MTCHALLENGE n. 41: GLI INDIZI!!!

Primo indizio

ricordo velocemente le regole
1. valgono solo le risposte lasciate qui sotto
2. ogni indizio deve essere spiegato
3. vince il primo che indovina
Il prossimo, intorno a mezzogiorno.
E ora, spremete i neuroni!

Secondo indizio…

terzo ed ultimo indizio!

Post Tags
Share Post
Written by
Latest comments
    • Anch'ioooooo

  • Per me questa volta più che una ricetta si tratterà di una mise en place magari con attenzione ai tagli

  • I libri sono antichi….ma in tre di loro leggo la parola moderno…futuro…..bohh

  • Mmmm… si pesca negli antri del tempo e mi colpisce il mitico volumetto sulla cucina futurista di Marinetti… chissà 😀

  • Ussignur

  • E' la prima volta che partecipo e… mamma in cosa sono andata a cacciarmi! 🙂 Io la butto lì: una rivisitazione di un'antica ricetta da leggersi in chiave assolutamente moderna? Marinetti mi fa pensare alla sua contrapposizione con l'Artusi.

  • ?????????????????
    Certo che anche l'Imperatore dei cuochi tra pesci carne e cacciagione …………. cucina casalinga e alta cucina apre un mondo infinito di possibilità
    Brava Ale …………. tutto chiaro (a chi lo voglio raccontare !!!!!!!!!!!)

  • Allora, proviamoci….
    testi storici di cucina, libri antichi -> quindi sicuramente una ricetta radicata nel territorio e nella storia.
    Inoltre apprendo dal santo internet che i primi a digitalizzare e rendere facilmente consultabili più di 200 volumi come questi sono stati coloro che hanno dato vita ad un centro di cultura gastronomica unico in Europa: la Biblioteca multimediale del libro antico di cucina, all’interno della nuova sede dell’Academy a Tuscania, nel vasto complesso di San Francesco.

    Poi leggo anche che il complesso di San Francesco è "Un ex convento del XIII secolo in cui rispettosi, appassionati restauri hanno restituito a nuova giovinezza anche il prezioso ciclo di affreschi di scuola umbra, tra cui quelli della fascinosa Cappella Sparapane (del 1466 circa), riconducibile all’omonima, celebrata bottega di artisti di Norcia."

    E quindi a questo punto penso ad una ricetta tipica della zona Toscana/Umbria/Lazio…
    Se non fosse che ad un certo punto della mia lettura scopro che:

    "Anche Casa Barilla ha aperto al pubblico le porte della propria ricchissima collezione di testi gastronomici, dando vita a Parma alla Biblioteca gastronomica Academia Barilla (www.academiabarilla.it), una delle più importanti biblioteche private tematiche in Italia, consultabile in loco e anche sul web. Un’immensa eredità storico-culturale, quantificabile in oltre 11 mila volumi, di cui 1.500 disponibili solo in questa sede, i cui argomenti vanno dalla storia del cibo ai ricettari dei grandi chef, dagli interessi culinari di personaggi famosi (Claude Monet, Gioacchino Rossini, Ugo Tognazzi) alle problematiche dietetiche e igienico-sanitarie, dalla cucina religiosa a quella erotica, fino ai menu d’epoca…"

    E quindi già mi confondo perché geograficamente ci spostiamo a Nord….ergo l'indizio non si riferisce alla zona geografica…….

    Quindi per il momento anche io mi fermo al fatto che sia una ricetta storica e tradizionale.

    Attendo il prossimo và!

  • Se di tutta l'immagine invece bisogna prendere in considerazione il volume de La cucina futurista che sbuca prepotentemente dall'angolo in basso a destra….allora ho paura!

    • …in basso a sinistra…

  • Nooo dai, Mentana é indigesto :-/

  • Chicco Mentana,eh?… Il risotto, per via del risotto futurista all'alchechengio di Marinetti?

  • Mentana ha accoppato lo slancio del neurone…..

  • MENTANA????
    E' milanese e mi vengono in mente risotto, ossobuco e mondeghili….oppure usiamo la menta?

  • E se Marinetti fosse solo un'assonanza per marinare e Mentana assonanza per menta? Marinatura con la menta?

    • Brava Paola!! Mi associo!!! Geniale!!

