MTC N. 46 – IL TEMA DEL MESE: LA TARTIFLETTE

La tartiflette é un piatto tipico dell’Alta Savoia, inventato attorno agli anni ’80 per promuovere e far conoscere meglio il formaggio Reblochon.
Anche prima della creazione della tartiflette sulle Alpi francesi erano comuni sformati con patate, formaggi locali e lardo (esiste infatti un piatto simile a questo, chiamato in dialetto locale péla, che viene però cucinato in una pentola sul fuoco anziché al forno).
Il formaggio di base della tartiflette ha un’origine simpatica: esso venne prodotto per la prima volta nella valle di Thônes, nel XIII secolo. In quel periodo chi utilizzava un appezzamento o un terreno, doveva ai proprietari terrieri degli alpeggi, un affitto proporzionale alla quantità di latte prodotto: vi era quindi un giorno stabilito in cui avveniva la misurazione della produzione. Gli allevatori, per far vedere che la produzione era minore di quella effettiva e quindi pagare meno quota, tiravano meno latte. Una volta allontanatosi il proprietario, l’allevatore terminava la mungitura: tirava una seconda volta il latte (in francese, Il re-blochait). Con il latte “risparmiato” veniva prodotto il formaggio che prende il nome da questa usanza.
Devo dire che é un piatto davvero energetico, proprio da allevatori, i quali sicuramente necessitavano del giusto apporto calorico per poter condurre il bestiame in alpeggio.
Nella mia ricetta ho ridotta un po’ il lardo, mantenendo comunque un gusto unico e l’armonia di sapori.
Nella ricetta originale ho scoperto che le patate non vanno tagliate a fette, ma fatte dorare in padella dopo averle tagliate a cubetti.. Ho quindi optato per questa versione.
Ingredienti
  • 700 g di  patate 
  • 70 g di lardo
  • 150 g di Reblochon (io non trovandolo ho ripiegato sulla raclette, ma ho letto che sarebbe meglio un brie, a pasta più morbida). Nella ricetta originale inoltre dice di utilizzare un reblochon intero, tagliato a metà in orizzontale e poi ancora a metà (abbondiamo!!!).
  • 150 g di cipolle
  • uno spicchio di aglio.
Esecuzione

Soffriggere la cipolla nell’olio, dopo averla tagliata a fettine sottili.
Aggiungere le patate pelate e tagliate a cubetti e farle ben dorare su ciascun lato. Aggiungere il lardo, regolare di sale e pepe e terminare la cottura.
Strofinare una teglia adatta alla cottura in forno (io ho usato uno stampo da plumcake) con aglio e procedere con un primo strato di patate.
Disporvi abbondante formaggio, continuare con altre patate e concludere con il formaggio disponendo la parte con la crosta verso le patate.
Cuocere in forno a 180° per una ventina di minuti, il formaggio dovrà sciogliersi, ma non bruciarsi.

Fonti:
http://www.marmiton.org/recettes/recette_la-vraie-tartiflette_17634.aspx
http://it.wikipedia.org

Written by
Latest comments
  • calorico ma buonissimo!!! bella la storia del latte di seconda mungitura 🙂

  • Il trionfo è di chi scopre a fondo i segreti di un prodotto eccezionale. Scopri anche tu il pomodorino cherry. Vai su http://www.vitalbios.com/A/MTQ3NTY1MTUwOCwwMTAwMDA1OSxwb21vZG9yaW5vLWNoZXJyeS5odG1sLDIwMTYxMTAyLG9r

LEAVE A COMMENT