MTC N. 55 – TEMA DEL MESE: OBE EJA TUTU

di Paola Salamano Segattini Le mie ricette con e senza

L’ Obe eja tutu è un piatto tipico della cucina nigeriana a base di
pesce, pomodori e peperoni.

Prima di prepararlo ho cercato di documentarmi sulla cucina di questo
paese per poter creare una versione il più possibile vicina alla cultura della
Nigeria. Si tratta di una cucina semplice, ma dai sapori forti e speziati,
realizzata con gli ingredienti che offre il territorio: pesce, di mare o d’acqua
dolce a seconda della zona, fagioli, mais dolce, miglio, platano, banane,
avocado, arachidi, manioca, peperoncino, latte di cocco e olio di palma.

Nella preparazione dell’ Obe eja tutu i nigeriani utilizzano diversi
tipi di pesce, in particolar modo chi vive vicino ai fiumi il pesce gatto o il
tilapia, chi vive lungo le coste pesce di mare di dimensioni medio grandi come nasello
o merluzzo. Comune a tutte le ricette è la presenza di olio di palma o di
arachidi, di pomodori, peperoni e peperoncini.

Il piatto è nato dall’esigenza di cucinare il pesce appena pescato in
modo saporito con ingredienti semplici e facilmente reperibili. Infatti si deve
tener conto che il clima molto caldo e umido della Nigeria non consente la
conservazione del pesce se non per poche ore dopo la pesca, e che in molte zone
ancora oggi non vi è la corrente elettrica o la disponibilità economica per
potersi permettere un frigorifero, di qui la necessita di cuocere subito quello
che si è pescato.

Vi sono diverse modalità di preparazione di questo piatto, alcune
ricette prevedono di friggere o grigliare i tranci di pesce prima di versarli
nella pentola con la salsa di pomodori e peperoni, altre di farlo cuocere invece
direttamente nella salsa. Avendo scelto il merluzzo come pesce ho preferito
questa seconda versione, se avessi impiegato il pesce gatto sicuramente avrei scelto
di rosolarlo prima nell’olio e aggiungerlo una volta cotto.

L’ Obe eja tutu viene servito in Nigeria come piatto unico,
tradizionalmente accompagnato da riso bollito o da patate dolci bollite o
fritte oppure da platano o fagioli.

Ingredienti per 4 persone

  • 750 di pesce fresco
    di grandi dimensioni (ho usato il merluzzo)
  • 5 pomodori
  • 1 cipolla grande
  • 2 peperoni rossi
  • 2 peperoncini
    piccanti Ata rodo o Scotch bonnet (simili agli Habanero)
  • Olio di arachidi qb
  • Sale qb
  • 2 cucchiaini di Curry
  • Un pizzico di timo
  • 2 limoni

Lavare bene il
pesce sotto l’acqua corrente, strofinandolo con 1/2 limone e tagliarlo in
tranci.

Mettere in una
pirofila il pesce a marinare con il succo di limone, un pizzico di sale, di
timo e del curry per mezz’ora.
Lavare le verdure e
togliere i semi ed i filamenti ai peperoni ed ai peperoncini.
Tagliare pomodori e
peperoni in grossi pezzi. Frullare il tutto in modo da ottenere una salsa
semi-liquida.
Versare abbondante
olio di arachidi in una padella e fare soffriggere la cipolla affettata
sottilmente. Aggiungere il passato di pomodori e peperoni e fare restringere la
salsa per circa 20 minuti.
Aggiungere i tranci
di pesce marinato e cuocere per 20 minuti mescolando delicatamente per evitare
di romperli. Aggiustare di sale se necessario, spegnere il fuoco e servire con
riso bollito o altro piatto d’accompagnamento.

Fonti

http://www.taccuinistorici.it/ita/news/contemporanea/mondo-a-tavola/nigeria-la-sconosciuta.html
http://dooneyskitchen.com/obe-imoyo/

http://links.onlinenigeria.com/Recipesadv.asp?blurb=426

http://www.nigerianfoodtv.com/2013/04/nigerian-fresh-fish-stew-obe-eja-tutu.html
http://sisijemimah.com/2015/12/11/nigerian-fish-stew-obe-eja-dindin/

http://www.whatscookingworldwide.com/2015/06/imoyo-eja-tutu.html

Written by
Latest comments
  • Avatar

    Davvero stuzzicante, soprattutto per chi, come me, ama i peperoni.

    • Avatar

      Sì il peperone ed i peperoncini sono gli ingredienti protagonisti assieme al pesce di questo piatto, se ami i peperoni ti piacerà sicuramente anche il piatto 🙂

    • Avatar

      Grazie Ilaria 😊

LEAVE A COMMENT