Home tema del mese CALENDARIO DELL’AVVENTO MTC: I BISCOTTI DECORATI

CALENDARIO DELL’AVVENTO MTC: I BISCOTTI DECORATI

by Ilaria

I biscotti decorati sono un must dei dolci di Natale.

Mi sono avvicinata alla ghiaccia con un timore reverenziale, ero terrorizzata da provare anche solo a sperare di poter realizzare qualcosa di così elegante ed etereo, un conto è fare due decorazioni sui biscotti di Natale oppure modellare la pasta di zucchero, un conto è entrare in questo mondo dai mille beccucci e mille sfumature. Eppure piano piano ci ho provato e complice anche un’insegnate straordinaria sono riuscita a realizzare cose che a volte, ancora oggi, fatico a riconoscere come uscite dalle mie mani. Occorre naturalmente manualità, concentrazione e un’infinità pazienza. Ecco al pazienza non è una delle mie qualità eppure con la ghiaccia mi trasformo. Come dice la mia insegnate, Rossella Repetto, sono sue le ricette e le tecniche a seguire, la ghiaccia è zen. E capista è proprio vero, perciò vi consiglio di provare resterete sorprese. Per me poi la ghiaccia è poesia.

Prima di passare alla decorazione del biscotto vero e proprio è importante fissare due punti fondamentali: la frolla in cui prepararlo e la ghiaccia con cui andrà decorato.

Cominciamo dalla frolla, non è consigliabile utilizzare la vostra frolla abituale, poiché questo biscotto rispetto agli altri deve essere più resistente. Quindi occorre diminuire la quantità di burro per renderlo meno friabile, altrimenti c’è il forte rischio che durante la decorazione vi si spezzi. Inoltre l’altezza dovrà essere un pochino maggiore di un biscotto tradizionale in modo da ottenere una base facilmente lavorabile.

Trovate di seguito la ricetta di una frolla super collaudata:

Ingredienti

300g zucchero al velo

Vaniglia in bacche (a seconda del gusto)

500g burro

2 uova (possibilmente bio)

1kg di farina debole (00)

Secondo step è la preparazione della ghiaccia reale, o anche detta royal icing. Potete prepararla a casa con la ricetta che troverete di seguito, se non siete molto pratiche o non avete molto tempo, vi consiglio invece di acquistare i preparati già pronti  a cui dovrete soltanto aggiungere l’acqua secondo le modalità di ghiaccia che necessitate di ottenere. Questo è uno dei migliori in commercio

ilaria1

 

Se invece siete temerarie allora potete sbizzarrirvi nella preparazione della ghiaccia secondo questa ricetta

Ingredienti

Zucchero al velo

Albume

Succo di limone

 

Un altro suggerimento è quello di utilizzare la polvere di meringa al posto dell’albume sia per una questione igienica, che di praticità. Va miscelata con l’acqua e poi aggiunta allo zucchero al velo fino al raggiungimento della consistenza desiderata

ilaria2

Preparatevi con anticipo la ghiaccia dei colori che necessitate, inseritela nelle tasche, mettete il beccuccio e poi richiudetela con gli appositi cappucci per non farla seccare, se non li avete, avvolgete i beccucci nella scottex bagnata, aiuterà a preservare l’umidità.

Una nota sulla colorazione della ghiaccia, spatolate sempre verso i bordi della ciotola con movimenti ondulatori in laterale, non mescolate altrimenti incorporerete aria e questo non favorirà la fluidità della ghiaccia, formando anche fastidiose bollicine.

I colori che ci servono per questi biscotti sono: rosso, marrone, verde abete, avorio, giallo

Siamo ora pronti per iniziare la decorazione. Prima di tutto prepariamo il fondo del biscotto.

