Home MTC 42 lasagne MTC n. 42: LA CUCINA A STRATI: IL PASTITSIO GRECO

MTC n. 42: LA CUCINA A STRATI: IL PASTITSIO GRECO

by MTChallenge

di Alessandra Carissimi- Ale Only Kitchen

Già il nome di questa succulenta ricetta greca, tradisce le sue
origini, che vanno ricercate nel Veneto, dove la lasagna viene chiamata
Pasticcio. E proprio dalla lasagna il Pastitsio non differisce molto. A
partire dagli strati di cui è composto. Ci sono sia un sugo di carne,
anche se un po’ semplificato, che la besciamella (arricchita – salsa
Mornay) il formaggio e la pasta, secca non fresca. Anche il formato di
pasta scelto per preparare questa ricetta è legato all’Italia perché si
usano preferibilmente gli ziti, oppure penne o maccheroni. Di Pastitsio
ne esistono diverse versione, a seconda della zona della Grecia in cui
ci troviamo, e anche il nome cambia. 
Italia-Grecia, una faccia una razza….
Ho
mangiato il Pastitsio per la prima volta diversi anni fa, quando lo
preparò la mamma di una delle mie più care amiche, Eftichia, che
all’epoca studiava medicina in Italia. L’ultima volta è stato a Lefkada,
un paio di anni fa, in una taverna con un meravigliosa vista sul mare,
all’ora del tramonto. Il proprietario mi diede anche una doggy bag da
portare a casa… fantastico! 
Per la preparazione della
ricetta ho chiesto alla mia amica Eftichia indicazioni sulla ricetta di
sua mamma, ma non ho avuto dosi precise… come spesso capita con chi
prepara certe ricette da una vita e va “a occhio”. Sono riuscita a
sapere che sua mamma usa carne mista, manzo e agnello o manzo e maiale,
per dare più sapore. Poi cannella e besciamella ricca! Per avere dosi
precise ho consultato la mia bibbia della cucina greca: il li libro di
Vefa Alexiadou – La Cucina di Vefa – apportando alcune piccole varianti.



PASTITSIO




Ingredienti per 4-6 persone

2 cucchiai di olio extravergine d’oliva più quello per la pasta
1 cipolla tritata finemente
250 g di carne di manzo macinata
250 g di carne di agnello (o maiale) macinata
300 ml di passata di pomodoro o pomodoro fresco pelato e ridotto a cubetti
un pizzico di cannella in polvere 
un pizzico di zucchero
1 cucchiaio di prezzemolo fresco tritato finemente
sale e pepe
50 g di Kefalogroviera (o Grana) grattugiato
300 g di ziti (spezzati) o maccheroni
burro q.b. per imburrare
pangrattato q. b.
250 g di groviera grattugiato grossolanamente
per la besciamella
750 ml di latte fresco intero
75 g di burro
75 g di farina bianca
3 tuorli leggermente sbattuti
50 g di Kefalogroviera (o Grana) grattugiato
noce moscata
sale e pepe bianco
Scaldare l’olio in una casseruola ampia e far appassire la cipolla, su fuoco lento, per 5 minuti circa, mescolando ogni tanto.
Alzare
la fiamma, unire la carne e cuocerla per 10-15 minuti, mescolando
spesso per sgranarla. Aggiungere la passata di pomodoro, lo zucchero e
la cannella e regolare di sale e pepe. Mettere la fiamma al minimo,
coprire la casseruola con un coperchio e cuocere per 1 ora circa,
mescolando di tanto in tanto. A fine cottura, il sugo dovrà risultare
denso. Dopo 5 minuti unire il prezzemolo e il grana. Aggiustare di sale e
pepe.
Cuocere gli ziti in abbondante acqua bollente salata,
tenendoli ben al dente. Scolarli, condirlo con poco olio e stenderli su
un vassoio per farli raffreddare. Preriscaldare il forno a 180°C.
Imburrare una pirofila di 20×30 cm circa e cospargerla con il
pangrattato. Aggiungere il groviera alla pasta e mescolare. 
Per
preparare la besciamella, portare il latte quasi al bollore su fuoco
medio. Fondere il burro in una casseruola, unire la farina e mescolare
con un cucchiaio di legno per 3 minuti circa. Versare il latte poco per
volta, mescolando con una frusta, e facendo attenzione a non formare
grumi. Cuocere mescolando continuamente con la frusta fino al bollore.
La salsa inizierà ad addensarsi. Cuocere per altri 7-8 minuti. Fuori dal
fuoco salare, pepare e unire un pizzico di noce moscata appena
grattugiata. Unire anche il grana e i tuorli sbattuti, sempre
mescolando. Coprire con pellicola a contatto per evitare che si formi la
crosticina sulla superficie.
Prendere la
pirofila e creare un primo strato con metà della pasta, distribuire il
ragù e livellare bene. Aggiungere l’altra metà della pasta e ricoprire
con la besciamella. Battere delicatamente la pirofila per fare in modo
che la besciamella si distribuisca bene, penetrando un po’ tra gli ziti.
Infornare sulla griglia centrale e cuocere per 1 ora circa o finché la
superficie non è ben dorata. Lasciar riposare 20 minuti e servire.
Bibliografia:
La Cucina di Vefa – Vefa Alexiadou – Phaidon

7 comments

Avatar
Francesca Frankie 23 Ottobre 2014 - 11:18

ma che buono!!
il sugo con la cannella è delizioso! non sono mai stata in Grecia ma mi è capitato di mangiare a casa di amici tutte queste cose buonissime!
brava

Avatar
MTChallenge 20 Ottobre 2014 - 16:19

Non conoscevo affatto il pastitsio greco, un'interpretazione bellissima di una tradizione italiana!
Un piatto davvero succulento, non c'è che dire!!

Avatar
Ale only kitchen 20 Ottobre 2014 - 18:40

Giulietta, è un piatto un po' meno conosciuto rispetto ad altri della tradizione greca, ma altrettanto buono 🙂 Ed è decisamente succulento!

Avatar
MTChallenge 20 Ottobre 2014 - 15:49

Che piatto Ale, davvero fantastico! E' un po' un mix tra la moussaka e la pasta al forno, non posso immaginare che sapore debba avere. Mi segno questa tua ricetta, elaborata meravigliosamente prendendo spunto da Vefa e dalla mamma della tua amica, il risultato è perfetto, ma come poteva essere diversamente 🙂
Grazie mille e un bacione!

Avatar
Ale only kitchen 20 Ottobre 2014 - 18:38

Mari, il sapore è di quelli che ti ricordi, ricco e saporito, da classico pranzo della domenica in famiglia, di quelli che ti fanno stare bene!
Finora lo avevo solo mangiato e mai cucinato. Sono molto soddisfatta del risultato perché ho ritrovato il gusto che conoscevo, ma la prossima volta metterò più besciamella, perché quelli che ho mangiato avevano uno strato più spesso, giusto per la dieta 😉

Avatar
giocasorridimangia 20 Ottobre 2014 - 8:24

Molto invitante, anche se è ancora presto per pranzare, devo dire che mi è già venuta fame 😉

Avatar
Ale only kitchen 20 Ottobre 2014 - 18:31

Con una fetta di Pastitsio sei a posto per tutto il giorno 😉

Comments are closed.

Ti potrebbero piacere anche...