MTC n. 31: La Belle Epoque delle Insalate: Salade Argenteuil

argen
credits: Milena Scalambra- La Scimmia Cruda
di Milena Scalambra- La Scimmia Cruda
Questa
è la volta di una Signora Insalata, niente a che vedere con le mie
proposte precedenti..siamo a tutt’altro livello e infatti..non è farina
del mio sacco anche se, volente o nolente, ho dovuto per forza di cose
fare qualche piccola modifica!
Modifiche
necessarie non per il mio gusto ma perché non c’è stato verso di
trovare un paio di ingredienti…e sì che le ho provate tutte! Ho girato
tutti i supermercati e i discount di Grosseto, ho cercato nel reparto
frutta e verdura ma anche nel reparto dei surgelati e poi anche tra le
verdure in barattolo..ma niente!!! Sono stata anche al mercato ma
nemmeno lì ce li avevano 🙁
Non c’è stato verso di trovare gli asparagi bianchi..ho contattato anche il Consorzio per la tutela dell’Asparago Bianco di Bassano ma..sto ancora aspettando risposta 🙁
e così, alla fine, a malincuore, ho optato per gli asparagi verdi..
altro
ingrediente che non sono riuscita a trovare: il dragoncello..non ci
volevo credere..non l’ho trovato da nessuna parte 🙁 e così mi è toccato
sostituirlo e ho optato per un mix di maggiorana (secca) e timo del mio
balcone..non è la stessa cosa ma merita 😉

100_5042-

credits: Milena Scalambra- La Scimmia Cruda
ingredienti per 4 persone:
  • 4 piccole patate
  • 500 g di asparagi bianchi (verdi nel mio caso)
  • 4 foglie di lattuga
  • 6 rametti di dragoncello (sostituiti con 2 rametti di timo e 1/2 cucchiaio di maggiorana secca)
  • 1 limone
  • 2 uova
  • 10 cl di vino bianco secco
  • 3 cucchiai di olio di oliva
  • sale e pepe

collage

credits: Milena Scalambra- La Scimmia Cruda
Lavare
bene le patate. Metterle in una pentola e coprirle di acqua fredda,
aggiungere del sale. Mettere sul fuoco e portare ad ebollizione. Lasciar
cuocere da 20 a 25 minuti.
Nel
frattempo dedicarsi alle uova: metterle in un pentolino con dell’acqua
fredda, portare a ebollizione e far cuocere 10 minuti. Far raffreddare e
sbucciare le uova.
Spremere
il limone. Tagliare in 4 spicchi le uova, condirle con 1 cucchiaio di
olio e qualche goccia di succo di limone. Tenere da parte.
Pulire
gli asparagi, eliminando la terra, raschiarli leggermente per eliminare
la parte più dura, lavarli. Tagliare i gambi a pezzi di 3 cm, lasciando
le punte intere. Portare ad ebollizione una pentola di acqua
leggermente salata. Far cuocere i gambi per circa 5 minuti, aggiungere
le punte e far cuocere ancora 5 minuti. Scolarli delicatamente e
separare punte e gambi.
Pelare
le patate e tagliarle a rondelle. Condirle, ancora calde, con il vino
bianco secco, 2 cucchiai di olio d’oliva e il succo di limone restante.
Lavare
ed asciugare le foglie di lattuga, sistemarle sul fondo di
un’insalatiera. Mescolare patate e gambi degli asparagi. Lavare,
asciugare e tritare finemente il dragoncello, aggiungerlo a patate e
asparagi. Versare al centro dell’insalatiera. Aggiungere gli spicchi
d’uovo, unire le punte di asparagi e servire.
così è come diceva la ricetta…queste le mie modifiche:
per
la cottura degli asparagi, ho fatto di testa mia..ho usato
l’asparagera, tenendo quindi interi gli asparagi, dopo averli lavati
accuratamente e dopo aver raschiato un po’ la parte finale, li ho legati
con qualche giro di spago da cucina. Ho messo sul fuoco, con l’acqua
che lasciava scoperte le punte, ho coperto e quando l’acqua ha iniziato a
bollire, ho abbassato la fiamma e lasciato sobbollire per circa 15
minuti: i gambi immersi in acqua si cuociono per bene, le punte restando
fuori dall’acqua vengono cotte in maniera più delicata grazie al vapore
e non si disfano. C’è chi sala l’acqua e chi no..io no 🙂 li condisco
dopo.
ho
superato un mio grande limite: le uova sode…detesto con tutta me
stessa le uova, anche se poi vado matta per la carbonara e per le
frittate…a me di fondo, non piacciono le “cose che puzzano” 😀
antepongo sempre l’olfatto al gusto..in tutto…anche con le medicine
(vi ricordate il Ribex? lo sciroppo per la tosse al ribes? ecco…già lì
rompevo le balle 😀 ma questa è un’altra storia!)..e le uova
sode..puzzano! Non venite a dirmi di no! 🙂 puzzano in modo
orripilante!!!
però..potevo fare un piatto con tanta dedizione e poi non assaggiarlo? non esiste! 🙂
e così, mi sono “fatta coraggio” e ho assaggiato a denti lunghi ‘st’uovo…mica male alla fine…però l’ho assaggiato con il naso tappato 🙂 come i bimbi 😀
a
me è piaciuta tanto quest’insalata, con il condimento così delicato..mi
ha davvero convinta! Ma..cosa molto più importante, ha convinto la mia
dolce metà! 🙂
quindi è promossa a pieno titolo!!!
però…eh
si, c’è un però…l’ho voluta presentare anche in modo più
goloso…strano, eh! 🙂 ho cambiato condimento: 1 cucchiaio di maionese
fatta in casa, aromatizzata con l’erba cipollina e ho aggiunto un
cipollotto fresco tagliato a rondelle 😉
buonissima! 🙂
Milena Scalambra- La Scimmia Cruda
Written by
No comments

LEAVE A COMMENT