BEN TORNATI!
Lo sentite il profumino nell’aria? Curiosi di vedere come abbiamo utilizzato le mincemeat preparate due settimane fa?
Oggi, finalmente, vi sveliamo quali deliziose mince pie e ricette a base di mincemeat abbiamo cucinato per ingolosirvi.
Le proposte che troverete di seguito variano dalle classiche fruit mince pie alle mince pie al cioccolato e alla meringa, biscotti, tartufini, torte e sfogliatine ripiene di mincemeat e deliziose cheesecakee. L’ultima ricetta, in particolare, è la primissima ricetta di mince pie dolce della storia e se ne trova traccia nel libro The Book of Household Management, di Mary Beeton del 1861.

Ora non avete più scuse, scegliete la mincemeat che più vi stuzzica e provatela nella forma più classica “mince pie” oppure in una di queste ricette. Ve ne innamorerete al primo morso e sarà per sempre.

Buon Natale da tutte noi.

 

Le ricette sono state tratte da Olive mag, Delicius mag, Bbc good food, Taste, Waitrose, Telegraph, Donna Hay, Food lover mag, Real Food, David Lebovitz, Mrs Beeton, Saynsbury’s mag, Great British Chef, BBC food.

 

Paul Hollywood’s Mince Pie
di Annarita Rossi

Per le mince pies
375 g di farina
250 g di burro ammorbidito
125 g di zucchero semolato più extra 
1 uovo medio bio
Per il ripieno
2 vasetti da 400 g di mincemeat pronta
2 mandarini scorza e polpa
1 mela tagliata a dadini
Preriscaldate il forno a 200° C.
Per preparare la pasta, setacciate la farina, unite il burro, lo zucchero e l’uovo con un goccio di acqua fredda fino a quando gli ingredienti non stanno insieme. Non lavorate troppo l’impasto. 
Avvolgetelo in pellicola trasparente e mettetelo da parte a raffreddare in frigo mentre preparate il ripieno.
Per fare il ripieno, mettete la mincemeat in una ciotola, grattugiatevi la scorza dei mandarini, quindi pelate e tritate il frutto. Mettete i pezzi di mandarino e mela nella ciotola e mescolate a mano.
Stendete la pasta con uno spessore di 3 mm.
Con un tagliapasta rotondo, ritagliate 6 dischi da 9 cm.
Spingete la pasta negli stampi da muffin imburrati e infarinati e riempite ognuna con la mincemeat, in modo che raggiunga i tre quarti dello stampo foderato di pasta.
Con un tagliapasta scanalato, ritagliate 6 cerchi di 8 cm per i coperchi e mettetene uno sopra ogni stampino e spingete delicatamente verso il basso.
Cospargete con zucchero semolato.
Cuocete per 20 minuti, quindi trasferite in una gratella per raffreddare.
Spolverate con zucchero a velo e servire caldo con panna fresca.

 

Biscotti con macadamia mincemeat
di Giuliana Fabris

Per circa 30 pezzi

325 g di farina autolievitante
1 cucchiaino di lievito per dolci
1 cucchiaino di cannella in polvere
150 g di zucchero semolato
2 uova grandi
100 g di  mincemeat pronta
2 cucchiai di Sherry dolce
100 g di noci macadamia
75 g di mirtilli rossi secchi

Scaldate il forno a 180°, tritate grossolanamente le noci e anche i mirtilli rossi.
Mettete la farina autolievitante, il lievito, la cannella e lo zucchero nella ciotola e mescolate.
Sbattete leggermente le uova e unite anch’esse, mescolate nuovamente fino ad avere una sorta di pangrattato grossolano, unite la mincemeat, lo sherry, le noci e i mirtilli rossi tritati.  Impastate di nuovo il tutto, poi trasferite il composto su una superficie  leggermente infarinata e lavorate un poco l’impasto per amalgamarlo bene e farne una palla.
Foderate una teglia con della carta forno.
Dividete a metà l’impasto e ricavatene due filoncini lunghi più o meno 24 cm.
Trasferiteli sulla teglia tenendoli ben distanziati perché  in cottura si allargheranno un pochino: Cuocete per circa 30 minuti, poi toglieteli dal forno e lasciateli intiepidire.
Una volta tiepidi, con l’aiuto di un coltello  da pane, tagliateli a fette oblique, spesse circa 1 centimetro. Dovreste ricavare  15/18 pezzi da ogni filoncino.
Rimetteteli nella teglia, con la parte tagliata verso l’alto e metteteli di nuovo in forno a 150° C per 20 minuti se vi piacciono croccanti, per circa 5 o 6 minuti se li volete ancora un poco morbidi.

