Yvette Van Boven è una splendida signora olandese, nata in Irlanda e oggi divisa fra Amstersam e Parigi, che da anni scrive e disegna di cibo in un modo che mi piace: la sua è quella cucina semplice e alla portata di tutti che smette di essere scontata grazie a quei guizzi divertenti, convincenti e altrettanto alla portata di tutti che, rinnovando senza stravolgere, fanno tornare la voglia di rimettersi ai fornelli. Perchè, diciamocelo per l’ennesima volta, la cucina reale è fatta delle solite cose, quelle che di sicuro fanno bene alla salute, al portafoglio e allo stato del vostro frigorifero, ma qualche volta finiscono per trasformarsi in una routine che deprime.

La soluzione proposta dalla Van Boven è nei suoi libri i cui titoli, significativamente, iniziano tutti con Home Made: il fatto in casa diventa centrale, compresa anche la bellezza dell’imperfezione dei risultati, quelli che ti fanno sentire un po’ meno imbecille del solito -e a volte anche un po’ meno incavolata del solito: perchè, diciamo anche questo per l’ennesima volta, anche la perfezione stufa- e lo fa, a maggior ragione, se se ne conoscono tutti i trucchi, dalle magie di photoshop a quelle di piatti la cui vita dura solo per il tempo di uno scatto per finire desolatamente nel bidone della rumenta.

E’ per questo che, per il Natale in cui tutti faranno a gara a chi lo fa meglio, abbiamo deciso di regalare a noi e ai nostri lettori, il cantuccio della gloriosa ed imperfetta bellezza del fatto in casa: lo facciamo con l’ultima fatica di Yvette, questo Home Made Christmas da cui le ragazze dello Shelfie hanno tratto una selezione di ricette straordinarie, tutte accomunate dal conforto di potercela fare. Tutto l’anno- e a Natale di più 🙂

 

 

CIOCCOLATA CALDA ALLO ZENZERO CON MARSHMALLOWS ARROSTITI

di Eliana Guagliano

Per 3-4 tazze

500 ml di latte

2 cucchiai di zenzero fresco pelato e grattugiato finemente

100 g di cioccolato fondente di buona qualità (almeno il 70% di cacao) a pezzi

2-3 manciate dì marshmallows

n pizzico di zenzero in polvere

Riscaldate il latte con lo zenzero, ma non lasciatelo bollire. Lasciatelo sobbollire a fuoco molto basso per 10 minuti.
Togliete dal fuoco e aggiungete il cioccolato, senza mescolare. Coprite e fate riposare per 5 minuti.Mescolate con una piccola frusta, fino a quando gli ingredienti non risultino perfettamente amalgamati, quindi passate tutto attraverso un setaccio.

Usando uno spiedino di metallo, arrostite i marshmallows su di un fornello a gas, con un cannello, sopra una candela o nel camino.

Riempite 3 o 4 tazze con la cioccolata calda e aggiungete i marshmallows.
Spolverate con lo zenzero in polvere e servite immediatamente.

 

PULL-APART BREAD DI ZUCCA, FETA E SALVIA

di Tamara Giorgetti

per 6 persone

250 ml di latte tiepido

2 cucchiai di miele o di zucchero

1 busta di lievito di birra disidratato

400 g di farina 0

1 cucchiaino di sale

400 g circa di zucca violina sbucciata e tagliata a cubetti

olio extravergine per ungere

1 cucchiaino di paprica

100 g di feta, tagliata a cubetti di 1 cm

12 foglie fresche di salvia di cui 4 finemente tritate

1 uovo leggermente sbattuto

Sciogliete il lievito nel latte tiepido e lasciate riposare per 7 minuti, o fino a quando inizierà a fare le bollicine.

Mescolate la farina con un cucchiaino di sale in una terrina e fate la fontana: versate il latte con il lievito nella cavità ed iniziate ad impastare, prima nella terrina e poi su un piano di lavoro leggermente infarinato, per circa 10 minuti. Dovrete avere un impasto morbido, elastico, non appiccicoso e che “torna indietro” se fate una leggera pressione. Dategli la forma di una palla, mettetelo in una terrina leggermente unta, sigillatelo con pellicola trasparente e lasciatelo lievitare fino al raddoppio.

Preriscaldate il forno a 200°C.
Disponete i cubetti di zucca in una teglia unta di olio e conditeli con il sale, i pepe e la paprica. Arrostiteli per circa 30 minuti o fino a quando saranno teneri, con i bordi leggermente abbrustoliti, fate raffreddare. Dopo che l’impasto sarà raddoppiato, sgonfiatelo sulla spianatoia e impastatelo di nuovo, per breve tempo. Ungete di olio uno stampo rettangolare di (23×12) .