Utilizziamo al ghiaccia della consistenza “run out” ovvero fluida. La ghiaccia sollevata con una spatola, sopra la ciotola contenete la ghiaccia stessa, deve “scrivere”. La lasciate cadere e cominciate a contare fino a 18, a quel punto i segni della ghiaccia caduta dovranno essere completamente scomparsi e la superficie nella ciotola uniforme. Solo a questo punto la ghiaccia avrà raggiunto la giusta consistenza.

Riempite un a tasca con bocchetta n. 3 e cominciate a disegnare il perimetro del biscotto.

Poi subito dopo iniziate a riempire velocemente l’interno, con uno scriber andate un po’ dentro alla ghiaccia e aggiustatela, portandola, se necessario a riempire i bordi o ad eliminare eventuali bolle d’aria

ilaria3

A questo punto scuotete, in orizzontale, leggermente il biscotto per permettere alla ghiaccia di assestarsi. Se possedete un essiccatore riponete il biscotto al suo interno e lasciatelo asciugare. Questo è il metodo più veloce e che vi premette di terminare i lavori in giornata. Diversamente a secondo delle temperature di casa ci vorranno ore prima che la ghiaccia sia completamente asciutta per poterci lavorare sopra.

ABETE

_abete

Una volta pronta la superficie andate a tracciare un disegno di vostro gusto dei tralci di abete con la ghiaccia marrone beccuccio 1,5. E lasciate asciugare. L’ideale sarebbe prepararvi uno schizzo su un foglio e  poi riprodurlo.

Passate alla ghiaccia verde con beccuccio 3, cominciate a fare gli aghi semplicemente attaccandovi allo stelo e facendo dei piccoli movimenti verso l’esterno in orizzontale. Ne fate una serie a destra e una a sinistra. In alcuni tralci (i più piccoli) fateli solo da un lato e pochi o nessuno dall’altro. Lasciate asciugare.

Riprendete il tralcio e ripassate tutti gli aghi che avete già fatto per fare spessore, non preoccupatevi se andate un po’ fuori in questo caso l’importante è dare spessore e profondità. Lasciate asciugare.

Riprendete il tralcio adesso gli aghi, più piccoli, li farete all’interno, diciamo nel centro tra gli aghi già esistenti, tirando più verso l’alto, con movimenti veloci e continui. Lasciate asciugare. Ora vedete che i rami di abete hanno preso vita.

FIORE AVORIO

_fiore bianco

Utilizziamo la ghiaccia color avorio beccuccio 80

Come si evince dalle foto, posizionate un quadretto di carta da forno sul supporto per fiori, fate un primo cerchio premendo continuamente e con la mano sinistra girando il supporto. Eseguite un secondo cerchio da sovrapporre al primo. Posizionandovi con il beccuccio quasi dentro il lato del cerchio eseguite la tecnica definita “premi e tira”, quindi premete e rilasciate. Più tirerete più lunghi saranno i vostri petali. Più grande il vostro fiore. Quindi valutate in base alla dimensione del biscotto. Ora fate una seconda corolla cercando di alternare i petali a quelli precedenti. Fatene una terza più all’interno e tirando verso l’alto. Una quarta alternando i petali della terza. Poi spremete un po’ di ghiaccia all’interno per dare spessore ed inserite 3-4 petali completamente in verticale a chiudere il centro del fiore. Mettete ad asciugare.

PIGNA

Pigna

Riprendete il colore marrone con beccuccio 31, sempre su un quadretto di carta da forno, fate una piccola montagnetta che serve da base per la pigna. Dovrà essere più larga al fondo e stretta in cima. Lasciate asciugare un pochino. Poi posizionatela su un supporto per fiore ed eseguite degli archetti laterali che si sovrappongono, continuando a girare la base. Facendo dei giri orizzontali a partire dall’alto verso il basso, prima più stretti e man mano più larghi. Rifinite qua e la se il caso. Lasciate asciugare.