 

Mince Pie con amarene, zenzero e cioccolato
di Antonella Eberlin 

Per 24 Mince Pie

Per il mincemeat
1 mela Granny smith (verde), sbucciata e grattugiata
110 g ribes
120 g ciliegie secche
40 g scaglie di mandorle
110 g zenzero cristallizzato tritato finemente
80 g sciroppo d’acero
90 g zucchero di canna
80 ml brandy
1 cucchiaino di spezie miste
2 cucchiaini di scorza d’arancia grattugiata finemente
100 g cioccolato fondente tritato

Per la frolla
400 g di farina 00
300 g di burro non salato freddo, a pezzi
90 g di zucchero di canna
1 cucchiaino di spezie miste
2 uova
2 cucchiaini di estratto di vaniglia
400 g di farina 00
25 g di cacao in polvere
300 g di burro non salato freddo a pezzi
90 g di zucchero di canna
1 cucchiaino di spezie miste
2 uova
2 cucchiaini di estratto di vaniglia

Per preparare la pasta frolla, mettete la farina, il burro, lo zucchero e le spezie miste in un robot da cucina e procedete fino a quando il composto non assomigli al pangrattato fine. Aggiungete le uova e la vaniglia e procedete fino a quando l’impasto non si unirà. Sformate e unite l’impasto.
Dividete a metà l’impasto, appiattite in dischi, avvolgeteli in un involucro di plastica e conservate in frigorifero per 30 minuti o fino a quando non diventano sodi.
Per preparare la pasta frolla al cioccolato, mettete la farina, il cacao, il burro, lo zucchero e le spezie miste in un robot da cucina e procedete fino a quando il composto non assomiglia al pangrattato fine. Aggiungete le uova e la vaniglia e procedete fino a quando l’impasto non si unirà. Sformate e unite l’impasto. Dividete a metà l’impasto, appiattite in dischi, avvolgete in un involucro di plastica e conservate in frigorifero per 30 minuti o fino a quando non diventano sodi.
Stendete gli impasti tra 2 fogli di carta da forno antiaderente con uno spessore di 4 mm. Conservate in frigorifero per 30 minuti o fino a quando non è nuovamente solido.
Mentre la pasta si raffredda, mettete la mela, il ribes, le ciliegie, le mandorle, lo zenzero, lo sciroppo d’acero, lo zucchero, il brandy, le spezie miste e la buccia d’arancia in una casseruola media a fuoco medio e cuoci per 12-15 minuti o fino a quando il frutto si è ammorbidito e il liquido è stato assorbito. Mettete da parte per raffreddare completamente. Aggiungete il cioccolato e mescolate per unire.
Preriscaldate il forno a 160° C.
Usando un coppapasta rotondo da 7,5 cm, ritaglia 12 cerchi da ogni disco di impasto. Imburrate uno stampo da muffin e poggiate i dischi coppati.  Dividete il ripieno di frutta. Se necessario, rimettete l’impasto rimanente a raffreddare per altri 15 minuti. Usando un coppapasta rotonda da 6 cm, ritaglia 12 cerchi da ogni disco al cioccolato. Usando gli stampi per biscotti ritagliate le forme a piacere. Ricoprite i ripieni con i cerchi ritagliati. Spennellate con l’uovo e cuocete per 20–25 minuti o fino a doratura. Spennellare con la polvere d’oro e servite.

