MTC n. 49: IL TEMA DEL MESE – PHILADELPHIA CHEESESTEAK

Il Philadelphia cheesesteak fa parte dei submarine sandwich, che sono dei panini lunghi aperti su un lato
che vengono farciti con qualsiasi cosa possa essere suggerito dalla fantasia,
carni di ogni genere, verdure, formaggi, salse. Ogni zona degli Stati Uniti ha
un nome per definire questo tipo di sandwich, che spesso viene associato
all’Italia o alla Francia, per il tipo di pane utiizzato.
Alcuni dicono che a inventarlo fu la comunità italo-americana sul finire del 1800. Il
termine submarine deriva dalla sua
forma allungata che ricorda appunto un sottomarino, anche se le storie
sull’origine del suo nome sono varie.
Nella zona di Philadelphia viene
chiamato hoagie e anche qui ci sono
molte storie diverse sull’origine del nome. Per alcuni si deve agli italiani
che lavoravano, durante la prima guerra mondiale, nei cantieri navali di
Philadelphia, conosciuti come Hog Island,
e che mangiavano carne, formaggio e verdure inserendo il tutto tra due fette di
pane e per questo il panino divenne noto come sandwich Hog Island, abbreviato in hoggies
e poi hoagie. Un’altra storia lo
vuole nato alla fine del 1800 nella comunità italiana di South Philadelphia,
ancora oggi abitata da una rilevante comunità italo-americana, quando la parola
hoke era un termine slang per
indicare una persona indigente. Le gastronomie del posto si liberavano
degli scarti di formaggi e salumi utilizzandoli come farcitura di un tipo di
pane italiano che veniva definito hokie, parola che però dagli italiani veniva pronunciata hoagie. Insomma, gira che ti rigira, gli
italiani in qualche modo nell’origine di questo panino c’entrano sempre. Panino
che ora è stato dichiarato il sandwich ufficiale di Philadelphia.
In altre
parti degli Stati Uniti viene chiamato
hero (New York), grinder (New England) e anche italian sandwich (Maine).
Per
quanto riguarda il Philadelphia
cheesesteak
in particolare, si dice che fu inventato dall’italo-americano
Pat Olivieri negli anni venti, per poi diventare lo street food per eccellenza
della città di Philadelphia. Oltre al fatto che prevede l’utilizzo di questo caratteristico pane dalla forma allungata, è caratterizzato da un ripieno a
base di carne tagliata sottilissima, saltata su una piastra e mescolata insieme
a cipolla, anch’essa saltata, e formaggio, solitamente provolone dolce. Una
vera bomba :). La ricetta che vi propongo è quella di Martha Stewart che a proposito di questo panino dice “per finirne uno bisogna avere un robusto appetito e tanti
tovaglioli”.
PHILADELPHIA
CHEESESTEAK
da Martha
Stewart – Martha’s American food
Ingredienti per quattro panini

  • 700 g di bistecche di manzo
  • 4 cucchiai di olio d’oliva
  • 2 cipolle affettate sottilmente
  • 300 g di provolone affettato sottilmente
  • 4 panini morbidi scaldati e tagliati a metà
  • peperoni italiani sottaceto per servire (facoltativi)
Arrotolare strettamente la carne formando un cilindro e avvolgerla saldamente in una pellicola. Metterla
nel freezer e lasciarla per 45 minuti senza farla congelare del tutto. Togliere
la pellicola e, lavorando rapidamente, tagliare la carne in strisce
sottilissime, quasi come a piallarla. Riporla in frigorifero fino a quando
sarà il momento di cucinarla.

Scaldare una grande padella di
ghisa o una piastra a fuoco medio-alto, aggiungere due cucchiai di olio d’oliva.
Cuocere le cipolle mescolando fino a farle caramellare per circa 10 minuti.
Trasferirle in una ciotola, coprirle e mantenerle calde.

Aggiungere i restanti 2 cucchiai
di olio d’oliva nella padella, cuocere la carne, se necessario poca alla volta,
fino a farla diventare leggermente dorata, mescolandola spesso da 3 a 5 minuti,
aggiungendo dell’altro olio di oliva se necessario.
Unire mescolando la carne alla cipolla, quindi aggiungere il
formaggio e mescolare fino a farlo amalgamare e fondere. Mettere il composto
nei panini e servire immediatamente, con i peperoni se si desidera.
Written by

Agnolotti, terrano e pasticciotti. Dall'estremo occidente all'estremo oriente e poi giù verso il profondo sud... cucina italianfusion

Latest comments
  • Sarà anche per stomachini di una certa capienza ma 'sto panino me lo faccio. Me lo pregusto già!!!

  • Da pecacto di gola :))))))))))

  • Questo panino è appetitosissimo!!

  • E tu pensa che io non ne conoscevo l'esistenza. Mette un grande appetito solo a guardarlo!
    Da fare e rifare!

  • sono pronta!!
    i tovaglioli li ho!!

  • Mi sono dimenticata di scrivere una cosa importantissima nel post…
    Attenzione, se entrate nel girone infernale del philly cheesesteak potreste non uscirne più! Ahahahahahahah

  • Dico solo una cosa: la Martha non mj conosce!

LEAVE A COMMENT