  • Bollito misto con mostarda? Cremona, Lombardia. Mentana è milanese, Luttazzi anni fa in un suo spettacolo chiamato "Bollito misto con mostarda" lo criticava aspramente. Carne=trinciante, colui che nel Medioevo disossava e affettava le carni. Scalco è un termine medioevale che indicava il servitore e che nel periodo rinascimentale indicava un servitore di rango elevato che sopraintendeva alle cucine e organizzava banchetti. Antonio Latini e Bartolomeo Scappi sono stati scalchi. Poi nell'immagine vedo anche Li tre trattati di messer Mattia Giegher Bavaro di Mosburc, trinciante dell' illustriss. nazione Alemanna in Padova. In evidente contrasto con le finalità terapeutiche dell'alimentazione vegetariana cui si era interessato Antonio Cocchi parlando del vitto Pitagorico.
    Ok, i miei neuroni sono esplosi. Ditemi che è di carne che si parla e non di verdure, please!

  • Gli indizi sono maliziosamente formati per portare chi legge fuori strada. Se non ci fosse malizia ma solo logica si potrebbe fare il ragionamento seguente…
    1 – Tutti libri di cucina antichi, con una sola (mi pare) eccezione.
    2 – Percio' una preparazione tradizionale, ma non vecchia come di cucina rinascimentale. Vedi anche il termine "moderno" citato piu' volte nelle copertine dei libri.
    3 – Quindi una preparazione tradizionale con spinte verso la modernita', se non proprio verso il futurismo.
    4 – Con il secondo indizio, l'immagine di "Chicco Mentana" si potrebbe puntare verso l'impiego del riso, ma sembra una risposta troppo facile, che non tiene conto della maliziosita' di chi scrive gli indizi.
    5 – In tutte le sfide precedenti chi ha scelto il tema del mese ha sempre puntato su qualcosa di tipico della sua zona, per cui il riso risulta probabile.
    6 – D'altra parte chi lancia la sfida e' persona che ci ha sempre stupito per originalita' e amore per la cucina giapponese, o orientale in genere.
    Concludo con due possibilita'….
    A – Secondo logica potrebbe essere un risotto con richieste di modernizzazione.
    B – Secondo maliziosita' potrebbe essere un piatto simil-giapponese pieno di ingredienti che si trovano solo da "NaturaSi".

    Mah……..

  • Leggendo cucina futurista nel primo indizio, mi è venuto in mente un pollo d'acciaio.. Poi vedo Mentana e penso: pollo d'acciaio alla menta??? O.O Non ho capito niente niente niente! XD

  • Riso alla pilota?

  • Pittore fiammingo, quindi o nella ricetta ci sono i cavoletti di Bruxelles o si tratta di qualcosa che va fiammeggiato

  • Il Banchetto nuziale di Bruegel?… Ai matrimoni si getta il riso,no?

  • Spero di sbagliarmi perché sarebbe da spararsi ma se fosse:
    primo indizio una ricetta moderna e quindi recente
    secondo il numero 7 e non Mentana
    terzo una torta trattandosi di un matrimonio
    Torta 7 veli?

  • Ci provo: il sushi
    Primo indizio, tanti manuali uno sopra l'altro di epoche diverse: ricetta antica dalle origini incerte e stratificate, consolidatasi in epoca abbastanza recente, pare seconda metà ottocento e scoppiata nel XX secolo, quello futurista
    Secondo indizio: Chicco Mentana = riso
    Terzo indizio: la tenda appesa nella taverna fiamminga come la tenda dei venditori di sushi giapponesi dove i commensali si pulivano le mani, più era sporca la tenda e più era quotato il venditore di sushi
    Sicuramente non lo é ma il ragionamento fila no? 😀

    • Non sapevo dell'usanza di pulirsi le mani sulle tende. Nel caso dovesse essere sushi, le metto al riparo.. Sia mai che oltre l'arrotolata mi tocchi pure di mettermi a lavare le tende 😀

  • la butto la'….. RISOTTO ALLA MILANESE…. infatti la leggenda narra che nel 1574 a Milano, tra una comunita' di belgi che lavorava alla fabbrica del duomo, un allievo, per fare uno scherzo al suo maestro, inseri' lo zafferano al risotto per il pranzo di nozze della figlia del maestro… mah!

  • Tutti gli indizi portano al risotto
    e tantissime più brave di me ne hanno spiegato i motivi
    ma il riso è stato protagonista più volte e Acquaviva precedentemente ha vinto proprio con la ricetta di "riso e bisi" per poi portarci in oriente con il suo kaki-age ……………………… forse ci siamo tutte lasciate suggestionare da Mentana? ………………… domani il responso

LEAVE A COMMENT