 

Viennese Mince Pie
di Manuela Valentini 

Per 24 Mince Pie

Per la frolla base
125 g di burro freddo a cubetti
50 g di zucchero a velo
250 g di farina
1 uovo
1 arancia scorza

Per il ripieno
275 g di mincemeat pronta
25 g di mandorle tostate tritate grossolanamente

Per il topping viennese
150 g di burro a temperatura ambiente
150 g di farina
2 cucchiai di farina di mais
30 g di zucchero a velo
1 cucchiaino di estratto di mandorle

Preparate la frolla base, mettete il ​​burro, lo zucchero a velo e la farina in un robot da cucina e azionate ad intermittenza fino ad ottenere un composto simile a briciole. Aggiungete l’uovo e metà della scorza d’arancia e continuate ad azionare ad intermittenza fino a quando la pasta inizia a formare una palla.
Trasferite su una superficie leggermente infarinata e formate un cerchio piatto, avvolgetelo bene con la pellicola trasparente mettete a raffreddare per 30 minuti. L’impasto è abbondante, per creare 12 dolcetti ne basta metà, l’altra parte potete congelarla ed utilizzare entro i tre mesi.
Stendete metà pasta su una superficie leggermente infarinata fino allo spessore di 3-4 mm. Ritagliate con uno stampo scanalato 12 cerchi da 8 cm e trasferiteli, premendo leggermente, su una teglia per muffin. Pungete la base della pasta con una forchetta.
In una ciotola, mescolate la mince pie con il resto della scorza d’arancia e le mandorle tritate. Mettetene un cucchiaio in ogni dolcetto.
Preparate il topping viennese, mettete il ​​burro a temperatura ambiente in una grande ciotola e sbattete fino a quando sarà morbido. Aggiungete la farina, la farina di mais e lo zucchero a velo e sbattete per 5 minuti o fino a quando il composto è leggero e soffice. Aggiungete l’estratto di mandorle e sbattete ancora per amalgamare.
Versate il composto in una tasca da pasticcere con un beccuccio a stella e coprite ogni ripieno con un vortice di composto appena preparato.
Mettete in frigorifero e lasciate raffreddare per 30 minuti o fino a quando non sarà sodo al tatto. Questo aiuterà il vortice a mantenersi in forma quando è cotto.
Nel frattempo preriscaldate il forno a 190° C se statico o a 170° C se ventilato.
Cuocete per 15 minuti o fino a quando il condimento è dorato e appena croccante. Lasciate raffreddare leggermente, quindi sfornate e mettete a raffreddare su una griglia. Spolverare con zucchero a velo e servire caldo.

 

Mincemeat-ventagli con dip alle clementine
di Francesca Geloso 

Per 12/14 ventagli
375 g di pasta sfoglia stesa (pronta o fatta in casa)
latte e zucchero semolato per le finiture
1 dose di mincemeat pronta 

Per il dip alle clementine
2 clementine intere non trattate e lavate
200 ml di panna liquida
150 g di mascarpone
15 g di zucchero a velo
1 bicchierino di liquore all’arancia (Grand Marinier o simile)

Il giorno prima di fare triangoli, fate bollire le due clementine intere in una casseruola d’acqua per 1 ora e mezza. Assicuratevi che l’acqua copra sempre la frutta.
Quando le clementine saranno morbide, scolatele e frullatele intere in un frullatore insieme a panna, mascarpone e allo zucchero, fino a ottenere una consistenza morbida e cremosa. Trasferitela in un contenitore coperto e tenete in frigorifero fino al momento di servire.
Tagliate la pasta sfoglia in quadrati di 7-8 cm mettete un cucchiaino di mincemeat precedentemente preparata al centro di ogni quadrato quindi piegate la pasta per formare un triangolo e sigillate i bordi bagnandoli con del latte, se necessario.
Preriscaldate intanto il forno a 180° C.
Mettete lo zucchero semolato in una ciotola poco profonda; spennellate i triangoli con poco latte e poi passateli nello zucchero.
Trasferiteli su una teglia da forno ricoperta con carta forno e cuocete per circa 15/20 minuti, fino a quando non diventeranno di un marrone dorato e vi si sarà formata la crosticina di zucchero.
Unite il liquore all’arancia alla crema e servitela con i vostri triangoli ancora caldi.

