Home MTC 44 canederli MTC N. 44 – GRATTAMI UN PO’ SU… UN PO’ PIÙ GIÙ… COSÌ, COSÌ!!! IL PANGRATTATO

MTC N. 44 – GRATTAMI UN PO’ SU… UN PO’ PIÙ GIÙ… COSÌ, COSÌ!!! IL PANGRATTATO

by MTChallenge
Ebbene sì, il pane non si butta! A mal che vada si gratuggia!!!
L’abbiamo capito forte e chiaro con questa sfida dei canederli.
Io fino adesso con il pane secco facevo ben poche cose, quella più ovvia e semplice è il pangrattato, chi di voi non l’ha mai fatto alzi la mano!


di Mai Esteve- il colore della curcuma

Perché di pangrattato non ce n’é soltanto un tipo, anzi potete sbizzarrivi e trovare quello giusto che vi va a pennello per ogni ricetta che lo richieda, perché non sempre il pangrattato va a finire nelle cotolette.
Secondo la sua finezza o texture viene usato anche in piatti regionali, come addensante di salse, per condire minestre, o per gratinare e poi non potete negarlo a una carbonara o nella pasta con le sarde. Pure nelle polpette e perché no nei canederli?
Potete ricavare il pangrattato anche dai grissini, dai crackers, dai panini e pane vari, sempre raffermo, secco o tostato in modo di non avere problemi di muffa.
Nel caso vi fate prendere dalla febbre del pangrattato e ne fate quantità industriali, sappiate che non si conserva in eterno, anche se avete cura di metterlo in un posto secco e chiuso ermeticamente dentro un barattolo. Non vi consiglio di tenerlo per più di due mesi, se non prevedete di usarlo o avete in mente di regalarlo alla suocera (come ho fatto io dopo questo post…).
Mettiamo il caso vi serva proprio in questo istante del pangrattato, questione di vita o morte, e di pane raffermo non si vede l’ombra, per di più i negozi sono chiusi. 
Basta che affettate del pane, anche fresco, e lo tostate in forno o pure nel tostapane. Lasciatelo raffreddare, spezzettatelo e procedete come siete comodi; con il robot, il tritatutto, il macina caffè, anche con una semplice grattugia!
Ma vi può bastare anche una forchetta se avete a che fare con dei cracker o dei grissini. Tenete in conto però, che se questi contengono semi, piuttosto che un alto contenuto grasso, o pure aromi, il tempo di conservazione è ancora minore e possono andare a male nel giro di pochi giorni.
alcuni esempi di pangrattato


Un altro modo di riuscire a procurarci facilmente del pangrattato, sarebbe quello di tritare il pane e poi adagiarlo su una teglia, bella larga, e passarlo nel forno fino a che perde l’umidità e si tosta a nostra scelta.

Ma se volete provare nuove impanature, ripieni e gratinati profumati e saporiti, provate ad amalgamarci delle spezie o degli aromi. Fate attenzione però a consumarli velocemente visto che, come nel caso dei grissini o dei crackers, il grasso e umidità di quello che aggiungete, ripercuote nella durata del preparato.
Vi conviene quindi attingere dalla vostra provvista di pangrattato, con la quantità necessaria e condirla come preferite, in modo da non aver sprechi! 

Potete usare altre infinità di specie e erbe aromatiche: aglio, prezzemolo, pepe, erba cipollina, curry, menta, peperoncino… a voi la scelta.

16 comments

Avatar
MTChallenge 25 Gennaio 2015 - 18:02

Ma grazie a voi! Qua non si finisce mai d'imparare!
Antonietta con il sesamo
Patty con le fette biscottate
flaminia con frutti secchi
Roberta che lo congela
E poi la Claudia (collega di ufficio) che lo conserva in freezer già condito e pronto per i ripieni, con tanto di prezzemolo e parmigiano!
E sempre un piacere condividere! Non credete?

besos

Avatar
Roberta | Il senso gusto 23 Gennaio 2015 - 16:48

ciao Mai, io il pangrattato lo conservo in freezer ed è la mia scoperta del secolo! Basta muffe e rimane sempre in ottimo stato 🙂
Grazie per le indicazioni che ci hai dato.

Avatar
flaminia 22 Gennaio 2015 - 9:42

Grazie Mai bellissimo post !!
Io alle panature aggiungo anche frutta secca tipo nocciole mandorle o pinoli tostati ottimi sopratutto nei gratinati

Avatar
Annarita Rossi 22 Gennaio 2015 - 8:21

Mai te li faccio io i grattini……mitica.

Avatar
MTChallenge 21 Gennaio 2015 - 19:14

Grande Mai! post utilissimo! io spesso, sopratutto d'estate, preparo del pangrattato speziato o con erbe… 'na figata!! smuack!

Avatar
Rosaria Orrù 21 Gennaio 2015 - 18:13

Forte mai!!

Avatar
Michela Sassi 21 Gennaio 2015 - 18:11

Fortissima… Complimenti bellissimo post!

Avatar
Anonimo 21 Gennaio 2015 - 18:06

Fantastica Mai. Dove c'è fantasia, ci sei tu.
Cristina P.

Avatar
cristina b. 21 Gennaio 2015 - 17:54

vabbè la Mai è un mitooooooooooo!!!!!
anch'io lov lov.

Avatar
Patrizia Malomo 21 Gennaio 2015 - 17:43

Allora io riduco in polvere anche le fette biscottate quando perdono croccantezza. HAi presente? Si apre la confezione, i primi due o tre giorni sono lì buone e belle croccanti, poi cominciano a deprimersi e non le mangia più nessuno. Allora le metto fra 2 fogli di carta forno e ci passo sopra con una bottiglia o con il pestacarne e ci faccio le mie "fettegrattate". Che vanno benissimo nel polpettone, per le panature e anche nei dolci. Così le puoi aggiungere alla famiglia grissini e crackers. E tu sei troppo ganza. Lov lov. Patty

Avatar
Antonietta 21 Gennaio 2015 - 17:35

Bellissimo Mai.
Io di solito per le impanature, quando lo passo nel robot ci aggiungo i semi di sesamo

Avatar
Tamtam 21 Gennaio 2015 - 16:19

grazie Mai, gratto sempre il pane secco, è vero che serve sempre, per gli sformati di verdure per esempio, e tante altre cose, è un grande aiuto, per non parlare della pasta con le bricole, stupenda, grazie per questo utilissimo post, saluti

Avatar
TataNora Dellavedova 21 Gennaio 2015 - 15:23

Per il momento di pangrattato non ne ho bisogno …. ho anche esaurito il pane raffermo (chissà come mai!).
Bel post Mai!
Un beso
Nora

Avatar
Saparunda 21 Gennaio 2015 - 14:07

Grazie infinite per questo post, Mai! E' bellissimo!!!

Avatar
Ale 21 Gennaio 2015 - 14:05

davvero un bel post! bravissima! grazie Mai!

Avatar
MTChallenge 21 Gennaio 2015 - 13:37

bellissimo post… grazie Mai

Comments are closed.

Ti potrebbero piacere anche...