Sono il trend del momento, perfette per il clima estivo, visto che vanno servite fredde e MAG non poteva farsele scappare.

Fresche, sane, naturali ed energetiche fanno parte del raw food cioè di quella categoria di cibi che non necessitano di cottura e non contengono ingredienti di origine animale, le raw cakes o dolci crudi sono la moda del momento e vi sorprenderanno.

Per i puristi le raw cakes presentano una base croccante fatta di frutta secca, cereali e semi mescolati all’ olio di cocco mentre la farcia è solitamente un mix di frutta fresca, frutta liofilizzata o frutta secca, i datteri in primis, dolcificata con sciroppo d’acero, succo d’agave, malto o qualsiasi altro dolcificante purché non sia di origine animale.

Le ricette che vi presentiamo non sono solo veg e vi suggeriamo di eseguirle con attenzione e pazienza, gli ingredienti non hanno le medesima risposta dei soliti burro, farina e uova e i tempi di riposo sono maggiori.

Enjoy!

Le ricette sono liberamente tratte da Donna Hay Fresh, homecookingadventure.com, Jamie Oliver, nirvanacakery.com, theloopywisch.com

 

Raw tart alle nocciole e lamponi
di Giuliana Fabris

Per 6/8 persone

Per la base
210 g di nocciole
40 g di farina di cocco
5 cucchiai di olio di cocco

Per la marmellata di lamponi
200 g di lamponi
50 g di semi di Chia bianca
1 cucchiaio di sciroppo d’acero

Per la mousse al cioccolato
200 g di cioccolato fondente al 70%
200 ml di crema di cocco
50 g di olio di cocco (in alternativa burro fuso)

Per completare
lamponi e mirtilli freschi

Preparate la marmellata di lamponi. Mettete i frutti in una piccola casseruola, schiacciateli grossolanamente con la forchetta, unite lo sciroppo d’acero e i semi di Chia e cuocetela per circa 15 minuti, poi lasciatela raffreddare.
Ora preparate la base. Passate al tritatutto le nocciole insieme alla farina di cocco, quindi trasferite il composto e unite l’olio di cocco e mescolate bene. In uno stampo scanalato da crostata col fondo rimovibile di circa 22 cm fate uno strato compatto di nocciole e cocco su fondo e bordi e mettete in frigo perché si compatti.
Nel frattempo preparate la mousse. In un pentolino che possa andare a bagnomaria fate fondere il cioccolato fondente, poi unite la crema di cocco e mescolate fino a rendere tutto omogeneo, poi unite l’olio di cocco. Lasciate intiepidire.
Riprendete la base ormai indurita e fate uno strato di marmellata di lamponi sul fondo, rimettete in frigo per una decina di minuti in modo che si solidifichi un pochino, poi coprite tutto con la mousse al cioccolato. Livellate bene la superficie e mettete in frigorifero fino al momento di servire.
Decorate con i lamponi e i mirtilli freschi.

 

Mango e curcuma raw cupcake
di Mai Esteve

Per 8 tortine

Per la base
80 g di mandorle
70 g di semi di girasole
6 date del medjool, snocciolati
1 cucchiaio di olio di cocco
½ cucchiaino di cannella
1 pizzico di sale dell’Himalaya

Per la crema di mango e curcuma
200 g di crema di cocco / burro di cocco
2 cucchiai di olio di cocco
2 cucchiai di sciroppo d’acero (opzionale)
1 mango grande
2 cucchiaini di curcuma fresca
1 cucchiaino di zenzero fresco
1 cucchiaio di succo di lime
una punta di cucchiaino di cannella

Mettete le mandorle e i semi di girasole in un robot da cucina o in un frullatore e frullare fino ad ottenere una miscela di consistenza grossolana. Aggiungete il resto degli ingredienti e tritate fino a quando il composto non si unisce.
Dividete uniformemente l’impasto in 8 stampi per cupcake, distribuendolo sulla base e premendo con forza verso il basso. Mettete da parte.
In una piccola pentola sciogliere delicatamente il burro di cocco assieme all’olio di cocco e sciroppo d’acero e mescolate frequentemente. Mettete da parte e lasciare raffreddare per un po’mentre preparate la crema di mango.
Sbucciate il mango, la curcuma e lo zenzero e frullatelo con succo di lime e cannella, fino ad ottenere una crema liscia. Incorporare il burro fuso di cocco leggermente raffreddato e mescolate bene.
Versate la crema uniformemente sullo strato di mandorle e datteri e e conservate nel congelatore fino a quando la crema si rassoda e diventa ferma.
Prima di servire, passare un coltello attorno ai bordi per far staccare i dolcetti dagli stampi.
Conservate in frigorifero o freezer in un contenitore ermetico.