 

Chocolate Mince Pies
di Elena Arrigoni


280 g di farina bianca setacciata
125 g di zucchero a velo setacciato
50 g di cacao in polvere setacciato
1 pizzico di sale
200 g di burro freddo a dadini
2 tuorli d’uovo
500 g di mincemeat pronta
2 clementine, scorza e succo
2 cucchiai di latte
1 uovo sbattuto

Mescolate la farina, lo zucchero a velo, il cacao in polvere e il sale in una ciotola. Aggiungete il burro con la punta delle dita fino a quando il composto non risulta sabbioso.
Unite i due tuorli fino a quando il composto si comincia a raggrumare (potrebbe essere necessario aggiungere un po’ di acqua fredda). Impastate brevemente l’impasto fino a che risulta liscio, avvolgetelo nella pellicola trasparente e lasciate raffreddare in frigorifero per un’ora.
Preriscaldate il forno a 180° C se ventilato, 200° C se statico.
Versate la mincemeat in una ciotola, unite la scorza e il succo di clementina e mescolate.
Togliete la pasta frolla dal frigorifero e stendetela fino a 0,3/0,4 cm di spessore. Usando una formina scanalata da 7,5 cm, ritagliate 12 dischi dalla pasta e usateli per rivestire degli stampini da muffin rigidi o la teglia apposita opportunamente imburrati e infarinati.
Riempite ogni tortina con due cucchiaini di mincemeat e spennellate i bordi con un po’ di latte.
Usando un coppapasta, preferibilmente scanalato, da 6 cm di diametro, ritagliate 12 cerchi e usateli per completare le tortine, premendo i bordi insieme con la punta delle dita. Con la pasta rimasta, ricompattatela e ristendetela abbastanza sottile e create le decorazioni a fiocco di neve o a stelle per decorare la parte superiore. Spennellate la parte superiore di ogni tortina con l’uovo sbattuto e posizionare delicatamente le decorazioni sopra, quindi spennellate di nuovo con l’uovo.
Cuocete in forno per 20-25 minuti o fino a quando la pasta è cotta. Fate raffreddare brevemente prima di togliere le tortine dagli stampi.

 

Meringue cranberry Mince Pie
di Lara Bianchini

Per 22/24 Mince Pie

1 dose di ripieno cranberry mincemeat pronta

Per la base
240 g di farina 00
60 g di burro
60 g di strutto
1 pizzico di sale
1 arancia, il succo spremuto

Per la meringa
3 bianchi d’uovo
150 g di zucchero semolato
1 cucchiaio di amido di mais
1/2 cucchiaino di estratto di vaniglia

Per la pasta mettete in un mixer la farina, il burro, lo strutto e il sale e con la funzione pulse frullate a scatti fino a che il composto non assume un aspetto granuloso.
Aggiungete il succo d’arancia e azionate il mixer per qualche secondo, l’impasto dovrebbe prendere umidità e riuscire a stare assieme, se servisse ancora un po’ di liquido aggiungete 1 o 2 cucchiai di acqua fredda.
Rovesciate l’impasto sul banco di lavoro e compattatelo, dividetelo in due e appiattitelo a formare due cerchi spessi circa 1 cm, avvolgetelo nella pellicola e mettetelo a riposare in frigo per 30 minuti.
Oliate con dell’olio vegetale lo stampo da mini muffin e mettete da parte.
Riprendete l’impasto, infarinate il piano di lavoro e il mattarello e stendete l’impasto a uno spessore di circa 3 mm, ritagliate con i tagliabiscotti dei cerchi che andrete a inserire nelle cavità dello stampo. Rimpastate anche i ritagli. Alla fine dovreste ottenere circa 22/24 tortine.
Mettete lo stampo pieno di pasta in frigo per circa 20 minuti, nel frattempo accendete il forno e portatelo a 200° C statico / 180° C ventilato
Mettete a cuocere le tortine per 20 minuti circa, fino a che la pasta sarà dorata e il ripieno ribollente, sfornate e abbassate la temperatura a 110° C, nel frattempo preparate la meringa.
Montate con un battitore elettrico le chiare d’uovo fino a che iniziano a fare delle soffici punte, aggiungete metà dello zucchero fino a che il composto diviene lucido. Aggiungete lo zucchero rimanente, l’estratto di vaniglia e l’amido di mais e continuate a montare fino a ottenere una meringa soda e lucidissima.
Mettete il composto in una tasca da pasticcere con beccuccio rotondo e largo e create dei piccoli cumuli di meringa sopra alle tortine.
Rinfornate e fate cuocere per circa 45 minuti a 110° C statico, 90° C ventilato. La meringa dovrà essere croccantina e asciutta.

