MTC N. 21 – LA RICETTA CHE HA VINTO E’…

4232

… e possiamo dirlo, che da domani fare le scaloppine  non sarà più la stessa cosa, per gli oltre cento partecipanti alla sfida e per i molti che l’hanno seguita da bordo campo? Mai come in questa tornata, infatti, abbiamo avuto il 100% di consensi, anche da parte di chi era partito da posizioni più scettiche (mia nonna, le faceva diverse) o dall’ansia di finire in confusione, fra fondi, deglacage e dintorni. Alla fine, tutti felici: voi e noi, che ancora una volta archiviamo una puntata ricchissima di spunti, di creatività, di soluzioni che spaziano dal “salva pranzo” alla cena più importante, ma tutte ugualmente contraddistinte dall’immancabile bollino dell porca figura.
Merito di Elisa, anzitutto, che ha spostato la sfida su un piano più tecnico e più difficile, permettendoci di affrontare su una base accessibile a tutti un argomento oggettivamente complesso, come le salse e i relativi fondi. La sua partecipazione è stata all’insegna della competenza e della generosità, sin dall’inizio, quando ha rispolverato per noi i vecchi appunti della scuola alberghiera, regalandoci pagine altrimenti di non immediata fruibilità, per noi che la cucina la viviamo nel diletto; e su questo doppio binario ha proseguito, con un’attenzione capillare, anche nel dietro le quinte, che ci ha permesso di non perdere mai il filo della competizione e di essere sempre attente, anche sui minimi dettagli.
E merito vostro, come sempre, più di sempre: a fronte di risultati così strabilianti, il solco che avete scavato all’MTC è quello dell’umiltà, del’impegno, della curiosità che diventa strumento di una crescita personale sempre più manifesta e di una dedizione che ha ormai preso la strada dell’amicizia e dell’affetto: dai salti mortali per non saltare una sfida al rincrescimento sincero di quando proprio nn si può, passando per un investimento totale del vostro tempo, del vostro ingegno, delle vostre competenze sulla ricetta della sfida: tutte cose che si intuiscono dalla galleria delle ricette che sfila sotto gli occhi di tutti ad ogni gara, ma che costituiscono l’ossatura portante che rende questo gioco una sorta di unicum, nel suo genere.
Ce ne rendiamo conto ogni volta- ed ogni volta vi rinnoviamo il nostro grazie.
Ed ora, di corsa da Elisa e da Mapi, per festeggiare!
Ci rivediamo giovedì 5 luglio, per la ricetta della prossima sfida!
buona serata
Ale, Dani e Giorgia
Post Tags
Share Post
Written by
No comments

LEAVE A COMMENT