 

Raw zebra cake
di Katia Zanghì

Per 8-10 persone

100 g di noci pecan o noci, mandorle, nocciole
60 g di datteri snocciolati (circa 8-10 date)
2 cucchiai di cacao amaro in polvere
2 cucchiai di cocco rapè
1 cucchiaino di acqua
1 pizzico di sale

Per la farcia alla vaniglia
280 g di anacardi crudi ammollati per 4-6 ore o durante la notte nell’acqua bollente
120 g dolcificante tipo sciroppo d’acero, sciroppo d’agave
100 g di olio di cocco sciolto
2 cucchiaini di estratto di vaniglia
60 ml di succo di limone

Per la farcia alla frutta
75 g di more congelate
75 g di mirtilli congelati

Per la crosta, mettete la frutta secca scelta, i datteri, il cocco rapè e il cacao in polvere nella ciotola di un robot da cucina e azionatelo fino a che non si siano formate le briciole. Aggiungete l’acqua e continuate fino ad ottenere un composto ben amalgamato e che aderisca alle vostre dita, se spremuto. Pressatelo, con l’aiuto di un cucchiaio, sul fondo di una tortiera di 18 cm di diametro e mettete da parte, mentre preparate il ripieno alla vaniglia. Aggiungete tutti gli ingredienti nel bicchiere di un frullatore: gli anacardi ammollati, il succo di limone, l’olio di cocco, la vaniglia, e frullate fino a rendere il tutto omogeneo. Ponete tre quarti del composto in una ciotola e alla restante parte aggiungete la frutta congelata, frullando bene.
Usando due cucchiai, alternate, partendo dal centro della teglia, i due composti, fino ad esaurimento della farcia.
Ponete in freezer fino a 15 minuti prima del servizio, e decorate con i frutti rimanenti e, se volete, qualche fiore.

 

Raw choc-caramel tart
di Silvia Zanetti

Per 4 tortine da 10 cm

225 g di datteri disossati
1 cucchiaio di essenza di vaniglia
da 4 a 6 cucchiai di acqua
60 g di cioccolato amaro al 70%
1 cucchiaio di olio di cocco
fiocchi di sale

Per la base
100 g di mandorle amare
100 g di anacardi
40 g di cocco rapè
1 cucchiaio di cacao crudo in polvere
4 cucchiai di olio di cocco

Mettete i datteri in una ciotola, ricopriteli con acqua bollente e lasciate in infusione per 10 minuti
Frullate in un robot da cucina mandorle, anacardi, cocco rapè, cacao crudo e frullate. Aggiungete l’olio di cocco ed amalgamate gli ingredienti.
Distribuite il composto negli stampi ingrassati e schiacciate bene con il dorso di un cucchiaio, poi mettete in freezer per 30 minuti.
Scolate i datteri ma conservate l’acqua. Raccoglieteli nel bicchiere di un frullatore e frullate aggiungendo poco per volta l’acqua messa da parte, dovrete ottenere un composto liscio e cremoso come il caramello.
Distribuite il caramello di datteri negli stampi.
A bagnomaria sciogliete il cioccolato amaro con l’olio di cocco e distribuite con attenzione sugli stampi.
Refrigerate per 1 ora, prima di servire decorate con i fiocchi di sale.

