buchi e il perimetro a seconda del disegno che avete in mente. In questo caso l’ho fatto per ¾ del totale, volendo fare una decorazione differente. Se volete ricreare lo stesso effetto, dovrete prima fare due cartamodelli dei disegni, oppure prendere le misure del rettangolo inferiore e con un pennello intinto nella ghiaccia liquida passarlo un paio di volte sulla superficie del biscotto. E solo successivamente decorare la parte superiore. Mettete ad asciugare.

6_okT

Riprendete i laterali, anche qui potete effettuare dei decori a mano libera, oppure ricreare un disegno che userete come guida o anche realizzare una o due finestrelle con un beccuccio 1,5-2. In questo caso segnate leggermente con una matita o lo scriber (ma state molto attente a non schiacciare troppo) prima il perimetro. Poi colorate l’interno con un colore alimentare in polvere misto grigio/azzurro per ricreare l’idea del vetro. Realizzate il perimetro della finestra. Lasciate asciugare. una volta asciugato terminerete l’incrocio della finestra per avere un effetto “all’inglesina”.

2_ok

Riprendete il frontale ormai asciutto. E decorate a vostro gusto. Potete fare un ricamo oppure un’idea potrebbe essere quella di realizzare un abbaino, una finestrella rotonda con un beccuccio sottile (1,5) e colorarla all’interno come quelle laterali. Realizzare anche una grande ghirlanda al centro della facciata con il beccuccio a foglia piccola (66-68 a seconda della marca), andando in tondo e mettendo le foglie in posizioni differenti per poter dare il senso di pieno, che poi finirete con delle piccole bacche col. rosso con un beccuccio liscio 1-1,5 oppure anche delle perline.

3_ok

Se avete scelto di realizzare anche la porta aperta, riprendetela e realizzate l’interno come le finestre se volete un effetto vetro all’inglesina oppure come più vi piace. Non dimenticate di fare il pomolo!

7_okT

Per quanto riguarda il retro, essendo già ricca di ricami e particolari vi suggerisco di realizzare un disegno, o ricamo, anche con un beccuccio un po’ più grande tipo il 2.

4_ok

Riprendete il tetto e realizzate con la stessa tecnica di prima una ghirlanda al centro per lato.

5_okT

La finitura poi è a vostro piacere, circolini, cornicette, puntini, simil perline e un disegno a mano libera all’interno, utilizzando un beccuccio 1,5. Oppure anche abbinare due colori differenti. Lasciatevi ispirare. Inserite all’interno dei buchi tre fiocchetti carini per collegare le due parti del tetto.

Quando tutti i pezzi saranno pronti passate al montaggio. Versate una generosa quantità di ghiaccia piuttosto densa aiutandovi con la tasca (senza beccuccio) sulla base e incollatevi il retro. Aspettate un pochino schiacciando leggermente con la mano. Appoggiate verso l’interno un qualche sostegno. Lasciate asciugare. Poi passate ai laterali, versate la ghiaccia sulla base e su un lato e attaccatelo al retro già in piedi, premete. Inserite un sostegno dall’interno e lasciate asciugare un poco, e poi attaccate il secondo lato. Premete un pochino. Cercate di allineare la casetta di pan di zenzero  il più possibile, facendo combaciare bene i bordi e verificando che le pareti siano dritte. Una volta asciutte le tre pareti, aggiungete il frontale sempre con abbondante ghiaccia. Non preoccupatevi se la ghiaccia sborderà da sotto o dai lati, potete eliminarla un pochino e comunque darà l’idea della neve. Lasciate asciugare. In ultimo, se l’avete fatta, incollate solo un lato della porta, lasciando l’altro aperto. Un’idea carina potrebbe essere inserire all’interno una candelina., una spot light, che emani luce dalla porta e dalle finestre.

Quando la struttura sarà ben consolidata, fate due prove prima, potete appoggiare il tetto sopra. Nel caso fosse un regalo, aspettate un paio di giorni per assicurarvi che la struttura regga e poi riempitela con qualche dolcetto, chiudetela con il tetto et voilà pronta per essere regalata. La vostra casetta di pan di zenzero è pronta.  E Buon Natale!

 

5 comments

Mapi
Mapi 21 Dicembre 2017 - 15:03

È meravigliosa Ila, COMPLIMENTI!
Assolutamente fuori dalla mia portata, ma è bello sapere che qualcuno sa fare queste cose!

Avatar
Micol 21 Dicembre 2017 - 11:54

I’m impressed by such beautiful thing and Ilaria’s fairy hands.
This is GORGEOUS!
I couldn’t resist. I’m doing one 🙂

Ilaria
Ilaria 21 Dicembre 2017 - 11:57

Waiting for your new masterpiece!

Avatar
Elisa Dondi 21 Dicembre 2017 - 10:19

Così è inarrivabile ma magari meno decorata c’è la possibilità che mi venga! 😊 Ilaria unica e sola!!!

Avatar
Gaia 21 Dicembre 2017 - 9:12

IlariA, aka Manine d’oro!

Comments are closed.

Ti potrebbero piacere anche...