MTC n.31: la Play List

DSC_0549

di Anna Maria Pellegrino- La Cucina di qb

Sono
davanti ad un cespo di insalata riccia che mi assomiglia sia nel colore
della carnagione (la mia) che nella pettinatura appena alzata (sempre
la mia) e mi domando che caspita di emozioni può evocare un’insalata….
Il post di Leo
è già molto evocativo di suo e quindi leggendolo una volta in più ho
chiuso gli occhi e mi sono lasciata trasportare dalle emozioni.
Sette
chili in sette giorni…il primo film che mi viene in mente è quello
degli anni ’80 con Pozzetto e poi sicuramente la magnifica
interpretazione di Meryl Streep nel film “Juila Child” anche se ora
sento necessaria la leggerezza di “Mamma mia”…ecco, leggerezza….si!
Certo! Il tema sarà la leggerezza ovvero quel non so che riesce a
sollevare l’anima, a condire l’umore con un pizzico di peperoncino, a
strapparti un sorriso come quando passeggiando assorto nei tuoi pensieri
incontri lo sguardo di un bimbo che, da sospettoso, si allarga in un
arcobaleno sdentato. E ti solleva, ti fa volare, come il tema del film
“Quasi amici” (2011), musicato da Ludovico Einaudi, che racconta di una
storia di amicizia e di riscatto, realmente accaduta a Parigi.
Ludovico Einaudi – Fly
Bene,
l’animo si è rasserenato e lo sguardo ritorna al post: caspita, sette
chili, sette etti e sette grammi…sembra un film di Kurosawa. Bisogna
intervenire immediatamente sull’umore di Cozzaman! Le diete sono quanto
di più esiziale possa esistere e quindi ci vuole un augurio alla
felicità!
Bobby Mc Ferrin – Don’t Worry, Be Happy
Anche
se è vero, ed è stato scritto e cantato dalla notte dei tempi, che un
po’ di morbidezza in zona Cesarini migliora l’umore e anche
qualcos’altro, come canta questo gruppo italiano che rallegra con
parole, immagini e ottoni.
Radici nel cemento – Bella Ciccia
Ma
il post di Leo continua ad istigare sensazioni ed eccomi
improvvisamente con la mente ai telefoni bianchi, alle voci cortesi,
alle sottogonne in taftà ed alla brillantina Linetti e mentre ascolto le
sorelle Lescano, andando a recuperare quanto nell’orto ha lasciato
l’improvvisa scomparsa di Maramao per preparare la ricetta
dell’Mtchallenge, il swing contemporaneo di Gorni Kramer mi mette le ali
ai piedi.
Trio Lescano – Maramao perché sei morto
Gorni Kramer – Crapa Pelada
Ali ai piedi…leggerezza….ballo…anni ’70. Ma si! La febbre del sabato sera!!! Che ècome quella dell’Mtchallente, come negarlo?
Eh
si, perché anche se ultimamente si è verificato un incredibile fenomeno
contagioso, ovvero quello dell’invasione dei mariti, ricordatevi che
l’MTChallenge è ”More than a woman”!
E
mentre vi sedete per riprendere il fiato vi lascio con un piccolo
contributo cinematografico diverso dal divertente film diretto da Yuri
Mamindel (1994) “Insalata Russa” ovvero un videoclip a testimonianza che
la contaminazione che avviene a tavola può essere usata come cavallo di
Troia per la pace. Anche gastronomica.
Anna Maria Pellegrino-Lacucinadiqb
Share Post
Written by
No comments

LEAVE A COMMENT