OLYMPUS DIGITAL CAMERA

di Mile Z. – Libri per bambini e fantasia

Tipico dolce della tradizione inglese, le cui origini sembrano risalire alla fine del 1500, il Trifle è composto da strati sovrapposti di pan di spagna, o altra base spugnosa simile, imbevuto con liquore (Sherry) o sciroppo di frutta, frutta fresca, crema inglese e panna montata. Considerato il precursore della nostra zuppa inglese, questo dolce al cucchiaio è nato, nelle cucine inglesi del settecento, quasi sicuramente dalla necessità dei pasticceri di riutilizzare gli avanzi delle torte che, alternate a strati di crema e frutta, venivano posti in coppe di vetro trasparenti affinché si potesse ammirare la composizione peculiare del dessert. Nel tempo il Triflle, diffuso ormai in tutto il mondo, si è pian piano evoluto, e i suoi componenti classici hanno così lasciato il posto ad altre innumerevoli varianti, come ad esempio quella che ho scelto di proporvi, il Black forest trifle, di Paul Hollywood, noto chef inglese che ha iniziato la sua carriera da adolescente nella panetteria di famiglia. E ringrazio il cielo che lo abbia fatto! Il mio incontro con la sua cucina è avvenuto per caso un anno fa e da allora è stato subito amore. Che si tratti di lievitati, torte farcite o dolci al cucchiaio, i suoi piatti sono davvero una garanzia. Riescono sempre al primo colpo, sono ottimi, gustosi e colorati. Quando ho visto la lista dei Trifle proposti per il tema del mese come potevo non sceglierlo? Non ho potuto resistere… Crema al cioccolato, panna e mascarpone, kirsch, ciliegie sciroppate e candite, scaglie di cioccolato, blondies al cioccolato bianco.

Il Black forest trifle è un dolce complesso che giocando sui contrasti mi fa subito pensare ai paesaggi gotici e misteriosi di certe fiabe classiche, i cui racconti di amori, sortilegi, intrighi e battaglie, si dipanano in un’atmosfera magica e incantata, a tratti seducente e tenebrosa. Perchè questo, è davvero un dolce sensuale e “peccaminoso”, ma con un’anima bambina fatta di cose semplici che sembrano essere state create per andare a braccetto: panna, mascarpone, cioccolato, ciliegie! Insomma qui è impossibile sbagliare. Davvero,  provare per credere! Il mio consiglio è di prepararlo per una bella serata romantica a due da consumare a lume di candela… e qui mi fermo. Meglio passare alla ricetta!

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

BLACK FOREST TRIFLE DI PAUL HOLLYWOOD

(qui l’originale: io ho dimezzato le dosi)

Ingredienti per il blondies alle ciliegie (per uno stampo 20×20 cm.)

  • 112 g di burro tagliato a cubetti
  • 112 g di cioccolato bianco tritato grossolanamente
  • 112 g di zucchero semolato
  • 2 uova
  • ½ cucchiaino di estratto di vaniglia
  • 87 g di farina
  • 50 g di cioccolato fondente
  • 50 g di ciliegie candite

Ingredienti per la crema pasticcera al cioccolato

  • 75 ml di panna
  • 75 ml di latte
  • 2 tuorli d’uovo
  • 50 g zucchero semolato
  • 15 g di farina
  • 50 g cioccolato fondente, tritato finemente

Per assemblare

coppa di vetro circolare base 15 cm., superficie 20 cm di diametro

  • 3 cucchiai di kirsch amarene sciroppate scolate o marmellata di ciliegie a pezzi
  • 150 gr di mascarpone (non ho dimezzato la dose)
  • 150 ml di panna (non ho dimezzato la dose)
  • 1 cucchiaio di zucchero a velo vanigliato (mia aggiunta)
  • 25 gr di cioccolato fondente grattugiato o decori di cioccolato

PER IL BLONDIE

Preriscalda il forno a 180° C e rivesti di carta forno una teglia di 20×20 cm.