Spianate l’impasto fino a formare un rettangolo di (15 x25) e cospargetelo con la zucca, i cubetti di feta e la salvia tritata, lasciando liberi i bordi. Arrotolate il rettangolo fino a formare un rotolo piuttosto spesso. Tagliate il rotolo il 12 fette uguali e date loro la forma di palline. Disponetene 6 sul fondo della teglia e piazzate una foglia di salvia su ciascuna. Sistemate le altre
sei sopra le altre, ma un po’ sfalsate, fino a riempire lo stampo. Mettete le restanti foglie di salvia negli spazi liberi. Coprite con un canovaccio e lasciate di nuovo lievitare, questa volta per 30 minuti.

Preriscaldate di nuovo il forno a 200° C. Spennellate la superficie con l’uovo e cuocete per circa 30 minuti fino a quando la superficie sarà dorata. Lasciate raffreddare su una gratella per 5 minuti, poi formate e fate raffreddare completamente. Servite con una zuppa o una insalatona.

 

 

SNACK DI CREMA AL GORGONZOLA E PERE UBRIACHE

di Elena Broglia

    

Per 4 persone

Per le pere

2 pere williams ben sode

300 ml di vino rosso

1 bastoncino di cannella

1 anice stellato

1 pezzetto di scorza d’arancia non trattata

4 cucchiai di zucchero

Sale marino

Per la crema

150 g di crema di formaggio, a temperatura ambiente

250 g di gorgonzola, a temperatura ambiente

Pepe nero appena macinato

Per servire

8 Fette di pane sottili tostate

Pepe nero appena macinato

4-5 Nocciole

Sbucciate le pere e mettetele in una casseruola con il vino, il bastoncino di cannella, l’anice stellato, la buccia d’arancia, lo zucchero e un pizzico di sale. Aggiungete un poco di acqua, se ce ne
fosse bisogno, fino a coprirli. Portate a ebollizione, quindi abbassate la fiamma e cuocere a fuoco lento, parzialmente coperto, per 25-30 minuti, finché sono teneri.Togliete le pere dal liquido di cottura e lasciate raffreddare. Tagliate a fette spesse dopo aver rimosso il torsolo.
Amalgamate la crema di formaggio con il gorgonzola, aggiungendo pepe a piacere, rimettete in frigo la crema per farla rassodare.
Tostate le nocciole in una padella antiaderente ben calda, fatele raffreddare e tritatele grossolanamente.
Spalmate una generosa quantità di crema su ogni pezzo di pane tostato e guarnite con fettine di pera, nocciole tritate e pepe appena macinato.

 

 

RILLETTE DI CONIGLIO O POLLO

di Elena Broglia

Per 8 persone

3 cosce di coniglio (o di pollo)

Sale marino e pepe nero macinato fresco

50 g di burro

50 ml di olio d’oliva extravergine

Qualche rametto di timo fresco

50 m di vino bianco

125 ml di panna da montare

3 cucchiai di dragoncello fresco tritato

Succo e scorza finemente grattugiata di almeno ½ limone

 

Riscaldate il burro e l’olio in una padella dal fondo pesante, condite le cosce di coniglio con sale e pepe. Bagnate con il vino e aromatizzate con il timo, mettete il coperchio e cuocete a fiamma bassa per circa 2 ore.

Controllate spesso per assicurarsi che la padella non sia troppo asciutta, se necessario bagnare con altro vino o acqua, girando la carne su se stessa.
Lasciate raffreddare la carne poi disossatela e rimuovete il timo.

Tritare la carne con un mixer, utilizzando il tasto pulse per evitare che si riduca in crema. Aggiungete la panna fresca, qualche cucchiaio del fondo di cottura, mescolate con un cucchiaio. Condite con il limone (scorza e succo), sale pepe e dragoncello fresco.

Trasferite in piccoli vasi puliti o una ciotola e conservate in frigorifero così si compatterà. E’ possibile prepararlo con qualche giorno di anticipo.
Rimuovete la rillette dal frigorifero diverse ore prima di servire in modo che non sia troppo fredda, infatti il gusto ne risentirebbe e non sarebbe liscia e spalmabile.

Servitela con pane tostato o crostini.

