MTC n. 33: Colazione da me: gli Iris catanesi

colazione catania

di Marina Malgioglio- Nel forno di Marina- Foto di Elisa Baker- Cuocicucidici
Dimmi come mangi e ti dirò chi sei… quale verità può dirsi più assoluta?!
Proverò a descrivervi le mille colazioni catanesi (perché a noi catanesi mangiare piace proprio tanto!).
Il catanese tendenzialmente davanti al
cibo ha un atteggiamento “matelico” (indolentemente distaccato) che lo
induce a saltare la colazione casalinga per poi farla al bar…
In estate non c’è niente che ci soddisfi
di più di una granita caffè e mandorla ovviamente ricoperta di panna, o
al cioccolato, ai gelsi, al limone o al pistacchio e pesca, 
accompagnata dall’immancabile brioche col “tuppo”! E, scusate se pecco
di presunzione, ma la vera granita è solo la nostra, a Catania!!
E’ in inverno però che si scatena tutta la nostra fantasia…
In questa stagione il catanese si
“piazza” davanti al bancone dei dolci… guarda e riguarda tutte le bontà
messe in bella mostra: cornetti alla crema, alla marmellata o alla
nutella, raviole di ricotta e crostatine, involtini di crema bianca e al
cioccolato, panzerotti al forno, raviole fritte con la ricotta, le
graffe, queste zuccherosissime frittelle ,treccine con marmellata
ricoperte di granella di pistacchio di Bronte e alla fine adocchia lui:
l’iris! Lo definirei una bomba calorica senza pari….il modo più dolce di
mettere su 2000 calorie in soli 5 minuti!!!
IRIS
Ingredienti:
panino al latte
farina
acqua
pangrattato
crema bianca o al cioccolato
Preparare la crema secondo le vostre
ricette tenendo presente che la crema dovrà essere soda e tenere la
temperatura di frittura, dunque niente panna.
Fare un piccolo forellino sotto il panino e conservare la calotta.
Svuotare il panino e riempirlo con la crema fredda e chiudere con la calotta.
Preparare una densa pastella con l’acqua e la farina: passare il panino prima in questo composto e poi nel pangrattato.
Scaldare l’olio e friggere l’iris. Consumare preferibilmente tiepido.


Written by
No comments

LEAVE A COMMENT