MTC n. 42: LA RICETTA DELLLA SFIDA DI OTTOBRE E’….

Overo, il piatto della festa per antonomasia, il filo rosso che lega tutto il Bel Paese in una corrispondenza fittissima di spazio e di tempo, il simbolo di una identità di popolo ricco nell’inventiva e generoso nel cuore, il punto più alto di una cucina fatta di pazienza, di gesti, di riti che si rinnovano ad ogni festa e che diventa simbolo di una identità che trova negli aspetti più nobili della condivisione la sua intima essenza.
Non è un caso che questo piatto sia una delle espressioni più tipiche di quella Romagna che ha dato i natali al Terzo Giudice della sfida di Ottobre e che rinnova in questo piatto la generosità del suo popolo: il suo post è assolutamente magistrale e a questo si rinvia, per la preparazione nei dettagli.
Qui invece il regolamento particolare e quello generale
REGOLAMENTO DELLA SFIDA
1. la sfoglia delle lasagne deve essere fatta a mano e rigorosamente tirata col mattarello. Ai fini della sfida, è necessaria una foto delle lasagne da crudo, per poter valutare spessore e ruvidezza della pasta

P { margin-bottom: 0.21cm; }A:link { }

  1. la ricetta deve essere quella
    proposta da Sabrina, rispetto alla quale sono concesse due varianti
    – il tipo di farina: potete spaziare
    ovunque, compatibilmente con la resa finale, che deve essere
    ovviamente quella della sfoglia da lasagna: se fate un impasto con
    il 100% di farina debole, non riesce. Mentre se utilizzate kamut o
    grano saraceno o farina di castagne o altre tipologie, anche
    mischiate fra di loro, siete in gara.
    – altri ingredienti aggiuntivi:
    verdure bollite e ripassate in padella, centrifugati vari, nero di
    seppia, ingredienti essiccati, spezie, erbe, etcetc, fermo restando
    che anche con queste modifiche la ricetta deve essere il più
    possibile uguale a quella di Sabrina, soprattutto per quanto
    riguarda la proporzione fra farina e uova
    – per “lasagna” si intende una
    sfoglia impastata a mano, con base di farina e uova: “lasagne”
    di pane o di polenta o di altro ingrediente non sono ammesse.
    – gli allergici, i celiaci e gli
    intolleranti tutti possono fare più modifiche, a seconda del tipo
    di ingrediente che possono o non possono usare: anche per loro vale
    comunque l’impegno a mantenersi il più possibile fedeli alla
    ricetta originale.
  2. La salsa legante è obbligatoria:
    può essere una bechamelle come una vellutata, una panna arricchita
    di altri ingredienti oppure una salsa più strutturata, ma deve
    essere compresa nel piatto. Se volete utilizzare del formaggio, per
    esempio, non utilizzatelo in purezza,ma scioglietelo nella salsa,
    per aromatizzarla.
  3. Il sugo non è obbligatorio, nel
    senso che se optate per una ricetta che non lo prevede, si può
    omettere. Se invece decidete di includerlo, dovete rigorosamente
    prepararlo da voi. Unico strappo alla regola, è la base della salsa
    di pomodoro: considerata la stagione presente (e anche quella
    passata, visto che quest’estate, almeno qui nel Nord Ovest, è stata
    una moria generale di pomodori), se non avete delle conserve da
    parte, potete partire da un prodotto acquistato (passata di pomodoro
    o pelati): l’ottima qualità del prodotto è comunque
    imprescindibile
  4. Il Parmigiano Reggiano e in
    generale gli altri formaggi non sono ovviamente obbligatori, ma
    dipendono di necessità dalla ricetta utilizzata. Gli intolleranti
    ai latticini sono autorizzati ad ometterli o ad utulizzare prodotti
    alternativi, altrettanto ovviamente
  5. Libertà assoluta nella farcia:
    può essere di carne o vegetariana, di pesce come di crostacei, con
    un solo ingrediente o con molti di più, in una sfida alla fantasia
    che conosce, come unico limite, quello del gusto: no all’accozzaglia
    di sapori, sì ad unna creatività sempre temperata dai parametri
    dell’equilibrio e dell’armonia.
  6. Le tecniche di cottura sono quelle
    indicate.Non si possono proporre più di tre ricette. 

     

    REGOLAMENTO GENERALE

    Valgono solo le ricette postate fra le 00.01 del 13 ottobre e le 00.00 del 28 ottobre: lasciate nello spazio dei commenti in fondo a questo post il link alla pagina della ricetta.

    Chi non ha un blog può
    partecipare inviando la sua ricetta con foto a
    mtchallenge@gmail.com,
    entro e non oltre la mezzanotte del 28 ottobre. Provvederemo noi a
    pubblicarla qui sopra.
    Fra pochissimo sarà
    attivato il filo diretto, dove potete esporre tutti i vostri dubbi
    sulla sfida: risponderemo il prima possibile

Il banner è questo:

 

Il vincitore verrà
proclamato il 1 novembre alle ore 21.00

  • e buona sfida a tutti!!!

 

Post Tags
Share Post
Written by

La signora dei pipponi.

Latest comments

LEAVE A COMMENT