Home MTC 30 tiella MTC n. 30: la Play List della Taieddhra!!!

MTC n. 30: la Play List della Taieddhra!!!

by MTChallenge
“Dove c’è musica non può esserci nulla di cattivo.”
Miguel de Cervantes

Se è vero che la musica è l’unico tempo che conta come arricchite il tempo che dedicate alla cucina? E soprattutto, con che musica vi dilettate durante le sessioni dell’MTC?
Perché, ragazze(i) mie(i), qui bisogna essere dei veri musicofili per riuscire a star dietro a tutto quello che le diverse sfide culinar-gastronomiche evocano nelle diverse esplorazioni. Non ho ancora finito di approfondire il Desert Rock, la colonna sonora della sfida lanciata da Anne, che bisogna riaccordare i violini che si ascoltano in certe ballate texane per fare in modo che accompagnino in maniera adeguata i tamburelli, i piedi scalzi ed i rossi scialli indispensabili nella “Pizzica”.

Con Alessandra, che mi ha dato una benedizione ad hoc per questo, si è deciso di dare vita ad una nuova rubrica, ovvero quella della colonna sonora che meglio si ispira, e può ispirare, alla sfida del mese.
Cristian ci ha portate(i) in Puglia ed è dalla pubblicazione del post della Tiella che non faccio altro che saltellare su e giù per la casa, in una specie di taranta H24.
Ho scoperto il Salento nel 1990, quando ancora la Puglia non era così  figa e non esistevano i navigatori, e da allora i colori, i suoni ed i sapori di questa terra mi sono entranti nel sangue. Ma di questo vi racconterò nel momento in cui riuscirò a preparare la Tiella, ovviamente a modo mio, con buona pace della tradizione e di chi non ama che si esca dal seminato.

E proprio per questo motivo, dopo che Alessandra aveva lanciato un garbato “ma che c’azzecca?!” sui paraori del diciottesimo della Creatura, ho pensato alla prima canzone che troverete in questa playlist assolutamente personale. Segue il mitico Caparezza (per il quale cucinai durante lo Sherwood Festival e con il quale entrai subito in simpatia: è miope come me e porta degli occhiali neri e spessi che non vi dico!), un gruppo locale, gli Alla Bua, con una struggente canzone che ogni volta mi commuove e i Radio Dervish, un gruppo un po’ particolare, nato a Bari nel 1997, caratterizzato dalla splendida voce di Nabil (palestinese ma nato in Libano) che canta in italiano, inglese, francesce, spagnolo, arabo….se esiste una world music perché non una word cousine?
Chiudo con una “vendetta” in salsa orientale. Quando Bertolucci chiese a Ruychi Sakamoto di musicare “Il piccolo Buddha” il compositore aveva anticipato al regista più perfezionista che il Morandini ricordi una serie di giri armonici che vennero cassati inesorabilmente. Sakamoto non si scompose e con tutte le tracce composte diede vita a “Sweet Revenge” che poi, remixata alla grande da Marshall Jefferson divenne “Hard Revenge”.
Perché anche la Tiella, mai come in questi ultimi giorni, è buona anche fredda, come la “vendetta”.

Playlist
“Fuck you”, Lily Allen

“Vieni a ballare in Puglia” – Caparezza

“Lu ruscio te lu mare” Alla Bua

“Junoon” – Radio Dervish

“Love And Hate” – Ryuichi Sakamoto (remix)

Poteva mancare un qualche riferimento cinematografico? Certo che no! Un bel film? “Focaccia Blues” di Nico Cirasola. Giusto per capire perché ad Altamura non aprirà mai un McDonald’s.