 

 

PORCHETTA DI NATALE

di Eliana Guagliano

Per 8-10 persone

1 pancetta di maiale (circa 2kg) senza cotenna

Sale e pepe Sichuan o pepe nero in grani pestati in un mortaio

3 cucchiai di olio di oliva

Olio di oliva qb per la teglia

Per il ripieno

5 cucchiaini di sale grosso

3 cucchiai di pepe Sichuan o pepe nero in grani pestati in un mortaio

1 mazzetto abbondante di prezzemolo (circa 50g) tritato grossolanamente

1 mazzetto di timo, tritato grossolanamente

Le foglie di 6 rametti di rosmarino fresco tritato grossolanamente

La scorza grattugiata di due arance

I semi di 6-8 baccelli di cardamomo pestati in un mortaio

6 piccoli spicchi di aglio tritati

80 g di nocciole tostate in una padella tritate grossolanamente

Spago da cucina: 8 pezzi da circa 30 cm

Sistemate la carne sul tagliere, con il lato dove prima c’era la cotenna rivolto verso l’alto. Con un coltello molto affilato, segnate la parte grassa praticando dei tagli superficiali distanziati di circa 8 mm.  Girate la pancetta e condite con sale e un po’ di pepe.

Mescolate gli ingredienti per il ripieno e cospargeteli sulla carne. Arrotolatela con cura e legatela con attenzione, utilizzando lo spago preparato; cominciate dal centro, poi passate alle estremità e successivamente legate le parti rimaste. Massaggiate il rotolo con i tre cucchiai di olio, sale e pepe. Conservate in frigo fino alla cottura.

Potete anche preparare la carne il giorno prima, così si marinerà meglio. Rimuovete la carne dal frigo almeno un’ora prima della cottura, per riportarla a temperatura ambiente.

Preriscaldare il forno a 230°.

Ungete una teglia con un po’ d’olio e sistemateci la carne. Fate cuocere per 20 minuti, abbassate la temperatura a 150° e coprite con un foglio di alluminio. Fate cuocere per altre 2 ore e mezza.
Eliminate l’alluminio e irrorate la carne con il liquido di cottura. Fate cuocere, senza alluminio, per altri 15 minuti, fino a quando la crosta non si è ben rosolata.
Quando togliete la porchetta dalla teglia, potrebbe essere necessario doverla staccare delicatamente; fatela riposare su di un tagliere per 15 minuti.

Tagliatela a fettine sottili e servitela tiepida o fredda.

 

 

SALMONE AL FORNO CON FINOCCHIO, LIMONE E MAIONESE AL CRESCIONE E MISO

di Valeria Caracciolo

 

Per 6 persone

1 limone affettato finemente

1 finocchio affettato finemente con le barbe da parte per la guarnizione

2 o 3 cucchiai di olio extravergine d’oliva

1 lato intero del salmone (circa 1 kg)

sale

1 o 2 cucchiai di vino bianco

2 cucchiaini di pepe rosa schiacciati

Per la mionese al crescione e miso

Un pugno di crescione o di spinaci

2 tuorli

60 ml di succo di limone

2 cucchiaini di pasta di miso bianca

sale e pepe di mulinello

1 cucchiaio di senape di Digione

Circa 300 ml di olio di semi di girasole

Per la maionese, assicuratevi che tutti gli ingredienti siano a temperatura ambiente.
Con l’aiuto di un frullatore, lavorate il crescione con i tuorli, il succo di limone, la senape la pasta di miso fino ad ottenere un composto omogeneo. Aggiustate di sale, ma attenzione perché la pasta di miso é molto salata.

Aggiungete qualche goccia di olio a filo a velocitá minima, quando la maionese inizia a prendere consistenza, aggiungete il restante olio sempre a filo finché non sará completamente emulsionato. Assaggiate per bilanciare il sapore, eventualmente, con sale o succo di limone.
Conservate in frigo fino all’utilizzo.

Pre-riscladate il forno a 180°C. Ricorpite una teglia con due fogli d’alluminio e poi uno di carta da forno spennellata con l’olio. Adagiate il salmone sulla carta da forno, salate, dividete le fette di limone e di finocchio sul pesce. Spruzzate con il vino bianco e il pepe rosa, ricoprite con la carta da forno ed un altro foglio d’alluminio.
Ripiegate i lati in modo da non fare fuoriuscire nessun liquido e ponete la teglia nel forno per 18-20 minuti.

Guarnite con le barbe del finocchio e servite il salmone intero con la maionese a parte in una ciotolina.

