Quando i ricordi si mescolano ai profumi e ai sapori della tavola, ne può uscire un meraviglioso racconto di vita. Due donne americane, legate sentimentalmente, che hanno vissuto, libere e aperte al mondo, due guerre mondiali in Francia. Hanno accolto amici, conoscenti e le menti più brillanti del periodo a tavola, mescolando aneddoti, vite, viaggi e filosofeggiando sul periodo storico, sulla cucina, e sulla vita. Il racconto delle loro vite è narrato in un libro, “I Biscotti di Baudelaire” di Alice B. Toklas compagna di vita di Gertrude Stein, scrittrice americana, uscito nel 1954. Se volete saperne di più leggete la prima parte qui.

 

Insalata di riso americano
di Sonia Conte

Per 4 persone
Cuocere al vapore 250 grammi circa di riso americano. 250 grammi circa di funghi tritati cotti per 10 minuti in 3 cucchiai di olio e 2 cucchiai di succo di limone, 2 uova sode grossolanamente tritate, 1 peperone verde finemente tritato, 1 tazza e mezza di gamberi sgusciati, il tutto mescolato e servito con una salsa.

 

Haricot
Elena Arrigoni

Per 4 persone
1,5 kg coda di bue
Midollo
Sale
1 chiodo di garofano
1 rametto di erba salvia
1 foglia di alloro
Acqua (2 bicchieri)
450 g di rape a fette
450 g di castagne pelate
10 fette di salsiccia molto speziata
fette di pane tostato
aceto di vino bianco
prugne secche o uvetta sultanina
Tagliate la coda di bue a pezzi grossi, metteteli in un tegame capiente con il midollo, il sale, il chiodo di garofano, la salvia, l’alloro e l’acqua. Coprite e lasciate stufare per circa 1 ora a fuoco medio basso finché la carne sarà a metà cottura. Aggiungete, a questo punto, le rape pulite e tagliate a fette non troppo grosse, le castagne e la salsiccia. Coprite ancora e lasciate cuocere finché la carne non risulta tenera e il sugo non si sia ristretto e addensato.
Servite ben caldo aggiungendo le fette di pane bagnate con qualche goccia di aceto bianco e cosparse con un trito grossolano di prugne oppure un cucchiaino di uvetta sultanina precedentemente ammollata in poca acqua calda. Il dolce della frutta secca stempera il sapore agre dell’aceto e accompagna perfettamente la carne stufata.

 

Visitandines
Francesca Geloso

Per 24 tortine in stampi per muffin
8 albumi d’uovo
250 g di burro
200 g di farina
1 cucchiaio di zucchero
1 cucchiaio di estratto di vaniglia
finitura
confettura di albicocche passata
glassa al kirsh
zucchero a velo
In una casseruola fate soffriggere il burro fino a che avrà assunto un colore che tende al dorato, togiete dal fuoco e fate raffreddare. In una ciotola capiente mescolate bene uno alla volta 6 degli 8 albumi non montati con un cucchiaio di zucchero e la farina precedentemente setacciata. Aggiungete l’estratto di vaniglia e il burro fuso tenuto da parte.
Nel frattempo montate a neve ferma i restanti 2 albumi d’uovo e una volta pronti uniteli al composto. Riempite gli stampi da muffin, o gli stampi che avete scelto, precedentemente imburrati e spolverati di farina, con l’impasto preparato, riempite per 2/3. Fate cuocere in forno preriscaldato a 200 ° finché non saranno dorati. Sfornate e spennellate di marmellata di albicocche finissima poi spolverate con zucchero a velo o coprite con glassa al kirsch.

 

Laekerlis
Giuseppina Carta

Per 8 persone
Scaldate e schiumate 900 g di miele, aggiungete 3 tazze e 3 cucchiai di zucchero, 1 cucchiaino di cannella, mezzo cucchiaino di chiodi di garofano, un quarto di cucchiaino di cardamomo in polvere, mezzo cucchiaino di pimento, 1 cucchiaino di macis, un quarto di cucchiaino di anice in polvere, 1 tazza di buccia d’arancia tritata fine, un quarto di tazza di buccia di limone tritata fine, mezza tazza di cedro tritato fine, 2 tazze di mandorle tritate fini. Mescolate molto bene e poco alla volta aggiungete 7 tazze di farina passata al setaccio. Stendete su un’asse infarinata fino allo spessore di 1 cm. Tagliate in rettangoli e disponete su un foglio di carta da forno leggermente imburrato. Lasciate riposare per 24 ore a temperatura ambiente e poi mettete in forno a 180 gradi. Quando prendono colore, toglieteli dalla carta forno e disponeteli in una gratella. Ancora caldi spennellateli con un caramello fatto con 2 tazze di zucchero sciolto in 3 cucchiai d’acqua sul fuoco molto basso. Se si cristallizza durante la cottura aggiungete un po’ di acqua calda. Sono a lunga conservazione.

 

Biscotti fritti
Katia Zanghi

Per 6 persone
500 g di farina
100 g di zucchero
un pizzico di sale
acqua ( se necessario)
3 uova
miele e pinoli per decorare
Mescolate la farina con lo zucchero ed un pizzico di sale. Sbattete le uova come per un’omelette e aggiungetele al composto aggiungendo  la quantità di acqua necessaria per amalgamare  gli ingredienti. Se le uova sono abbastanza grandi, l’acqua non sarà necessaria. Impastate fino ad ottenere un composto bene amalgamato. Stendetelo su di  un’ asse infarinata a circa 3 mm di spessore. Tagliate con una rotella tagliapasta a quadratini o rettangoli e friggeteli in olio abbondante e caldissimo. Estraeteli con il ragno e poneteli su carta assorbente. Cospargete di miele  un lato dei biscotti con l’apposito attrezzo e ultimate con abbondanti pinoli tritati non troppo finemente.

 

Linzer Torte
Antonella Eberlin

Per 8 persone
40 g di farina di mandorle
150 g. di farina 00
100 g di burro
90 g di zucchero
i tuorli due uova sode passate al setaccio, oltre ad un uovo per spennellare la superficie
un pizzico di cannella
un pizzico di noce moscata
la buccia grattugiata di mezzo limone
3 cucchiai di rum
400 g di confettura di lamponi
Mescolate il burro e la farina. Aggiungete gli altri ingredienti nell’ordine in cui sono stati elencati, e alla fine aggiungete 3 cucchiai di rum. Lasciate riposare in frigorifero per un paio d’ore. Stendete tre quarti della pasta e disponetele in una tortiera imburrata col fondo rimovibile, coprite di marmellata di lamponi. Stendete il resto della pasta. Tagliate a strisce larghe circa 2 cm con una rotellina, disponete le strisce sulla torta formando una grata. Spennellate leggermente la pasta di uovo sbattuto. Cuocete Nel forno a 180° per mezz’ora.

 

 

 

Post Tags
Share Post
No comments

LEAVE A COMMENT