di Micol Hillman

Le Palline di cioccolato sono una decorazione natalizia bella da vedere, buona da mangiare e anche non troppo difficile da fare: servono solo tempo, pazienza ed il tutorial che vi regaliamo in questa 22esima giornata dell’Avvento.

Queste Palline di cioccolato sono nate in un pomeriggio in cui non avevo niente altro da fare ed ero sola in casa. Non avevo mai fatto nulla in tema di Natale, ma i bambini -e l’MTC- mi hanno tirata dentro questo vortice luccicante, profumato e colorato rappresentato da questa festa.
Amo particolarmente lavorare con il cioccolato. È una materia che ha tantissime applicazioni, con la quale puoi fare ciò che vuoi e che ha la caratteristica di prendere la forma che gli si voglia dare.

Purtroppo non abbiamo altre foto che questa, ma abbiamo cercato di spiegarvi la realizzazione passo a passo, sperando di essere state più chiare possibile, cosicchè anche voi possiate abbellire il vostro albero con queste decorazioni

 

boulles

PALLINE DI CIOCCOLATO

Cosa serve:

(le dosi variano dipendendo da quante ne volete fare e dalla dimensione)

Cioccolato al latte (o fondente, dipende dal gusto) basta che sia di ottima qualità
stampi a forma di semisfera
cioccolato bianco
carta da forno o tappetini in silicone
uno stampo piccolo a forma di stella o di fiocco di neve
due sac à poche con bocchetta piccola e liscia
un coltello affilato

Ripieno a scelta, in queste c’era un cioccolatino Lindor, ma potete andare di creme, liquori, torroni o qualsiasi cosa vi venga in mente. Anche una pallina di gelato 😉

Sciogliete il cioccolato a bagnomaria e riempite un po’ le semisfere, ruotatele in modo da far aderire il cioccolato alle pareti, poi capovolgetele su un foglio di di carta da forno per eliminare l’eccesso e creare il vuoto. Congelate il tempo necessario per far indurire i gusci.
Sciogliete di nuovo il cioccolato in eccesso e, con la sac à poche, mettete un po’ di cioccolato sul bordo della metà delle semisfere in modo da poter attaccare l’altra metà, nella quale avrete interito il ripieno prescelto. Lasciate solidificare.
Per le basi d’appoggio, sciogliete altro cioccolato, poi versatelo in uno stampo rettangolare rivestito di carta da forno, in modo da ottenere un’altezza di 2-3 mm. Prima che solidifichi del tutto, con un coltello affilato o con un tagliabiscotti, tagliate tanti quadrati quante sono le palline e attaccate le palline alle basi con del cioccolato fuso. Lasciate solidificare.

Per i ganci e i fiocchi di neve

Sciogliete il cioccolato bianco e inseritelo in una sac à poche.
Su fogli di carta forno o tappetini di silicone, disegnate i gancetti e lasciateli solidificare. I gancetti sono come delle gocce. con un prolungamento, che è poi quello in cui andrà inserita la spirale, per formare il supporto delle palline di cioccolato.
Sempre con la stessa sac à poche, realizzate tante spirali verso l’alto, come quando si fanno dei cestini di meringa, ma piccoli abbastanza secondo la grandezza delle vostre palline. Regolatevi in modo che il gambo del gancio possa entrare nella parte concava delle spirali.

 

boulles1
Lasciate solidificare il tutto in congelatore.
Colate uno strato sottile di cioccolato bianco su marmo o carta da forno e prima che solidifichi del tutto, tagliate varie stelline o fiocchi di neve con uno stampino. Per la grandezza, regolatevi secondo quella delle sfere che avete creato. Lasciate solidificare le stelline e rimettetele su un foglio di carta da forno o silicone e con la sac à poche, disegnate le ramificazioni.
Fate più stelle, spirali e ganci di quanti ne avete bisogno, perché il rischio che si rompano in corso di esecuzione è abbastanza alto.
Una volta che tutti gli elementi sono pronti e ben solidificati si passa all’assemblaggio.
Con del cioccolato fuso, attaccate una spirale su ognuna delle sfere, mettete una punta di cioccolato nella parte concava e inseritevi il gancio.
Per ultimo, attaccate i fiocchi di neve di cioccolato bianco, con lo stesso metodo.

Conviene usare dei guanti di lattice per queste operazioni in modo da non lasciare impronte sul cioccolato. Allo stesso modo, conviene lavorare in un ambiente che non sia troppo riscaldato.

Post Tags
Share Post
Written by

Giornalista gastronomica di professione, cuoca per passione e nomade giramondo per amore. Nella mia cucina si mescolano e fondono i sapori, le spezie e i paesi rubati ad ogni incontro.

Latest comments
  • KikaKika

    ecco un altro abitante di Plutone come Ilaria. siete oltre il tempo e lo spazio

  • MapiMapi

    Meraviglioso tutorial, GRAZIE!!!

  • AvatarAvatar

    La bravura di questa donna mi lascia ogni volta senza fiato!

  • AvatarAvatar

    SOno troppo belle! E’ quasi un sacrilegio poi mangiarle… ma io mi chiedo come faro’ quando il calendario dell’avvento giungerà al termine? ormai provo un certo gusto a passare da qui e fare scorpacciata di delizie e meraviglie!

  • AvatarAvatar

    Mi chiedevo la stessa cosa di Milena. Ho solo bisogno di tempo: rifarei tuttoooooooo!
    Grazie di vero cuore.

LEAVE A COMMENT