 

 

TRIFLE WITH SALTY CARAMEL, CHEESECAKE CREAM & CHEWY BROWNIES

di Ilaria Talimani

Per 6 persone

Salsa la caramello salato

225g di zucchero

95g acqua

100g burro a cubetti

125ml di panna fresca (ad alto contenuto di grassi)

1/2 cucchiaino da caffè di sale (tipo Fleur de sel)

Brownies

125g burro a cubetti

600g cioccolato fondente (almeno 70%) a pezzetti

300g di brown sugar scuro

8 uova

4 cucchiai di estratto di vaniglia (o secondo il gusto)

400g di farina

1/2 cucchiaino di sale

Cheesecake cream

500g di formaggio spalmabile (tipo Philadelphia) a temperatura ambiente

i semi di 2 baccelli di vaniglia (o 3 cucchiaini di estratto)

250g di mascarpone

250ml di metà panna e metà mascarpone oppure solo panna ad alto contenuto di grassi

Salsa al cioccolato

150ml di panna

200g cioccolato fondente (almeno 70%) a pezzetti

60ml di liquore al caffè o Cognac (opzionale)

Preparate la salsa al caramello salato: versate in una padella dal fondo spesso lo zucchero e l’acqua a filo, cuocete a fuoco medio finché lo sciroppo di zucchero raggiunge un bel colore ambrato. Togliete dal fuoco e aggiungete il burro, un cubetto alla volta, mescolando. Facendo molta attenzione versate la panna. Rimettete sul fuoco, a fiamma bassa, e cuocete finché la salsa si sarà addensata e risulterà liscia ed uniforme. Lasciate a raffreddare a temperatura ambiente.

Preparate adesso i  brownie: preriscaldate il forno a 180°, imburrate e infarinate una teglia 20x30cm e foderate il fondo con carta da forno. Scaldate il burro, brown sugar e il cioccolato a bagnomaria finché gli ingredienti non saranno ben amalgamati fra loro, lasciate raffreddare. Nel frattempo montate le uova con la vaniglia a cui aggiungerete il composto di cioccolato, una volta raffreddato. Setacciate la farina con il sale e amalgamate il composto di cioccolato con una spatola. Versate il composto nella teglia, livellate e cuocete per circa 25-30 minuti o fino a quando uno stecchino inserito nel centro uscirà fuori pulito. Ricordatevi però che il brownie, per definizione, deve rimanere morbido “chewy” all’interno, quindi non cuocetelo eccessivamente. Lasciate raffreddare su una gratella per dolci.

Passate alla crema al formaggio: usando la planetaria con la foglia (o uno sbattitore elettrico) amalgamate la crema di formaggio e vaniglia. Con il robot in movimento, aggiungete circa 200g di salsa al caramello, il mascarpone e la panna. Mettete la frusta e montate fino ad ottener un composto morbido ma fermo e tenete da parte.

Preparate la salsa al cioccolato: portate la panna quasi a bollore e versatela sul cioccolato, se lo desiderate aggiungete anche il liquore. Lasciate passare qualche minuto affinché il cioccolato si sciolga e mescolate per ottenere una ganache uniforme e lucida.

Assemblate il trifle: ina una coppa da trifle formate uno strato di base spezzettando il brownie, spargete un po’ di salsa al caramello, ricoprite con uno strato uniforme di crema al formaggio e cospargete con la salsa al cioccolato. Continuate gli strati fino al termine degli ingredienti. Decorate a piacere e conservate nel frigorifero fino al momento di servire.

 

CRANBERRY MARGARITAS

di Valeria Caracciolo

 

Per 4 persone

2 manciate di ghiaccio

200 ml di succo di mirtillo rosso

100 ml di succo di lime (2 o 3 lime)

150 ml di tequila

100 ml di liquore all’arancia come Cointreau o triple sec

Per guarnire

4 spicchi di lime

sale grosso

 

Fate raffreddare 4 bicchieri con del ghiaccio, facendolo roteare all’interno del bicchiere.

Mettete nello shaker il ghiaccio, il succo di mirtilli, il succo di lime, la tequila ed il Cointreau e scuotete per 30 secondi almeno.
Eliminate il ghiaccio dai bicchieri. Bagnate i bordi dei bicchieri con una fetta di lime ed immergeteli in un piatto dove avrete versato del sale.

Versate il drink nei bicchieri e servite immediatamente.

Share Post
Written by

La signora dei pipponi.

Latest comments
  • u a u!!

  • Mapi

    Ricette una più splendida dell’altra, complimenti!

  • Tante idee affidabili da realizzare, certe del risultato!!! Grazie <3

LEAVE A COMMENT