MTC n. 31: Non Premi ma….

CaesarSalad_MTC_banner_OK

Niente
premi “ale te possino”, questa tornata, perchè ci sono un po’ di novità
che meritano uno spazio a parte- e questo è il momento migliore, visto
che siete tutti qui riuniti per sapere a chi tocca. Capisco la
delusione, ma capirete fra poco anche voi:basta solo leggere il primo
punto…

1. Eccezionalmente e solo per questa volta, a luglio non ci sarà nessuna sfida
A parte i problemi di connessione montanari della Dani, con cui per
altro combatte tutti gli anni, cavandosela sempre egregiamente, nei
prossimi giorni dovrò subire un tot di interventi, non gravi ma
dolorosissimi. Il primo è fissato domani ed è anche per questo che non
son riuscita a fare i premi: per quanto cerchi di distrarmi, la testa è
sempre lì e fra poco ci sarà anche tutto il resto. Anche se la gara per
voi inizia dopo, per me comincia già la sera stessa della proclamazione
del vincitore e, come ben sanno tutti coloro a cui è toccato in sorte
questo ruolo, son giornate tanto forsennate quanto fondamentali, ai fini
del gioco: partire col piede sbagliato significherebbe compromettere la
buona riuscita della sfida. Per cui, sebbene a malincuore, siamo
costrette a darvi appuntamento a settembre.
2. Da settembre in poi, ci sarà una variazione al Regolamento,
legata al numero massimo di ricette che si possono presentare. Finora,
non abbiamo mai posto limiti, perchè l’essenza dell’mtc è la
sperimentazione e non c’è come il mettere in pratica concretamente le
proprie intuizioni per verificarne la bontà. Anzi, il nostro consiglio,
come abbiamo sempre detto, è quello di fare almeno due ricette- quella
della sfida, se non la si conosce o non la si riesce ad immaginare,
leggendola semplicemente, e una più originale, con tutte le variazioni
sul tema. In questo modo, ci si sintonizza sulle due “anime del nostro
gioco, quella della tradizione (e quindi dell’apprendimento da un’unica
fonte) e quella della sperimentazione (e quindi, dell’apprendimento
dalla condivisione). Nelle due ultime sfide, però, si è registrata
un’impennata del numero delle proposte che ci sta rendendo sempre più
faticoso il “tenere il passo”, col rischio di restare indietro con i
commenti (v.) e di trascurare qualcuno. Di conseguenza, da settembre in
poi, la regola generale vedrà come limite massimo per ogni sfida CINQUE RICETTE,
ad eccezione della riproposta di quella della gara. Quindi, se rifate
la ricetta della sfida e poivariate sul tema, potete arrivare ad un
massimo di 5+1. Nulla vi vieta di proporcene di più, ma fuori concorso: starà a voi decidere quali far concorrere e quali no.
Questo
limite sarà la regola, laddove non verrà indicata l’eccezione:
nell’ipotesi in cui dovesse capitare una ricetta veloce, suscettibile di
mille e mille interpretazioni, saremo noi le prime a svincolarvi da
questo numero. Che so, dovesse capitare la crostata con la marmellata o
il frullato di frutta o il pudding di riso o le mille altre ricette con
una base facile e perloro natura versatili, non ci sarà nessun numero
massimo. Ma questa, sarà l’eccezione: la la norma, da settembre in poi,
sarà la stessa per tutti: massimo 5 proposte per ciascuno, esclusa
l’eventuale replica della ricetta della sfida.
3.
altro punto d chiarire è il TEMA: non è una presenza fissa, ma quando è
richiesto va seguito, pena l’esclusione dalla gara. La decisione di
scegliere un argomento piuttosto che ad un altro , infatti, non nasce da
uno sfizio fine a se stesso, ma trae sempre spunto dal rispetto per la
natura del piatto o da esigenze di gara. All’epoca delle arancine,
abbiamo invocato il cibo di strada, per mantenere ancorata la ricetta
alle proprie radici; lo stesso è avvenuto con il richiamo alla cucina
del cow boy con il chili o alla cucina di territorio con i pici o alla
cucina povera con la pasqualina, tanto per fare degli esempi. Nel caso
delle insalate, avevamo scelto la Belle Epoque non solo perchè volevamo
riportare questa portata ai fasti di cui godette in questo periodo: ma
anche perchè dovevamo trovare un criterio di giudizio comune per una
preparazione che si presta a mille declinazioni.
E’
vero che l’mtc diventa sempre più difficile: ma è anche vero che, se
ciò accade, è perchè voi diventate sempre più bravi. Se ci conoscete,
sapete che non siam tipe da sviolinate: e neppure siamo alla ricerca di
un modo per complicarci la vita, considerato che questo gioco cresce di
mese in mese e di lavoro ce ne dà a sufficienza. Il punto è che
l’essenza stessa del nostro gioco è questo scambio continuo, di saperi,
ma anche di aspettative, in cui siamo tutti coinvolti allo stesso modo.
Di conseguenza, più
cresce la bravura della community, più cresce la vostra curiosità- e
più cresce il nostro impegno a rendere ogni sfida sempre più stimolante e
divertente. E’ un po’ come la storia del cane che si morde la coda, no?
siccome siete sempre più bravi, alziamo la posta- siccome alziamo la
posta, siete sempre più bravi. Il solito “tunnel da mtchallenge”,
insomma, da cui non si riesce più ad uscire…
4.
i COMMENTI: sono fondamentali e sono la prima a riconoscerlo. Voi li
aspettate con l’interesse e con l’umiltà di chi sa anche che non saran
sempre tutte rose e fiori- e vi assicuro che facciamo l’impossibile per
“coprire” tutte le ricette. Da oltre un anno, chiediamo col cuore al
terzo giudice di prendersi anche questo impegno, perchè le sue
competenze specifiche sono più vaste delle nostre e finora non siamo mai
stati delusi. Chi vi “dilude” in questo periodo è la sottoscritta 😉 e
lo so e lo capisco e apprezzo infinitamente i messaggi che mi inviate,
perchè mi dimentico di lasciare i commenti alle vostre ricette. Potrei
invocare a mia difesa la gestione di questo blog, ma non lo faccio:
perchè, come vi dicevo, la prima ad essere dispiaciuta sono io. Per cui
prometto solennemente che farò il possibile, a cominciare da subito,
visto che lo so che c’è ancora qualche ricetta scoperta. Ma se proviamo a
regolarci un po’, anche sul limite delle ricette, di sicuro sarà più
semplice.
alle 17.00, con i premi 30 mm
e alle 21.00, per la proclamazione del vincitore!
Share Post
Written by
No comments

LEAVE A COMMENT