Sciogli a bagnomaria burro e cioccolato bianco, mescolando di tanto in tanto. Appena è pronto togli dal fuoco e lascia intiepidire. Monta a nastro zucchero, uova e vaniglia fino a quando il composto non sarà gonfio e spumoso. Versa lentamente il composto di cioccolato fuso sulle uova e mescola per incorporarlo. Aggiungi la farina e il cioccolato tritato. Versa nello stampo foderato e cospargi la superficie di ciliegie candite.

Cuoci per circa 30 minuti o fino a quando, inserito uno stuzzicadenti nel centro del dolce non uscirà pulito. Lascia raffreddare completamente prima di toglierlo dalla teglia.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

PER LA CREMA AL CIOCCOLATO

In un pentolino scalda la panna e il latte fino a raggiungere il bollore. Togli dal fuoco. Sbatti i tuorli, lo zucchero e la farina insieme. Versa il latte caldo e la panna sulle uova e mescola per incorporarle. Rimetti sul fuoco e unisci il cioccolato tritato.

Mescola sempre fino a quando il cioccolato non si sarà sciolto e la crema addensata. Togli dal fuoco, versa la crema in una ciotola e coprila a contatto con la pellicola trasparente. Lascia raffreddare.

PER LA CREMA AL MASCARPONE

Monta la panna con un cucchiaio di zucchero a velo. Uniscila al mascarpone mescolando delicatamente con una spatola per non smontarla.

COMPOSIZIONE DEL DOLCE

Rifila il blondies ottenendo una base della stessa grandezza del fondo della coppa che utilizzerai per comporre il dolce. In questo caso 15 cm di diametro. Disponi il blondies sul fondo della ciotola. Il blondies è molto tenero e fragile, ma anche se si dovesse rompere, non è un problema. Irroralo con il Kirsch o il maraschino e disponi sulla base le ciliegie sciroppate. Ricopri di crema al cioccolato e infine fai un altro strato di ciliegie. Trasferisci il dolce in frigo per diverse ore fino a quando gli strati non si saranno rappresi. Termina il Trifle con ciuffi di crema al mascarpone, qualche ciliegia per decorare e scaglie o decori di cioccolato fondente. Conserva in frigo.

In alternativa, si possono anche realizzare delle coppe monoporzione.

Per i decori di cioccolato io li ho realizzati a forma di cuore temperando 50 gr di cioccolato fondente al 70%.

Written by

La Community è formata da tutti i partecipanti alla sfida. Libri e coltelli fanno parte del loro bagaglio di base ed è per questo che ogni mese chi lo desidera può contribuire agli approfondimenti della sfida, condividendo con tutti il proprio sapere

Latest comments
  • Ottimo anche questo trifle di Paul Hollywood, di certo lo PROVERÒ, magari proprio in mono porzioni ..brava Milena

  • iLARIA

    Ah Paul Hollywood, questi trifle mi stanno rubando il cuore anche perché sono tutti chef e baker che mi piacciono da impazzire. Per Paul ho una passione perché è meno “famoso” come chef ma più mediatico. Non sbaglia un colpo comunque e nemmeno tu a realizzare la sua preparazione. Grazie Milena di partecipare sempre.

  • Grazie a voi! è bello sperimentare e scoprire cose sempre nuove… vorrei essere più brava con le foto ma ci sto lavorando. Le ricette di Paul invece quelle sono sempre perfette! Questo mese davvero tra la sfida e il tema ho visto dei veri capolavori!

  • alessandra

    azzardo un tiramisu golosissimo, per definire questo trifle.
    del bel paul ho tutti i libri, perche’ ho avuto la fortuna di imbattermi nel primo grazie ad una promozione, quando ancora lui non era famosissimo. amore a prima vista -e l’assurdo e’ che me li son portati pure qui a singapore (al posto degli introvabili testi italiani, intendo). quindi, amolo: e da oggi ancora di piu’, visto che ha pure messo il “mi piace” su Fb!
    bravissima!

LEAVE A COMMENT