 

Mincemeat streusel
di Elena Arrigoni 

Per la mincemeat pronta

Per la pasta
175 g di farina bianca normale
1 cucchiaio e mezzo di zucchero a velo, setacciato
100 g di burro, a cubetti, più extra ungere la teglia

Per la finitura superiore ‘streusel’
75 g di burro
75 g di farina bianca autolievitante (oppure aggiungere 3 g di lievito per dolci alla farina normale)
40 g di semola
40 g di zucchero semolato

Per servire
panna fresca o burro al brandy

Su una superficie di lavoro leggermente infarinata, stendete la pasta della dimensione di un rettangolo leggermente più grande della teglia preparata, di spessore
uniforme, quindi rivestite la base e i lati facendo aderire bene la pasta.
Livellate i bordi della pasta ed eventualmente, con i ritagli, andate a riempire le eventuali parti mancanti.
Distribuite uniformemente la mincemeat sulla base della pasta.
Per fare la finitura superiore, lo streusel, sciogliete il burro e lasciatelo raffreddare leggermente.
Mettete gli ingredienti rimanenti in una ciotola e versateci sopra il burro fuso. Mescolate fino a quando gli ingredienti si uniscono per formare un impasto liscio e sodo, se occorre aggiungete
qualche goccia di acqua molto fredda. Fate raffreddare per facilitare la lavorazione finale.
Usando una grattugia grossa, grattugiate questo ultimo impasto sulla mincemeat e distribuite uniformemente.
Cuocete in forno preriscaldato per circa 20-25 minuti o fino a doratura. Fate raffreddare e tagliate a fette, spolverate con zucchero a velo e servite caldo con panna o burro al brandy.

 

Fruit mince truffles
di Anna Calabrese

Per 20 – 25 truffle
400 g di cioccolato fondente di buona qualità, tritato
2 cucchiai di panna
2 cucchiai di brandy
2 cucchiai di mincemeat pronta
2 cucchiai di mandorle leggermente tostate tritate grossolanamente

Sciogliete sul fuoco a temperatura moderata 200 g di cioccolato e la panna mescolando fino ad ottenere un composto liscio ed omogeneo e facendo attenzione a che non si riscaldi troppo.
Unite il brandy, la mincemeat e le mandorle, coprite con pellicola e conservate in frigo per 3-4 ore, o, comunque, fino ad ottenere un composto piuttosto solido.
Al termine formate delle palline che sistemerete su vassoi protetti da carta forno, riponetele nel congelatore per qualche ora.
Temperate i 200 g di cioccolato rimanente o, in mancanza, scioglietelo a temperatura bassissima cercando di riscaldarlo il mimino possibile.
Con l’aiuto di una forchetta immergete i truffle nel cioccolato, scuotete la forchetta per eliminare l’eccesso di cioccolato prima di trasferire i truffle su un vassoio coperto da carta forno.

 

Boozy pie
di Katia Zanghì

Per una teglia di 21 cm

500 g di pasta frolla
320 g di mincemeat pronta
1 mela sbucciata e grattugiata
60 g di mandorle a lamelle
2 cucchiai di Brandy
1 uovo
zucchero a velo

Stendete un terzo della frolla fino a formare un disco dello stesso diametro della teglia che userete (21 cm). Con il resto della pasta foderate la teglia, cospargetene il fondo con le mandorle e , dopo aver mescolato insieme il resto degli ingredienti, tranne lo zucchero a velo e l’uovo, versateveli, livellando delicatamente.
Tagliate il bordo della pasta ad 1 cm sopra il ripieno e piegatelo verso l’interno, per tutto il bordo. Spennellatelo con l’uovo.
Usando un coppa pasta a stella o a fiocco di neve, intagliate il coperchio della frolla, solleva telo con attenzione e saldatelo sulla torta, pressandolo.
Pennellate con l’uovo rimanente e infornate a 180° C, facendo cuocere per 30/40 minuti.
Quando sarà cotta e ben dorata, sfornate e, dopo averla estratta, tiepida, dalla teglia, servitela cosparsa di zucchero a velo.