 

Raw Lemon and Pistachio chia Tart
di Camilla Assandri

Per 6-8 persone

240 g di anacardi
2 cucchiaini di scorza di limone finemente grattugiata più 1 cucchiaio da tavola per la decorazione
60 ml di succo di limone
50 g di olio di cocco
1 cucchiaino di pasta di vaniglia
60 ml di crema di cocco
60 g di sciroppo di malto di riso
2 cucchiai di semi di chia bianco
35 g di pistacchi

Per la base
160 g di mandorle
3 datteri freschi
2 cucchiai di olio di cocco
1 cucchiaio di semi di chia bianco

Mettete gli anacardi in una piccola ciotola, coprite con dell’acqua bollente e lasciate da parte per 20 minuti in ammollo.
Per preparare la base, ponete le mandorle, i datteri, l’olio di cocco i semi di chia in un robot da cucina e tritate per un minuto o finché la miscela non assomiglia a briciole fini.
Mettete il composto nello stampo imburrato e con carta da forno, da 26 cm, e con l’aiuto di un cucchiaio premete bene sul fondo per rendere la base liscia e uniforme.
Lasciate riposare in frigorifero per 30 minuti.
Mentre la base si raffredda, scolate gli anacardi, metteteli in un robot da cucina e tritate per un minuto o finché si inizia a formare una pasta cremosa.
Aggiungete la buccia e il succo del limone, l’olio di cocco, la vaniglia, la crema di cocco, lo sciroppo di malto di riso e i semi di chia.
Lavorate fino a ottenere un composto liscio e cremoso.
Versate il composto all’interno della tortiera, sulla base solidificata e livellate per bene la superficie.
Lasciate riposare in frigorifero per almeno 2 ore o fino a quando si sarà indurita.
Togliete dallo stampo e decorate la torta con i pistacchi tritati e la scorza di limone tenuta da parte in precedenza.

 

Raw peanut butter and chocolate cups
di Silvia Zanetti

Per 12 porzioni standard o 24 mini porzioni

1 teglia da 12 muffin standard o 2 teglie da 12 mini muffin (io ho usato queste) e robot da cucina

Per la base
200 g burro di arachidi
180 g datteri snocciolati
100 g fiocchi d’ avena
100 g di farina di mandorle
5 g estratto di vaniglia
25 g olio di cocco
olio di semi per ungere le teglie

Per la farcitura al cioccolato
100 g olio di cocco
30 g cacao crudo in polvere
25 g sciroppo di dattero *

Ungete la teglia per mini muffin con dell’ olio dal gusto neutro come l’olio di girasole (non usate l’olio di cocco perché si solidificherà e non riuscirete ad estrarre le tortine).
In un robot da cucina, frullate tutti gli ingredienti per fare la base finché otterrete un composto omogeneo e i datteri saranno completamente amalgamati.
Dividete il composto in 24 palline da 25 g ciascuna e distribuiteli nelle cavità premendo con decisione.
Mettete le teglie nel freezer coperte da pellicola alimentare per un’ora.
Nel frattempo preparate il cioccolato.
*Se non avete lo sciroppo di dattero potete frullare 3 datteri con 5 cucchiai d’acqua e filtrare il composto con un passino.
In una piccola pentola versate gli ingredienti e riscaldate a fuoco dolce fino a quando l’olio di cocco non è completamente fuso. Mescolate molto bene il composto per amalgamare lo sciroppo di dattero che tende a stare sul fondo.
Estraete le tortine dal freezer e distribuite su ciascuno 6 g circa di cioccolato. Per comodità ho usato un cucchiaino dosatore.
Riponete nel freezer per un ‘ora.

Queste deliziose tortine si conservano molto bene nel congelatore per un mese, prima di consumarle scongelatele per 1 ora in frigorifero, o in frigorifero fino a 2 settimane.

 

Raw chocolate cake di Jamie Oliver
di Bianca Berti

Per 16 persone

Per la farcia
300 g di noci pecan
150 g di datteri del medjool
150 g di fichi secchi
3 cucchiai di miele
5 cucchiai di polvere di cacao crudo
1½ cucchiaini di estratto di vaniglia

Per la base
60 g di burro di cacao
150 g di nocciole
3 cucchiai di polvere di cacao crudo
1½ cucchiaio di malto di riso

Per la glassa
200 g di olio di cocco
120 g di polvere di cacao
2 cucchiaini di nettare di agave scuro grezzo

