White Sangria, Olé.

Fresca, fruttata semplicissima da fare la sangria è la regina dei drink, delle cene con gli amici, dei party e dell’intrattenimento estivo e allora con Bevi Piano di questo mese la declineremo in versione bianca. Le ricette come vedrete sono molto semplici, in 10 minuti la vostra white sangria sarà pronta, a differenza della sorella rossa il riposo non serve sia molto prolungato, il risultato è un drink rinfrescante e beverino  che in poche mosse potrete riadattare ai vostri gusti, solo aggiungendo un frutto diverso o utilizzando ad esempio un vino frizzante o uno sciroppo aromatizzato, come vedete le possibili varianti sono tantissime, be creative! 

white sangria

Come vi dicevo le regole sono pochissime come pochi e semplici sono gli ingredienti da utilizzare per cui vediamole insieme 

1: la scelta del vino – il bilanciamento è molto facile con la frutta estiva e il vino bianco per cui non c’è un vino bianco sbagliato per la sangria, usate pure il vino che preferite, i Sauvignon, i Traminer , gli Chardonnay e il Pinot bianco e grigio sono perfetti. Nel caso vogliate utilizzare un vino frizzante ricordatevi che le bollicine tendono a svanire col tempo, conservate parte del vino e aggiungetelo alla sangria solo prima di servire. 

2: la scelta della frutta – utilizzare frutta di stagione rende tutto più facile, l’aggiunta di frutta esotica da alla sangria un twist tropicale, le fragole e i frutti di bosco le daranno un colore rosato. Non tutta la frutta è ugualmente dolce o acida, quindi cercate di bilanciare con del sour cioè con succo di agrume e con un po’ di zucchero.  

3: la scelta del liquore. Nella sangria classica non può mancare il Brandy, nella nostra white sangria possiamo utilizzare molti liquori o distillati diversi per dargli un po di carattere e quel twist in più che la renderà perfetta. Potreste aggiungere una vodka aromatizzata, o una vodka infusa con della frutta, del rum, oppure dei liquori profumati come il St Germain o del rosolio o anche del limoncello per fare degli esempi. 

4: i sodati – altra cosa che potreste aggiungere alla vostra sangria è un tocco frizzanti dato da un sodato, anche in questo caso potete spaziare tra tantissimi gusti diversi per creare un contrasto o per sottolineare elementi già presenti nella sangria, tenete le sode in fresco e aggiungetele già ben fredde solo prima di servire la vostra sangria 

5: erbe aromatiche e spezie – la menta su tutte, ma anche pepe, rosmarino, vaniglia, cannella e chi più ne ha più ne metta, erbe aromatiche e spezie completano l’opera, non vi resta che scegliere quale meglio si abbina alla vostra white sangria. 

Tropical White Sangria

 

Ingredienti:

1 bottiglia di Pinot Bianco ( o altro vino bianco fermo ) 

1/2 mango maturo

200 gr di ananas 

1 pesca noce 

10 fragole 

4 frutti della passione 

foglie di menta 

2 lime

2 cucchiai colmi di zucchero di canna 

100 ml di rum al cocco

Tagliare a pezzi la frutta e tenere da parte. In una caraffa capiente o in una grossa ciotola di vetro aggiungere i lime tagliati in quarti, lo zucchero e il rum, pestare leggermente e mescolare per far sciogliere lo zucchero. Aggiungere tutta la frutta a pezzi e tutta la bottiglia di vino, mescolare velocemente e mettere in frigo per almeno due ore. Prima di servire profumare la sangria con le foglie di menta e aggiungere dei cubetti di ghiaccio per tenerla ben fredda, oppure potreste congelare dei pezzi di frutta, tipo mango e ananas e utilizzarli come ghiaccioli per tenere ben fredda la vostra sangria. 

Berrylicious White Sangria

tropical white sangria

Ingredienti:

1 bottiglia di Chardonnay

1 vaschetta di lamponi

1 vaschetta di mirtilli 

1 vaschetta di more 

300 gr di fragole 

1 vaschetta di fragoline di bosco

1 limone 

1 lime 

150 gr di zucchero bianco 

1 bacca di vaniglia 

100 ml di rosolio di bergamotto 

Lavare e asciugare tutta la frutta. In una caraffa capiente o in una ciotola di vetro sciogliere lo zucchero nel succo di limone e nel rosolio. Aggiungere la frutta lasciandola intera, dividere solo le fragole più grandi e ridurre il lime in fettine. Innaffiare il tutto con la bottiglia di vino, mescolare con delicatezza per non rovinare la frutta, aggiungere anche load bacca di vaniglia divisa in due per la lunghezza e lasciare macerare in frigo per almeno 3 ore prima di servire. 

Written by
Latest comments
  • Mapi

    Meravigliose!!! Tra l’altro mi hai dato una splendida idea, con i pezzetti di frutta ghiacciati!
    Grazie Greta!

  • Mai

    sono di parte… toglietemi tutto ma non la sangria blanca!!!!!

  • ALICE

    Mai provata…adesso non ho più scuse!

LEAVE A COMMENT