di Eleonora Pulcini  – Zeta come.. Zenzero

Quando si pensa all’Europa e ai paesi che ne fanno parte ci vengono subito in mente l’Italia, la Francia, la Spagna, la Germania.. quasi mai il primo paese a cui pensiamo è la Repubblica Ceca, l’Ungheria oppure la Bulgaria.

Eppure ci sono città bellissime, paesaggi incantati e piatti tipici che almeno una volta nella vita si devono vedere – ed assaggiare.

Penso a Praga, al suo castello, al quartiere ebraico, all’orologio con il quadrante astronomico più antico al mondo, al Goulash oppure a Budapest, che spero di visitare presto perché moltissimi mi dicono che assomiglia, per atmosfera e bellezza alla mia cara Parigi.

Oggi in particolare però vi accompagno in Bulgaria.

I Bulgari raccontano che quando Dio creò il mondo, ad alcuni paesi diede il mare più bello, ad altri il deserto, ad altri ancora i pascoli e le montagne. Quando arrivò il turno della Bulgaria non c’era più nulla da dare, e così Dio prese dagli altri paesi i pezzetti più belli e li mise qui.

Non da meno è la cucina che subisce l’influenza greca e turca. Infatti troviamo piatti a base di latticini – come la feta o lo yogurt – la musakà tipicamente greca oppure la baklava, di origine turca.

Molto rappresentativo è il dolce che ho preparato per questo tema del mese: la banitsa.

La banitsa è una torta preparata con una base di pasta phyllo farcita con yogurt, formaggio feta e uova – ritroviamo la Grecia in tutto e per tutto. E’ tradizionalmente servita a Natale o a Capodanno e si usa anche nascondere un confetto al suo interno di buon auspicio per il fortunato o la fortunata che lo troveranno all’interno della propria fetta (mi ricorda molto la Galette de Rois in questo).

Oltre a questa versione con formaggio e yogurt esistono molte varianti della Banitsa: Spanachena banitsa con gli spinaci, Tikvenik con la zucca, Luchnik con porro e cipolla, Zelnik con la verza, Mlechna banitsa con il latte, anche di carne.

Banitsa

banitsa6

Preparazione: 45 minuti

Tempo di cottura: 25 minuti

Ingredienti per una teglia da 25 cm di diametro

12 fogli di pasta phyllo

116g di burro

225g di feta

340g di yogurt (quello ideale sarebbe bulgaro, di latte di pecora, ma se anche da voi è introvabile sostituitelo con pari peso di yogurt greco intero)

4 uova intere + 1 tuorlo

sale

pepe

Preriscaldate il forno a 180°.

Fate fondere il burro e lasciatelo intiepidire.

Mescolate lo yogurt e le uova intere; quindi aggiungete a questo composto la feta sbriciolata con le mani, il sale e il pepe.

Prendete due fogli di pasta phyllo sovrapposti e spennellatene la superficie con il burro fuso.

Sovrapponete un terzo foglio di pasta phyllo sul primo e spennellate anche questo con il burro.

Girate sottosopra e quindi spennellate anche il lato inferiore.

Versate 1/4 del composto di yogurt, uova e formaggio sul foglio di pasta phyllo, quindi arrotolatelo su se stesso dal lato lungo, cercando di non rompere la sfoglia.

Ripetete il procedimento fino ad esaurimento degli ingredienti. Dovreste ottenere tre lunghi rotoli – ognuno costituito da tre fogli di pasta phyllo sovrapposti – ripieni.

Rivestite il fondo della teglia apribile con la carta forno.

Iniziate ponendo il primo rotolo attaccato al bordo interno della teglia, quindi aggiungete gli altri procedendo verso il centro, formando una spirale.

Sbattete il tuorlo con il burro fuso rimasto e spennellate l’intera superficie della banitsa.

Infornate a 180° per 25 minuti, o finchè la superficie del dolce è dorata.

Potete gustare questo dolce caldo, tiepido oppure freddo. Spesso è servito accompagnato una generosa colata di miele – non avendo zucchero nella farcia è ottima come torta salata, ma se lo accompagnate con del miele le vostre papille gustative andranno in estasi.

Il dolce si conserva in un contenitore a chiusura ermetica per un paio di giorni a temperatura ambiente, ma a causa del ripieno molto umido potrebbe diventare leggermente molle. Consumatelo in giornata per gustarlo al meglio.

Fonti: https://www.196flavors.com/bulgaria-banitsa/

https://tarasmulticulturaltable.com/banitsa-bulgarian-cheese-pie/

https://theexpatrunner.com/eat/recipes/banitsa-bulgarian-cheese-pie/

Share Post
Written by

La signora dei pipponi.

Latest comments
  • AvatarAvatar

    Questa non è dolce se trovo la fillo la faccio. prendo nota subito. Buona epifania.

LEAVE A COMMENT