giovedì 18 febbraio 2016

MTC N. 54 - TEMA DEL MESE: MAPLE CINNAMON ROLLS


di Eleonora Colagrosso Burro e Miele


Stavolta non ho nessun cenno storico.

Ho voluto fare i maple pecan cinnamon rolls per il tema del mese perché semplicemente li adoro e perché qui trovo facilmente tutti gli ingredienti.

Mi concentro però sullo sciroppo di acero (maple syrup).

Lo sciroppo d’acero è prodotto a partire dall’ “acqua di acero” che contiene parte di linfa dell’albero, raccolta a inizio primavera che viene poi concentrata mediante ebollizione. Lo sciroppo così ottenuto, poi si filtra per liberarlo da impurità. La qualità dello sciroppo è data dal colore, quanto più scuro sarà, migliore la qualità poiché il contenuto di linfa sarà più concentrato. Gli sciroppi più scuri sono infatti prodotti verso la fine della stagione, in cui la linfa è più concentrata.

È prodotto in Nord America, soprattutto in Quebec e in Ontario, nelle province marittime del Canada e in New England. E’ venduto ormai in tutto il mondo (anche in India!) e il Giappone ne è il più grande importatore.

Gli indiani d’America lo utilizzavano già come tonico medicinale, mentre oggi si usa principalmente nei dolci, pancakes e preparazioni di ogni tipo.

I benefici dello sciroppo d’acero sono tanti, basti pensare che, se lo zucchero bianco sono solo calorie vuote, nell’acero troviamo dosi elevate di calcio, potassio, ferro, zinco e manganese.

Fate però attenzione alle etichette quando lo comprate. Cercate di prendere sciroppo d’acero puro, perché molte marche sul mercato sono diluite con sciroppi di zucchero o con corn syrup e dell’acero hanno solo un lontano sapore.

Ma veniamo alla ricetta.

Ho scelto di fare quella di Jamie Oliver, anche se qualcuno mi aveva consigliato di fare quella di David Lebovitz e avrei dovuto ascoltarlo.

Ma ormai è fatta. Il sapore è quello, a essere belli sono belli, a essere buoni sono buoni quindi ve li propongo lo stesso. Ma la ricetta ve la spiego a modo mio.

Maple Pecan Cinnamon Rolls
(Da Jamie Oliver Magazine)

Ingredienti (per 8 pezzi):


  • 40 g di burro
  • 500 g di farina di forza
  • 7 g di lievito secco
  • 275 ml di latte
  • 1 uovo
  • 1 cucchiaio di cannella in polvere
  • 25 g di zucchero semolato
  • 100 ml di sciroppo di acero
 per il ripieno:
  • 75 g di burro morbido
  • 100 g di noci pecan
  • 100 g di zucchero di canna grezzo scuro (dark brown sugar)
  • 1 cucchiaio di amido di mais


Prima di tutto, nel forno caldo a 180°C, si tostano le noci pecan per una decina di minuti e si fanno
raffreddare completamente. Appena raffreddate, tritatele grossolanamente al coltello.
In un pentolino, si mettono il latte e i 40 grammi di burro e si porta a fiamma molto bassa, evitando il bollore, solo fino a che il burro sarà sciolto. Se si riscalda troppo, bisognerà farlo raffreddare fino a circa 37°C perché in quel composto di burro e latte, scioglieremo il lievito e se è troppo caldo lo uccidiamo e non lieviterà. Quindi, appena raggiunta una temperatura di circa 37°C, sciogliere il lievito nel latte e versarlo nella farina disposta a fontana sul piano di lavoro. Potete farlo nella planetaria, ma ultimamente ho preso gusto nell’impastare a mano.
Cominciare a impastare e aggiungere anche l’uovo. Impastare fino ad ottenere una palla di impasto liscia ed omogenea.
Ungere d’olio un recipiente (mai di plastica), metterci l’impasto e lasciarlo lievitare coperto da un panno umido, in un posto tiepido e lontano da correnti d’aria, fino a raddoppio.
Intanto, imburrare e infarinare uno stampo a cerniera da 23 cm di diametro. O potete anche solo imburrarlo e rivestirlo di carta forno, come vi trovate meglio.
Una volta raddoppiato l’impasto, riportarlo sul piano da lavoro infarinato, sgonfiarlo lievemente con il pugno e stenderlo con un mattarello ottenendo un rettangolo di 20x30 cm. 
E qui viene il bello. Jamie Oliver dice che a questo punto, bisogna spalmare il burro morbido sull’impasto, mischiare il resto degli ingredienti e metterli sopra al burro. È quello che ho fatto anche io, ma non ve lo consiglio, perché quando taglierete i rotoli, lo zucchero tenderà ad uscire da tutte le parti.
Quindi, sarà meglio mischiare tutti gli ingredienti del ripieno, burro a pomata compreso e poi spalmare il composto sul rettangolo d’impasto.
Arrotolare verso di voi dal lato più corto e tagliare il rotolo in 8 parti da 4 centimetri ognuna. Disporre i rotoli nello stampo in maniera che siano abbastanza vicini in modo che durante l’ultima lievitazione e la cottura, potranno toccarsi e unirsi.
Lasciar lievitare ancora 30 minuti in un posto tiepido.
Una volta lievitati, spolverizzarli con la cannella e lo zucchero semolato e infornarli in forno precedentemente preriscaldato a 18°C per 20-25 minuti.
Una volta tolti dal forno, quando sono ancora caldi e ancora nello stampo, versarci sopra lo sciroppo d’acero. Lasciare intiepidire, sformare e dividere i rotoli.
Vi consiglio di mangiarli tiepidi, sono una delizia.

4 commenti:

  1. Sarà che dopo 6 mesi di dieta la voglia di trasgressione è tanta, sarà che i cinnamon rolls sono sempre bene accetti, ma in questo momento me ne scofanerei una teglia intera!!!!!!

    RispondiElimina
  2. Perché ho un Colui che odia la cannella, PERCHÉÉÉÉ???

    RispondiElimina
  3. Io amo la foto aperta, invoglia a ingoiarne un pezzo tutto intero. E qui amo tutto, ma proprio tutto, lo sciroppo d'acero, la cannella, le noci pecan...

    RispondiElimina

Archivio blog