Foderate una tortiera da 20 cm con carta oleata.
Per fare la base, raschiate il burro di cacao molto finemente in una piccola ciotola, quindi mettete in una grande ciotola di acqua calda e lasciare sciogliere (si scioglie a circa 34 °C, quindi è ancora considerato crudo).
Frullate le nocciole in un robot da cucina molto finemente, unite gli altri ingredienti della base e premere sul fondo della tortiera. Lasciate riposare mentre preparate il ripieno.
Frullate le noci pecan molto finemente, quindi aggiungete gli ingredienti rimanenti (ricordate di togliere il nocciolo dai datteri) e mixate fino a quando tutto non forma una pasta omogenea. Premete sulla base della tortiera e lasciate raffreddare per almeno 3 ore.
Unite gli ingredienti per la glassa e lasciate raffreddare per circa 20 minuti mescolando una o due volte.
Passate un coltello a lama liscia attorno al bordo della torta e sformate. Distribuite la glassa sulla torta con una spatola e servite.

 

Raw cake al limone e miele
di Francesca Geloso

 

 

Per 6/8 tortine

Per la base
250 g di mandorle
25 g di cocco essiccato
40 g di olio di cocco
20 g di miele

Per la farcia
420 g di ricotta ovina o vaccina, passata al setaccio
1 limone la scorza, finemente grattugiata
15/20 ml di succo di limone fresco
1 cucchiaino di vaniglia in pasta
90 g di miele ( qui d’edera) + altro per servire

Disponete tutti gli ingredienti necessari per preparare la base in un mixer e tritate tutto insieme fino ad ottenere un composto granuloso ma abbastanza omogeneo quindi pressatelo sul fondo degli stampi scelti in modo da ottenere le basi. Fate rassodare in freezer per un minimo di mezz’ora.
Con l’ausilio di fruste elettriche o planetaria montate la ricotta setacciata con il miele, poi unitevi i restanti ingredienti, fino ad ottenere una crema soffice e amalgamata.
Distribuitela nelle basi e servite accompagnato con  il miele ulteriore.

 

Raw vegan chocolate coffee cheesecake cites
di Leila Capuzzo

raw

Per 10 tortine

Per la base
80 g di anacardi
280 g di mandorle
150 g di sciroppo d’acero

Per strato di crema di caffè
225 g di anacardi lasciati a bagno in 500 ml di acqua per almeno 1 ora e poi scolati
15 g di caffè solubile sciolti in 15 g di acqua
80 g di sciroppo d’acero
60 g di latte di mandorla

Per lo strato di crema al cioccolato
225 g di anacardi lasciati a bagno in 500 ml di acqua per almeno 1 ora e poi scolati
120 g di cacao in polvere
100 g di sciroppo d’acero
150 g di latte di mandorla

uno stampo multiplo per muffin e carta forno a strisce larghe circa 1,5 cm e lunghe 12 cm

Posizionate una striscia di carta da forno in ciascuno stampino della teglia da cupcake per poter sformare i dolcetti a fine preparazione. Per la base mettete gli anacardi e le mandorle in un frullatore, facendolo pulsare fino ad ottenere una miscela grossolana. Aggiungete lo sciroppo d’acero e frullate fino a quando la miscela inizia a compattarsi rimanendo leggermente friabile. Trasferite circa 2 cucchiai di questa miscela in ogni stampino della teglia dei cupcake. Comprimete e appiattite con le dita eventualmente leggermente inumidite. Mettete in freezer lo stampo per almeno mezzora. Gli avanzi possono essere modellati in piccole palline per la decorazione.
Per strato di crema di caffè mettete tutti gli ingredienti in un frullatore e frullate fino ad ottenere un composto liscio e cremoso. Versate due cucchiai circa di composto al caffè sulle basi e livellate per ottenere uno strato uniforme. Congelate per almeno mezz’ora.
Per lo strato di crema al cioccolato mettete tutti gli ingredienti in un frullatore e frullate fino a ottenere un composto omogeneo e cremoso. Versate almeno due cucchiai di crema al cioccolato negli stampini sopra gli altri due strati e livellate. Congelate per almeno un’ora (o anche tutta la notte). Per servire sformate i piccoli dolcetti aiutandovi con le strisce di carta forno che poi rimuoverete. Decorate con le palline ricavate dagli avanzi dell’impasto delle basi e, a piacere, cocco disidratato.

Share Post
No comments

LEAVE A COMMENT