martedì 23 febbraio 2016

MTC N. 54 - ANCHE NO: LA SBRICIOLATA AL MIELE, RICOTTA E FONDENTE DI ROSSELLA



di Rossella Campa

Quest’anno la torta per il mio compleanno e per la festa degli innamorati (che per me coincidono) doveva essere questa, semplice ma goduriosa. Adoro questo dolce e per l’occasione ho voluto modificarne la composizione utilizzando anche il miele. Il risultato è stato spiazzante, non sono praticamente riuscita a fotografarla, se non al volo, e per fortuna avevo avvertito che avrei dovuto immortalare la creazione per Eleonora e Michael. C’è di buono che volevate vederla tagliata… 
Il miele che ho utilizzato è di Tiglio, dolce e con un retrogusto fresco che ben si sposa con il cioccolato fondente.

Ingredienti:

Per la base:
  • 300 gr di farina
  • 70 gr zucchero
  • 30 gr miele di Tiglio
  • 100 gr di burro
  • 1 uovo
  • ½ mezza bustina di lievito
  • Sale

Ripieno:
  • 400 gr ricotta vaccina
  • 80 gr miele di Tiglio
  • 80 gr cioccolato fondente

   
Mescolare la farina con lo zucchero, il miele, il lievito ed un pizzico di sale. Unire il burro molto morbido e mescolare con le mani, unire anche l’uovo e continuare a mescolare con le mani fino ad ottenere delle grosse briciole.
Ricoprire una tortiera foderata di carta forno con 3/4 delle briciole. 
Mescolare la ricotta con il miele. Tritare grossolanamente il cioccolato e unirlo alla crema. 
Ricoprire la base della torta con questa crema e infine completare con il resto delle briciole tenute da parte. Cuocere per 20 minuti in forno a 180°. 
Si conserva in frigo.

12 commenti:

  1. Dev'essere buona, Ross!!!
    Mi lascia perplessa soltanto il burro molto morbido usato per una base di frolla: di solito deve essere ben freddo, altrimenti l'impasto si "brucia" e risulta duro dopo la cottura. Ma forse era esattamente questo il risultato che volevi ottenere: non una frolla fondente in bocca, ma un impasto più consistente che reggesse la crema.
    In ogni caso è una ricetta da provare: la crema mi ricorda una torta siciliana che facciamo in famiglia da sempre, ma che adesso che ci penso non ho mai pubblicato sul blog. Quasi quasi... :-)
    Un abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' proprio così Mapi, l'impasto una volta cotto risulta croccante e contrasta con il ripieno più morbido. Il dolce siciliano è forse la cuccìa? A me fa impazzire :-)

      Elimina
    2. No, non è la cuccìa: è un dolce di casa mia a base di pan di Spagna, con una crema a base di ricotta di pecora aromatizzata e pezzi di cioccolato. :-)

      Elimina
    3. Mmmmmm, chissà che buona!!! Cosa aspetti, pubblicala :-))))))

      Elimina
  2. molto invitante questa torta, in effetti ricotta e miele si sposano alla grande.

    RispondiElimina
  3. mi piace quest'idea, una torta perfetta, e so già che i sapori mi piaceranno molto!

    RispondiElimina
  4. I dolci con la ricotta mi fanno impazzire. Con il miele poi, parliamone.
    L'impasto di briciole non l'ho mai provato, dovrò rimediare. Qui, sembrerebbe strano, troviamo una ricotta eccellente, fatta di latte di bufala o di mucca, ma quella di bufala è davvero ottima. La rifarò.
    Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a voi! Questo dolce è semplice e particolare al tempo stesso. Con la ricotta di bufala chissà come sarà... proverò anch'io.

      Elimina
  5. guarda, con la semplicità qui si sfondano porte aperte. E se poi la semplicità è corredata di ricotta&miele, hai voglia a sostenere il contrario. Binomio sempre vincente-e dentro un guscio di pasta frolla, ancora di più.

    RispondiElimina

Archivio blog