STELLA DI NATALE

stella_natale

Utilizziamo la ghiaccia colore rosso con beccuccio foglie 52. Con la tecnica del “premi e tira” eseguiamo la corolla di foglie a cerchio, poi una successiva sovrapposta a petali alternati, poi una terza sollevando il beccuccio un po’ verso l’alto. Ora potete con ghiaccia colore giallo e beccuccio 1,5-2 fare dei piccoli puntini al centro della stella, oppure, molto più comodamente, inserite al centro una perlina di colore giallo o bianco.

Il passerotto è una realizzazione piuttosto complicata e non facciamo in tempo a descriverla, ma i biscotti, come potete vedere anche dalle foto, sono molto carini e suggestivi anche senza.

_biscotto_grande_uccelino

Avete realizzato tutti i vostri elementi. Una volta asciutti potete assemblare il biscotto. Fatevi prima un’idea della realizzazione finale, dopodiché aiutandovi con della ghiaccia bianca spremetela nei punti di incollaggio, non abbiate paura di esagerare e fate una bella nuvoletta, tanto è inverno e c’è la neve.

_posizionamento fiori

Posizionate prima i fiori avorio, poi la stella di natale e la pigna. Una volta che gli elementi si saranno asciugati, utilizzando la ghiaccia rossa con il beccuccio 1,5 liscio, fate dei piccoli puntini sui rami di abete per simboleggiare le bacche (si lo so che non ci sono in realtà, ma un tocco di rosso ci sta bene fidatevi!)

_biscotto_grande_fiorepigna

_biscotti_piccoli3

_biscotto_grande1

 

 

Con un pennellino sporcate di ghiaccia bianca i fiori, la pigna e i tralci di abete. Siate leggerissime altrimenti rischiate di rompere dei pezzi.

Ora i vostri biscotti sono pronti per essere regalati magari confezionandoli in una scatolina con coperchio trasparente decorata con fiocco. Oppure potete usarli come decorazione dell’albero o anche come centro tavola.

E Buon Natale!!!

 

 

 

 

10 comments

Alice
Alice 17 Dicembre 2017 - 23:44

Ma…ma…si apre un mondo sconosciuto! Incredibile quello che riesci a fare…e Meno Male che non sei PAZIENTE! 😀

Avatar
mariella 17 Dicembre 2017 - 15:00

No, vabbè…

Arianna Mazzetta
Arianna Mazzetta 17 Dicembre 2017 - 13:33

Ma è un delitto mangiare un biscotto così meraviglioso!!
È un’opera d’arte 😱

Avatar
diana 17 Dicembre 2017 - 12:25

che maestria!!!!!!!!! Se se le mani stessero ferme…magari, mi accontento di guardare, bravissime!!!

Avatar
Milena 17 Dicembre 2017 - 11:53

Un grande lavoro e una grande maestria, complimenti. sono da conservare con gelosia, troppo belli!

Avatar
Dani 17 Dicembre 2017 - 11:49

No vabbè… ma che manine d’oro hai???!

Avatar
Monica 17 Dicembre 2017 - 10:55

SUPERLATIVO…assolutamente SENZA parole…E LO FAI SEMBRARE FACILE!!!! GRANDE ILA E GRANDE REDAZIONE!!! VI ABBRACCIO

Avatar
Tamara Giorgetti 17 Dicembre 2017 - 10:29

è splendido, un’opera d’arte, sei bravissima ilaria

Avatar
Eleonora - zeta come..zenzero 17 Dicembre 2017 - 10:02

Non trovo un aggettivo adatto per queste meraviglie! Chi vede questi piccoli capolavori potrebbe pensare che siamo impossibili da replicare, ma con le tue indicazioni dettagliate anche i neofiti della ghiaccia possono avvicinarsi a quest’arte sopraffina.

Avatar
Antonella 17 Dicembre 2017 - 9:56

Uno un biscotto cosi non lo mangia, lo guarda, lo conserva …….estasiato. avrei paura di masticarlo per sciupare i fiori…..

Comments are closed.

Ti potrebbero piacere anche...