20161107_074807

Ve la ricordate? La ricetta del mascarpone fatto in casa, facilissima e dal successo garantito al 110% già apparsa sul nostro libro “Torte Salate” alla voce “come ti riempio il guscio ” 🙂

Una ricetta che funziona non si cambia, pertanto l’ho rifatta nel fine settimana scorso e oggi ve la ripropongo, perché viene veramente un mascarpone da urlo, e la soddisfazione di dire “questo l’ho fatto io!” beh, è seconda solo alla sua bontà!

Ho aggiunto una carrellata delle mie (urende) foto passo-passo, per cui chiedo venia sin d’ora ma che spero vi potranno essere da guida nei vari procedimenti. Lo scopo era di illustrare la tecnica, che è assolutamente alla portata di tutti come gli ingredienti, che solo solo tre: panna freschissima, succo di limone e TEMPO.

Sì, perché per fare un buon mascarpone ci vuole tempo! Non spaventatevi però: è solo il tempo necessario per farlo riposare per benino in frigo, mentre voi siete dal parrucchiere, a fare shopping o davanti alla tv 🙂

MASCARPONE FATTO IN CASA

per circa 300 g di mascarpone

Ingredienti:

20161105_075323

Si vede che il limone è BIO!!

  • 500 ml di panna fresca al 35% di grassi
  • La punta di un cucchiaino di acido citrico oppure 1 cucchiaio di succo di limone

Cosa vi serve:

  • Una pentola
  • una ciotola di vetro
  • una frusta
  • un termometro

20161105_081037

Versate la panna fresca in una ciotola di vetro o in un tegame di acciaio inox e fate cuocere a bagno maria fino a che non raggiunge la temperatura di 85°C.

20161105_083056

A questo punto, unite il succo di limone e mescolate bene : la panna inizierà ad addensarsi.

20161105_084958

20161105_085010

20161105_085024

Continuate a cuocere a 85°C per circa 5 minuti, mescolando di tanto in tanto.

Alla fine sarà così:

picmonkey-collage

Togliete la ciotola dal bagno maria, coprite e fate raffreddare prima a temperatura ambiente e poi in frigo, per 12 ore: al termine di questo riposo, la panna si sarà ulteriormente addensata.
Trasferitela in un colino a maglie fitte, rivestito di un canovaccio pulitissimo e posto sopra ad una ciotola o scodella.

20161105_233202

Chiudete il canovaccio legando i quattro lembi con un elastico e appendetelo con un cucchiaio di legno sopra una pentola dai bordi alti -in modo che resti appeso- e che raccoglierà il siero che colerà durante il riposo.

20161105_233349

20161105_233445

Lasciate riposare altre 24 ore in frigorifero, alla fine la parte solida restante sarà il vostro mascarpone.

20161107_074800

Mettetelo in un barattolo di vetro sterilizzato e a chiusura ermetica e conservatelo il frigo fino al momento dell’uso (non oltre i tre giorni).

L’acido citrico è in vendita nelle farmacie o nei più forniti negozi di forniture per pasticceria: ha il pregio di non lasciare nessun retrogusto acido. Se non lo doveste trovare, utilizzate del succo di limone.

E adesso.. tutti a fare il mascarpone!!

Buon lavoro!

Share Post
Written by

Con fogli, matite colorate, un neurone impazzito e poco altro creo le mie ricette e le mie vignette.

Latest comments
  • Meraviglia da fare nel week end! Grazie mito!

  • Sarà forse la volta buona che mi farò il mascarpone da sola? Grazie Francesca *.*

  • MERAVIGLIOSO!!!! 😀

  • Grazieeee !

  • Grazie!!!!

  • Stasera compro la panna, provo col limone, grazie Franci!

  • Da anni ho il pallino di fare il mascarpone in casa.. questa volta mi sono impuntata e sarà mio!
    Ho già anche comprato acido citrico e garza.. e chi mi ferma più???

  • Franci grazieeeee. Stavolta provo

  • È fantastico, grazie. Credo che sperimenteremo con questo.

  • Mapi

    Mamma mia Francy, ma tu sei un portento di donna!!!
    Questo è perfino alla mia portata: questo fine settimana ci provo! Tra l’altro adesso che è venuto il freddo posso contare sulla succursale del mio frigo, il balcone: basta coprire la pentola con il “fagotto”appeso perché non prenda polvere et voilà, le mascarpon est servi!
    GRAZIE, ma grazie veramente!!!

LEAVE A COMMENT