E se l’eleganza nipponica non riesce a darvi le soddisfazioni che cercate dinnanzi alla rigidità di spirito (anche alcolico, io sono anche un po’ veneta, non me lo dimentico) vi rimando ad una scena mitica di un film altrettanto mitico……va bene uguale, come vendetta J

www.lacucinadiqb.com di Anna Maria Pellegrino

11 comments

Avatar
gloria cuce' 15 Maggio 2013 - 22:14

Mítica come sempre

Avatar
Laura 15 Maggio 2013 - 16:31

La musica… che bella ''invenzione"!
Bel post ragazza..
Di solito quando cucino ascolto la radio o metto su della musica dal cd… per questa taieddrha: Nina Simone, Adriana Calchanotto e un po' di Sakamoto… tipo:




baci
Laura

Avatar
elena 15 Maggio 2013 - 13:21

Caspita che selezione…ma complimenti…devo ancora fare la tiella e così avrò la colonna sonora giusta per concentrarmi ed entrare nell'atmosfera! 😉

Avatar
Acquolina 15 Maggio 2013 - 9:49

fantastica! 😀

Avatar
Cristian M 15 Maggio 2013 - 9:15

Beh che dire..una playlist ECCEZIONALE!!! Ma permettetemi di evidenziare "Lu rusciu te lu mare" un canto popolare la cui origine si perde nella notte dei tempi, come la taieddhra 🙂 e proprio come succede per la taieddhra, così ogni gruppo di pizzica ha la sua versione de "Lu rusciu te lu mare" anche se l'essenza resta sempre la stessa. La storia racconta l'Amore impossibile fra un uomo e una donna perchè di ceti sociali differenti, lei nobildonna, lui un semplice soldato. Lei costretta a doversi sposare con un altro e lui che invece le giurerà eterno amore sentendosi il vero sposo. Per me, in questa pizzica, le parole e la musica sembrano fondersi come non mai e diventare un tutt'uno.

Per aiutare chi "don't speak Salentino" ecco la traduzione:

Un giorno andai a caccia per le paludi
E sentii le ranocchie gracidare
A una a una le sentivo cantare
Mi sembravano il rumore del mare
Il rumore del mare è molto forte
La figlia del re si dà la morte
Lei si dà la morte e io la vita
La figlia del re ora si marita
Lei si marita e io mi sposo
La figlia del re porta un fiore
Lei porta un fiore e io una palma
La figlia del re parte per la Spagna
Lei parte per la Spagna e io per la Turchia
La figlia del re è la fidanzata mia
E vola vola vola vola vola
E vola vola vola colomba mia
Che io il cuore mio te lo devo dare
Che io il cuore mio te lo devo dare

GRAZIE PER AVER AIUTATO A FAR CONOSCERE UN CANTO COSì BELLO E SALENTINISSIMO COME QUESTO!

Cristian

Avatar
la cucina di qb 15 Maggio 2013 - 8:17

La Sagra della polpetta, Ciciri e tria, le Monachedde…..la notte della Taranta quando eravamo in 100 e non in 100mila….propongo il primo Mtc Raduno in Puglia: metto a disposizione posti in camper, tenda canadese già montata, gas comunitario e padella da 42 😀

Avatar
mari ►☼◄ lasagnapazza 15 Maggio 2013 - 8:08

Bellissima questa rubrica!!!
Lu rusciu te lu mare… brividi ogni volta che la sento.
Grandissimi i riferimenti cinematografici.
Bravissima 🙂

Avatar
fantasie 15 Maggio 2013 - 7:58

Sei grande! 😀

Avatar
EliFla 15 Maggio 2013 - 7:47

Grandiosa!! Di solito quando cucino mi scelgo un bel film in lingua inglese ……ma prometto che nella cucina nuova metterò anche un bel lettore di cd 😉 per onorare questa splendida play list …. questo blog è un MiTo 😉 , Flavia

Avatar
Elisa 15 Maggio 2013 - 6:26

Grande!!! 🙂
E poi adoro Sakamoto *_*

Avatar
Francy BurroeZucchero 15 Maggio 2013 - 6:24

Ma grandeeee!!! ho sentito gli Alla Bua proprio l'anno scorso alla sagra della polpetta 🙂 a Felline, vicino a Ugento.. spettacolari, bravissimi, con delle melodie che incantano!!!! Caparezza lo adoro, col suo modo di cantare e i suoi testi così originali! Grazie Anna Maria!

Comments are closed.

Ti potrebbero piacere anche...