So it’s dry January! Bisogna farsene una ragione ed abbandonare l’alcol per almeno un mese per ristabilire un equilibrio e disintossicarsi dai bagordi dell’anno appena passato, per fortuna bere bene non significa per forza bere alcolico, anzi, la miscelazione moderna strizza l’occhio ai cocktail a base di frutta fresca di stagione preparati homemade e cocktail a sempre più a basso tenore alcolico. Colgo allora l’occasione per parlare di una categoria di cocktail che viene da lontano, da molto lontano e che solo negli ultimi anni ha ripreso il posto che gli spetta nei menù dei migliori bar del mondo, gli Shrub. 

Ok e adesso cosa sono questi Shrub?

Sono sciroppi a base di frutta o verdura mescolati all’aceto, il più comune è l’aceto di sidro di mele. Si tratta di miscele che producono drink fortemente rinfrescanti, che stimolano la produzione di saliva il che li rende perfetti come aperitivo, oltre ad essere terribilmente e meravigliosamente personalizzabili, l’unico limite è la fantasia dell’esecutore. 

Le bevande a base di aceto arrivano da lontano, l’uso dell’aceto con zucchero e spezie per la preparazione di bevande rinfrescanti e disinfettanti arriva dai paesi arabi, shrub infatti altro non è che la storpiatura europea della parola “ Sharab “ che vuol dire appunto bevanda. Arrivano a noi da Venezia e dalla Turchia  e presto la contaminazione con il vecchio continente fa capolino con l’aggiunta di componenti alcoliche come cognac o rum. Oltre oceano invece gli scrub incontrano l’usanza degli stati del sud di bere composti a base di aceto frutti rossi e zucchero entrando a far parte immediatamente della tradizione gastronomica americana. 

Si avete ragione l’idea di bere un infuso in aceto non fa pensare al vostro drink dei sogni, ma datemi retta e proviamo insieme.

Indicherò una ricetta di massima, quella che io uso sempre, che può essere modificata secondo i vostri gusti, molto dipende anche dalla dolcezza della frutta che volete usare, io trovo comunque che un bilanciamento giusto si trova usando una proporzione 2:1:1 quindi:

2 cup di frutta tagliata in pezzi

1 cup di zucchero semolato ( o uno zucchero di vostra scelta. Si abbinano benissimo a questo drink anche il miele o lo sciroppo di agave ) 

1 cup di aceto di mele ( o un aceto a vostra scelta ) 

questa sarà la base del drink che verrà poi finito e allungato con soda o acqua tonica. 

La preparazione si divide in due parti, una prima fase di macerazione della frutta con lo zucchero, quindi una seconda parte di fermentazione in aceto, il tutto richiede una settimana di riposo e 3 minuti di preparazione. 

 

Shrub mango e rosmarino  

ingredienti:

per lo sciroppo: 

200 gr di mango pelato e tagliato in cubetti

100 gr di zucchero semolato

100 ml di aceto di mele

1 rametto di rosmarino 

per la finitura: 

ghiaccio 

top di acqua tonica al pepe rosa 

Preparazione: 

in una ciotola di vetro o di porcellana ( no acciaio o alluminio ) pestare i pezzi di mango con lo zucchero, coprire con della pellicola e lasciar macerare in frigorifero per una notte, o comunque per almeno 8 ore. 

Il mattino successivo con un colino a maglie fini eliminate la frutta macerata e trasferite il liquido di macerazione in un vaso di vetro, aggiungere il rosmarino e l’aceto, chiudere bene con il coperchio, agitare bene e lasciar riposare in frigo per 1 settimana. 

Una volta pronto lo sciroppo preparate il drink in un bicchiere colmo di ghiaccio aggiungere 1 3/4 oz di sciroppo e colmate con la tonica al pepe rosa, guarnire con un rametto di rosmarino e servire. 

potete personalizzare la ricetta utilizzando spezie o erbe fresche di vostro gusto, così come utilizzando differenti tipi di aceto o di zucchero. 

 

Shrub ai frutti rossi 

 

Ingredienti: 

per lo sciroppo:

200 gr di mirtilli e more 

100 gr di zucchero di canna 

100 ml di aceto di lamponi 

per la finitura: 

ghiaccio 

top di acqua tonica ai fiori di sambuco

preparazione: 

procediamo come prima pestando la frutta con lo zucchero in una ciotola. Coprire e lasciar macerare in frigorifero. 

Filtrare il liquido di macerazione attraverso un colino a maglie fini e trasferirlo in un vaso di vetro insieme all’aceto, coprire e lasciar fermentare in frigorifero per 1 settimana.

Per preparare il drink aggiungete in un bicchiere colmo di ghiaccio 1 3/4 oz di sciroppo e colmare con la tonica ai fiori di sambuco. 

un idea in più, questi sciroppi aciduli sono perfetti anche come base per dei ghiaccioli homemade, provate ad aggiungere yogurt greco o latte di cocco 😉 

 

 

Written by
Latest comments
  • AvatarAvatar

    Ma la domanda è… perché se il drink è analcolico devo bere piano? 😀
    Scherzi a parte, amo questa rubrica e oggi ancora di più, perché per chi regge l’alcool poco come me, l’analcolico è sempre una buona soluzione, ma raramente sono fatti bene. Alla prossima occasione con amici mi cimenterò sicuramente in uno Shrub.
    Grazie Grazie!! 🙂

  • AvatarAvatar

    Molto buono e interessante. Senza saperlo io bevevo uno shrub. Mi è sempre piaciuto bere per dissettarmi acqua e aceto .. di mele, oppure allungarlo con una parte di succhi di frutta il sapore dolce e acido mi disettava. Ora è difficile frutta troppo zucchero per me però quando ho sete acqua e aceto continua ed alle volte lo dolcifico con il sciroppo di agave. Buona giornata.

  • AvatarAvatar

    Diseases: It has been shown to fight destructive microorganisms, including microbes, infections, growths and parasites
    Foie gras: it can reduce the formation of fat in the liver, which should help protect against fatty liver disease without alcohol (NAFLD)check it out
    http://DADYBEAR.COM/

LEAVE A COMMENT