 

Mincemeat Cheesecake
di Leila Capuzzo


Per la base
90 g di biscotti digestive
50 g di burro fuso

Per la cheesecake
300 g di formaggio spalmabile tipo Philadelphia
60 g di zucchero
240 g di mincemeat pronta
1 cucchiaino di cannella in polvere
1/2 cucchiaino di noce moscata in polvere
1 cucchiaino di spezie miste
240 g di panna
5 g di gelatina
25 g di acqua

Per decorare
180 g di mincemeat pronta
cioccolatini a tema natalizio o placchette di cioccolato
bastoncini o stelline di zucchero
crema di brandy (opzionale)
10 meringhe sbriciolate (opzionale)

Frullate i biscotti e mescolateli al burro fuso. Suddividete il composto per la base negli stampini che userete per formare le piccole cheesecake, premete per formare la base e conservate in frigo per almeno 30 minuti per fare solidificare il tutto.
Idratate la gelatina con l’acqua.
Amalgamate bene il formaggio e lo zucchero e tenetene da parte un cucchiaio in una ciotolina, aggiungete il composto mincemeat alla mela, ciliegie e nocciole dopo averlo leggermente tritato, aggiungete le spezie e mescolate bene.
Scaldate il cucchiaio di crema di formaggio a zucchero che avete tenuto da parte nella ciotolina e scioglietevi la gelatina. Aggiungete questo composto alla crema di formaggio e mescolate bene. Montate la panna e aggiungetela delicatamente al composto di formaggio.
Suddividete quindi la crema negli stampini già forniti della base croccante e livellate.
Conservate in frigo per almeno due ore o fino a che il composto non si è solidificato, meglio ancora tutta una notte in congelatore.
Il giorno dell’utilizzo fate scongelare le piccole cheesecake in frigo dopo averle estratte dagli stampini.
Al momento di servire, decoratele a piacere con un poco di composto mincemeat, i cioccolatini, gli zuccherini, la crema di liquore se gradita, la meringa sbriciolata o quanto la vostra fantasia suggerisce.

 

Samosas con mincemeat
di Giuseppina Carta

1 mela, sbucciata, detorsolata e finemente affettata
scorza grattugiata e succo di 1 arancia
50 g di albicocche disidratate e tritate
25 g di pistacchi sgusciati
50 g di mirtilli rossi disidratati
50 g di mirtilli neri disidratati
125 g di uva passa
1 cucchiaino di cannella
1 / 2 cucchiaino di noce moscata grattugiata
2 cucchiai di brandy
1 cucchiaio di miele d’acacia
50 g di burro fuso e tenuto caldo
una confezione di pasta fillo
zucchero a velo per decorare

Mescolate insieme mela, pistacchi, mirtilli, uva passa e brandy. Lasciate in frigo per almeno mezz’ora, per consentire agli aromi di svilupparsi, poi aggiungete il miele. Tenete al fresco fino al momento dell’utilizzo.
Accendete il forno a 180° C.
Separate la pasta fillo in “pacchetti” da 4/5 veli. Posizionate la pasta fillo con il lato corto verso di voi e, utilizzando le forbici, tagliatela in tre strisce lunghe e strette. Ripetete fino ad esaurimento della pasta. Dovrebbero venire almeno 9 strisce.
Prendete la prima striscia e spalmatela con il burro fuso. Mettete un cucchiaio di mincemeat nell’angolino in fondo e ripiegate su di esso un lembo di pasta, a formare un triangolo.
Continuate a piegare alternativamente verso destra e verso sinistra fino ad esaurimento della striscia di pasta, ottenendo un fagottino triangolare. Ripetete per tutte le strisce.
Posizionate i samosas su una teglia ricoperta di carta da forno, spennellate la superficie con il burro fuso e infornate per 15-20 minuti fino a che non diventino dorati e croccanti.
Spolverateli con lo zucchero a velo e serviteli caldi.

Royal Mincemeat Pie 
di Rosemarie della Scala


Per una teglia da 23 cm di diametro

Pasta brisée
225 g di farina più un po’ extra per la spianatoia
una punta di cucchiaino di sale fino
70 g di burro freddo tagliato a pezzetti
65 g di strutto
scorza finemente grattugiata di una arancia
35-40 ml di succo d’arancia appena spremuto

Ripieno
225 g di mele renette
scorza finemente grattugiata di 1 limone più 1 cucchiaio di succo
mincemeat già pronta
1 cucchiaio di brandy
50 g di burro non salato a temperatura ambiente
200 g di zucchero semolato
1 uovo medio sbattuto
1 cucchiaio di farina
50 g di farina di mandorle
3 grandi albumi

Setacciate la farina e il sale in un mixer. Aggiungete il burro freddo e lo strutto, quindi azionate il mixer fino a quando il composto non assomigli al pangrattato. Aggiungete la scorza di arancia e il succo e mixate per 2-3 secondi, quindi passate in una terrina. Lavorate con le mani fredde per qualche attimo, formate una palla e mettete in frigo a riposare per almeno mezz’ora.
Sulla spianatoia infarinata stendete con il mattarello un disco poco più grande del diametro della vostra teglia. Rivestite la stessa con la sfoglia ottenuta, tagliate la pasta in eccesso sui bordi. Mettete in frigo per 20 minuti, poi infornate a 190° C sul ripiano centrale dopo aver ricoperto la pasta con un foglio di alluminio e dei fagioli. Dopo 15 minuti, togliere il foglio di alluminio e i fagioli. Cuocere per altri 5-7 minuti. Non lasciate che i bordi diventino troppo scuri.
Togliete dal forno e mettete a raffreddare nella teglia. Abbassate la temperatura del forno a 180° C / ventilato 160° C.
Nel frattempo, sbucciate e tagliate a dadini finemente la mela, lanciandola in una ciotola con il succo di limone per evitare che si scurisca. Mescolate la scorza di limone, la mincemeat e il brandy. Lavorate il burro e 25 g di zucchero in una ciotola fino a ottenere un composto leggero e soffice. Sbattere l’uovo, quindi aggiungere la farina e le mandorle tritate.
Distribuire il composto di burro e mandorle sulla base della torta, coprire con la mincemeat, quindi cuocere per 30 minuti.
Poco prima che il tempo di cottura sia scaduto, metti gli albumi in una grande ciotola pulita e sbatteteli a neve ferma (il composto dovrà scrivere).
Sbattete i 175 g di zucchero rimasto, 1 cucchiaio alla volta, per formare una meringa liscia e lucida.
Rimuovete la torta dal forno e abbassate il forno a 120° C / ventilato 100° C . Versate la meringa sul ripieno e create dei picchi con un cucchiaio o con una spatola. Cuocete per 45 minuti fino a quando la meringa sarà croccante.
Togliete dal forno e fate raffreddare nella teglia. Servite caldo o a temperatura ambiente.
Usate un cannello da cucina per dare un po ‘di colore alla meringa già cotta o lasciatela liscia così com’è.

 

Le Mince Pie di Mrs Beeton
di Silvia Zanetti

Per 24 Mince Pie

Excellent mincemeat pronta

Per la pasta
450 g di farina
110 g di zucchero semolato superfino
225 g di burro freddo a cubetti
1 uovo leggermente sbattuto
da 1 a 2 cucchiai d’acqua fredda

Versate in una ciotola capiente farina, zucchero e burro. Con le dita sbriciolate il burro fino a formare delle grosse briciole.
Aggiungete l’uovo, un cucchiaio di acqua ed amalgamate finché gli ingredienti non si uniscono. Impastate poi la pasta su una superficie infarinata fino a renderla liscia. Avvolgete con la pellicola e refrigerare per 30 minuti.
Ungete due teglie con 12 cavità da 7 cm di diametro ciascuna.
Dividete la pasta a metà.
Stendetene metà a 3 mm di spessore e ritagliate 12 cerchi con un taglia biscotti rotondo liscio o festonato di 12 cm di diametro.
Bucherellate i cerchi con una forchetta, posizionati nelle cavità e refrigerate per 30 minuti.
Preriscaldate il forno a 190° C ventilato.
Stendete la pasta rimanente a 3 mm di spessore, ritagliate con un taglia biscotti altri 12 cerchi del medesimo diametro ed intagliatene il centro con un taglia biscotti a stella.
Riempite con un cucchiaio di mincemeat ogni cavità e posizionate su ogni pie un cerchio premendo per sigillare bene i bordi.
Spennellate con l’albume ed infornate per 20 minuti circa.
Togliete dal forno e prima di trasferirle su una gratella lasciatele raffreddare per 5 minuti nella teglia.
Se volete spolverizzate con lo zucchero a velo prima di servire le mince pie tiepide.
Le mince pie si possono conservare fino a due settimane in una scatola con coperchio ermetico.

 

No comments

LEAVE A COMMENT